Henry Howard, VI duca di Norfolk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coronet of a British Duke.svg
Henry Howard, VI duca di Norfolk
Ritratto di Henry Howard, VI duca di Norfolk
Ritratto di Henry Howard, VI duca di Norfolk
Duca di Norfolk
Stemma
In carica 1677 –
1684
Predecessore Thomas Howard, V duca di Norfolk
Successore Henry Howard, VII duca di Norfolk
Nascita 12 luglio 1628
Morte 13 gennaio 1684
Dinastia Howard
Padre Henry Howard, XXII conte di Arundel
Madre Elizabeth Stuart
Coniugi Anne Somerset
Jane Bickerton
Religione cattolicesimo

Henry Howard, sesto duca del Norfolk (12 luglio 162813 gennaio 1684), è stato un militare inglese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Henry era il figlio secondogenito di Henry Howard, XXII conte di Arundel e di sua moglie, lady Elizabeth Stewart.

Nel 1669 venne creato I barone Howard di Castle Rising e nel 1672 ottenne il titolo di I conte di Norwich, ottenendo contemporaneamente anche il restauro del titolo di Conte Maresciallo d'Inghilterra, secolarmente affiliato alla sua famiglia. Alla morte del fratello maggiore, Thomas Howard, V duca di Norfolk, Henry gli succedette al titolo nel 1677, sedendo nella Camera dei Lords dal 1678. Nell'agosto di quello stesso anno, ad ogni modo, egli venne coinvolto nel complotto papista a cui fece seguito un atto che proibì ai cattolici di sedere in parlamento. Egli, non essendo intenzionato ad abiurare alla propria fede, dovette fuggire dall'Inghilterra e si recò a Bruges per tre anni. Qui egli si fece costruire una casa vicino al locale convento dei francescani, nella quale poté vivere tranquillamente.

Matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Sposò, nel 1652, Lady Anne Somerset, figlia di Edward Somerset, II marchese di Worcester, e di sua moglie, Elizabeth Dormer. Ebbero due figli:

Dalla sua amante, Jane Bickerton, ebbe sette figli, tra cui:

  • Lady Elizabeth Howard (?-1732), sposò George Gordon, I duca di Gordon, ebbero due figli;
  • Lady Philippa Howard (1731-1778), sposò Ralph Standish, ebbero una figlia.

Alla sua morte nel 1684 egli donò gran parte della propria fornita biblioteca alla Royal Society e la collezione detta "Arundelian marbles" all'Università di Oxford.

Controllo di autorità VIAF: 34883804 LCCN: n84133253

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie