Henry Bean

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Henry Bean (Philadelphia, 3 agosto 1945) è un regista, sceneggiatore, produttore cinematografico, oltre che attore e scrittore statunitense. È noto soprattutto per aver scritto e diretto The Believer, un film drammatico incentrato sulla figura di Daniel Balint (ispirato a Dan Burros), un ragazzo di religione ebraica ma di ideologia nazista.

Bean ha anche dei precedenti penali sconosciuti per i quali è stato incarcerato, su sua ammissione dichiara che spesso è irascibile e questo gli provoca dei problemi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Henry Bean nasce a Philadelphia nel 1945 da una famiglia ebrea e tradizionalista.

Si diploma nella città natale, ma negli anni '80 si trasferisce per debuttare nel mondo del cinema.

I suoi primi lavori nel cinema sono ruoli marginali in alcune pellicole, ma successivamente inizia a scrivere sceneggiature e con l'aumentare della fama riesce ad avere i soldi necessari per partecipare ai film anche come produttore.

Il successo arriva con The Believer, suo primo film scritto e diretto, incentrato sull'ebraismo e il nazismo. Il film nasce da un'idea sua e di Mark Jacobson, non è infatti un caso che il protagonista sia ebreo (come lui) e che l'ambientazione e il contesto siano esclusivamente collegati all'ebraismo.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Henry Bean ha ottenuto molta fama grazie a The Believer, per il quale ha vinto numerosi premi:

Sempre per The Believer è stato candidato a:

Nel 2007 ha vinto un Golden Raspberry Awards alla peggior sceneggiatura per Basic Instinct 2.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 24807138