Henry Allingham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Allingham a 111 anni nel 2007.

Henry William Allingham (Londra, 6 giugno 1896Brighton, 18 luglio 2009) è stato un veterano britannico della prima guerra mondiale e, dal 19 giugno 2009 al giorno della sua morte all'età di 113 anni e 42 giorni, l'uomo vivente più longevo riconosciuto al mondo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Allingham da bambino

Allingham nacque a Clapton, contea di Londra, Inghilterra, il 6 giugno 1896 e suo padre morì quando aveva 3 anni. Educato da sua madre e dai nonni, ha partecipato a un concilio di Londra sulla scuola prima di andare a lavorare come tirocinante al Barts Hospital. Egli non trovò, tuttavia, quel lavoro molto interessante.

Allingham in uniforme della RNAS nel 1916 a 20 anni.

Allingham volle aderire allo sforzo bellico nel mese di agosto 1914 ad una spedizione pilota, ma sua madre, gravemente malata, riuscì a convincerlo a rimanere a casa per badare a lei. Dopo la morte di sua madre, tuttavia, Allingham si arruolò con la RNAS. Egli venne formalmente valutato come Meccanico Aereo di Secondo Classe il 21 settembre 1915 ed inviato a Chingford prima di completare la sua formazione a Sheerness. Il suo numero di serie della RNAS è stato RNAS F8317.

Dopo la laurea, Allingham lavorò nella manutenzione degli aerei da combattimento. Il 13 aprile 1916, Re Giorgio V ispezionò l'Air Station e il suo aereo. Egli rimase deluso quando il re si voltò a sinistra appena prima che Allingham riuscisse a parlargli. Allingham ha anche lavorato a Bacton, Norfolk, più in alto nella costa. Fu stato coinvolto nel sostegno delle pattuglie anti-sommergibile.

Nel periodo precedente a quello che è diventato noto come la battaglia dello Jutland, ad Allingham fu ordinato di aderire alle HMS Kingfisher. Nel settembre del 1917, ormai un Meccanico Aereo di Prima Classe, Allingham fu inviato al fronte occidentale per aderire allo Squadrone Numero 12. Questa unità agiva come uno squadrone di formazione per gli altri squadroni RNAS sul fronte occidentale. C'è anche qualche evidenza che la squadra sia stata coinvolta in operazioni di combattimento. Quando Allingham arrivò a Petite-Synthe, sia la Royal Flying Corps che il Royal Naval Air Service furono coinvolti in una forte offensiva.

Il 12 novembre 1917, egli fu stato inviato alle Aircraft Depot a Dunkerque, dove rimase per il resto della guerra, a bordo degli aerei di riparazione e di recupero di dazi. Ricordava di essere stato bombardato dagli aerei sgusciati dalla terra e dal mare.

Egli si trasferì alla Royal Air Force quando il RNAS e RFC si fusero tra loro il 1º aprile 1918. In quel momento gli fu dato un nuovo numero di servizio: 208317. Si pensa che sia stato l'ultimo superstite dei membri fondatori della RAF. Allingham, restituito alla Home Institution nel febbraio del 1919, fu formalmente congedato dalla RAF il 16 aprile 1919. Nel 1934 entrò allo stabilimento di Dagenham della Ford Motor Company, dove lavorò fino al suo pensionamento.

Poco tempo dopo Henry Allingham sposò Dorothy Cater, che aveva incontrato a Great Yarmouth. Si trasferirono insieme a Eastbourne nel 1960, dove la moglie morì dieci anni più tardi, nel 1970. Il matrimonio durò 51 anni e nacquero 2 figlie. Henry ebbe 6 nipoti, 12 bisnipoti, 13 trisnipoti e un quadrisnipote, che attualmente vive negli Stati Uniti.

Longevità[modifica | modifica sorgente]

Allingham fu innanzitutto, dal 19 giugno 2009 alla morte, l'uomo vivente più longevo del mondo. Dal 28 marzo 2009 fu il più anziano di nazionalità britannica di tutti i tempi, surclassando John Evans, un uomo gallese. Ha superato George Frederick Ives come il più longevo membro della British Air Force in data 1º novembre 2007. In aggiunta a questo record in vita fu il più anziano veterano in vita della prima guerra mondiale. Per superare il record assoluto avrebbe dovuto vivere almeno 115 anni e 157 giorni e battere il portoricano Emiliano Mercado del Toro.

Allingham fu il più vecchio uomo vivente in Inghilterra per diversi anni. Il Guinness dei primati lo riconobbe nel gennaio 2007. Il 13 febbraio dello stesso anno è diventato la seconda persona vivente nel Regno Unito dopo Florrie Baldwin. Dalla morte del francese Maurice Floquet il 10 novembre 2006, Allingham divenne il più vecchio uomo vivente in Europa. L'8 febbraio 2007, con la morte del centodecenne italiano, Antonio Pierro, è diventato il più vecchio veterano in vita e al contempo il terzo uomo vivente più anziano. La morte del giapponese Nakanishi Sukesaburo, mercoledì 22 agosto 2007 l'ha reso il secondo. Ottenne tale titolo e lo detenne per diversi anni insieme all'americano George Francis che, nato il suo stesso giorno, morì alla fine il 27 dicembre 2008 all'età di 112 anni e 204 giorni. Alla morte di un altro giapponese; Tomoji Tanabe Allingham divenne il decano maschile per anzianità che alla morte cedette all'americano Walter Breuning. Alla morte di Breuning, avvenuta il 14 aprile 2011, il primato è passato al giapponese Jiroemon Kimura.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze britanniche[modifica | modifica sorgente]

Medaglia interalleata della vittoria - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia interalleata della vittoria
British War Medal - nastrino per uniforme ordinaria British War Medal

Onorificenze straniere[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine della Legion d'onore (Francia)

Link[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore
Tomoji Tanabe
Uomo vivente più longevo del mondo
19 giugno 2009 – 18 luglio 2009
Successore
Walter Breuning

Controllo di autorità VIAF: 12139217 LCCN: no2008181272

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie