Hendrik van Gent (astronomo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Asteroidi scoperti[1]: 39
1132 Hollandia 13 settembre 1929
1133 Lugduna 13 settembre 1929
1165 Imprinetta 24 aprile 1930
1225 Ariane 23 aprile 1930
1226 Golia 22 aprile 1930
1267 Geertruida 23 aprile 1930
1336 Zeelandia 9 settembre 1934
1337 Gerarda 9 settembre 1934
1342 Brabantia 13 febbraio 1935
1353 Maartje 13 febbraio 1935
1383 Limburgia 9 settembre 1934
1384 Kniertje 9 settembre 1934
1385 Gelria 24 maggio 1935
1389 Onnie 28 settembre 1935
1666 van Gent 22 luglio 1930
1667 Pels 16 settembre 1930
1670 Minnaert 9 settembre 1934
1686 De Sitter 28 settembre 1935
1689 Floris-Jan 16 settembre 1930
1693 Hertzsprung 5 maggio 1935
1694 Kaiser 29 settembre 1934
1738 Oosterhoff 16 settembre 1930
1752 van Herk 22 luglio 1930
1753 Mieke 10 maggio 1934
1879 Broederstroom 16 ottobre 1935
1914 Hartbeespoortdam 28 settembre 1930
1925 Franklin-Adams 9 settembre 1934
1945 Wesselink 22 luglio 1930
1946 Walraven 8 agosto 1931
1986 Plaut 28 settembre 1935
2019 van Albada 28 settembre 1935
2203 van Rhijn 28 settembre 1935
2378 Pannekoek 13 febbraio 1935
2801 Huygens 28 settembre 1935
2831 Stevin 17 settembre 1930
2945 Zanstra 28 settembre 1935
4296 van Woerkom 28 settembre 1935
4359 Berlage 28 settembre 1935
4511 Rembrandt 28 settembre 1935

Hendrik van Gent (1900Amsterdam, 29 marzo 1947) è stato un astronomo olandese. Trasferitosi in Sudafrica nel 1928, eseguì osservazioni del cielo meridionale lavorando alla Leiden Southern Station e all'Union Observatory a Johannesburg. Studiò le stelle variabili e scoprì numerosi asteroidi e tre comete[2], C/1941 K1 van Gent, C/1944 K2 van Gent e C/1943 W1 van Gent-Peltier-Daimaca.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Gli sono dedicati un asteroide da lui stesso scoperto, 1666 van Gent, e un cratere lunare, Van Gent.[3]

Nel 1942 gli fu assegnata la 184° medaglia Donohoe[4].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lista alfabetica degli scopritori di asteroidi, IAU Minor Planet Center. URL consultato il 15 maggio 2010.
  2. ^ (EN) W.H. van den Bos, "In Memoriam Dr. Hendrik van Gent", Monthly Notes of the Astronomical Society of South Africa, 6 (1947), 34-35.
  3. ^ Lutz D. Schmadel, Dictionary of minor planet names (pagina 132).
  4. ^ (EN) Report of the Comet Medal Committee, Publications of the Astronomical Society of the Pacific, vol. 54, n. 317, pag. 57, febbraio 1942