Helichrysum melitense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Elicriso di Malta
Helichrysum melitense.JPG
Helichrysum melitense
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Asteridae
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Gnaphalieae
Sottotribù Gnaphaliinae
Genere Helichrysum
Specie H. melitense
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Tricolpate basali
(clade) Asteridi
(clade) Euasteridi II
Ordine Asterales
Famiglia Asteraceae
Sottofamiglia Asteroideae
Tribù Gnaphalieae
Sottotribù Gnaphaliinae
Nomenclatura binomiale
Helichrysum melitense
(Pignatti) Brullo, Lanfranco, Pavone & Ronsisvalle
Sinonimi

Helichrysum rupestre var. melitense
Pignatti

L'elicriso di Malta (Helichrysum melitense (Pignatti) Brullo, Lanfranco, Pavone & Ronsisvalle) è una pianta della famiglia delle Asteraceae endemica dell'isola di Gozo (Malta).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Forma densi cespugli che raramente superano i 50 cm di altezza. Sia il fusto che le foglie, spatolate, sono ricoperti da una fitta peluria biancastra. L'infiorescenza è un capolino di color giallo oro, che fiorisce da maggio a giugno. Il frutto è un achenio contenente numerosi piccoli semi dotati di una struttura "a paracadute" che ne favorisce la disseminazione anemocora.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

L'areale della specie, in passato presente su tutto l'arcipelago maltese, è oggi limitato ad un'area di meno di 25 km² situata nella parte occidentale dell'isola di Gozo.[1]

Cresce in ambienti di gariga costiera e pareti rocciose in prossimità del mare, in pieno sole.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Per la ristrettezza del suo areale la IUCN Red List considera H. melitense una specie in pericolo critico di estinzione.[1]

La specie è stata inserita dalla IUCN nella lista delle 50 specie botaniche più minacciate della area mediterranea.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) Stevens D. & Lanfranco E. 2006, Helichrysum melitense in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.
  2. ^ Helichrysum melitense in Top 50 Campaign Mediterranean Island Plants.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica