Heinrich von Plauen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando un omonimo Gran Maestro dell'Ordine Teutonico, vedi Heinrich Reuß von Plauen.
Heinrich von Plauen

Heinrich von Plauen (1370 circa – 1429) è stato il ventisettesimo Gran Maestro dell'Ordine Teutonico, in carica dal 1410 fino al 1413. Egli fu il difensore del Castello di Marienburg dopo la sconfitta dell'ordine nella Battaglia di Grunwald nel 1410.

La carriera[modifica | modifica sorgente]

Von Plauen nacque in Turingia. Dal momento che tutti i membri maschi della sua famiglia erano stati battezzati col nome di Heinrich (Enrico), egli è talvolta indicato col nome di Heinrich von Plauen il Vecchio per differenziarlo dal suo parente, Heinrich von Plauen il Giovane. Un lontano parente della casa di Reuss, Heinrich Reuß von Plauen, fu Gran Maestro dal 1469 al 1470.

Von Plauen giunse in Prussia attorno al 1390 come affiliato all'ordine, ma solo successivamente entrò a farne parte. Non ricoprì incarichi rilevanti sino al 1402 quando divenne Komtur di Nessau e di Schwetz nel 1407.

Von Plauen non partecipò alla Battaglia di Grunwald il 15 luglio 1410, ma dopo aver ricevuto notizie della sconfitta dell'ordine, egli si barricò con i cavalieri restanti nel Castello di Marienburg, sospettando giustamente che sarebbe stato l'obbiettivo successivo di Jogaila. Von Plauen progettò l'azione per tempo e l'ordine fu in grado di salvare la propria capitale.

Per il servizio prestato nella difesa di Marienburg, von Plauen venne scelto come Gran Maestro successore nel 1410, superando anche altri membri dell'ordine con ben più alte posizioni come Werner von Tettingen, il Ministro degli Affari Esteri dell'Ordine o il Komtur di Elbing (Elbląg), che lo aveva salvato da morte certa nella Battaglia di Grunwald.

Von Plauen ottenne grandi successi dipolomatici nel 1411, firmando il Primo Trattato di Torun, il 1º febbraio dello stesso anno, con buone clausole favorevoli all'ordine. Allo stesso tempo, malgrado l'ordine fosse stato indebolito dagli eventi del 1410, von Plauen iniziò i preparativi per un'altra guerra contro il Regno di Polonia.

Malgrado i suoi grandi servizi per l'ordine, von Plauen non ricevette molto rispetto né supporto dagli altri confratelli. Egli era infatti reputato un sanguinario e un crudele. Von Plauen combatté profondamente l'opposizione di alcune città prussiane, riunite nell'Unione di Lizard. Nel 1411 von Plauen scoprì un complotto ordito da Georg von Wirsberg, Komtur di Rehden (Radzyń Chełmiński), e ordinò la decapitazione di Nicholas von Renys, uno dei quattro cavalieri che avevano fondato l'Unione di Lizard, in aiuto dei polacchi. L'esecuzione si svolse a Graudenz, fatto che contribuì ulteriormente a peggiorare la già alta impopolarità del Gran Maestro.

Von Plauen venne rovesciato dal proprio incarico nel 1413 da Michael Küchmeister von Sternberg, Gran Maresciallo e Komtur di Königsberg (Kaliningrad), uno dei cavalieri intenzionati a supportare una duratura pace col Regno di Polonia. Küchmeister divenne successivamente il ventottesimo Gran Maestro dell'Ordine Teutonico.

Von Plauen venne imprigionato con il proprio fratello, conosciuto come Heinrich il Giovane, a Komtur di Danzica. Venne rilasciato dalla prigionia solo alla morte di von Sternberg nel 1422. Divenne quindi procuratore di Pavlovo presso Königsberg, dove morì nel 1429. Heinrich il Giovane, invece, morì nel 1441 circa.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Gran Maestro dell'Ordine Teutonico Successore Coat of arms of the Teutonic Order.png
Ulrich von Jungingen 1410-1413 Michael Küchmeister von Sternberg

Controllo di autorità VIAF: 67260324 LCCN: n2003077006

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie