Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Hegiaz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il territorio dello stato arabo di Hegiaz.

L'Hegiaz[1][2][3] (talvolta citato come Heggiaz[3], in arabo: حجاز, Ḥijāz[4] ovvero "barriera"), è la regione nord-occidentale della Penisola araba, oggi parte dell'Arabia Saudita.

Le sue città hanno avuto un ruolo fondamentale nella nascita e nello sviluppo del primo Islam: Mecca, Medina e Ta'if.

Il nome di questa regione è legato, sul piano storico moderno e contemporaneo, alle imprese dello scrittore e ufficiale inglese Thomas Edward Lawrence, più conosciuto come Lawrence d'Arabia, grazie al cui aiuto fu istituito il Regno dell'Hegiaz, esistente tra il 1916 e il 1925.

Da un punto di vista economico-produttivo la regione ha conosciuto storicamente una notevole varietà di attività legate all'agricoltura ed all'allevamento: con l'allevamento di dromedari e quello particolarmente apprezzato, lungo tutta l'età antica e medievale, degli asini, con l'agricoltura (fiorente nell'oasi di Yathrib, poi Medina), con una lucrosa produzione di datteri, e con la viticultura a Ṭāʾif, di cui era apprezzato lo zibibbo.

Di un certo interesse, in epoca preislamica, fu anche l'artigianato specializzato, particolarmente sviluppato a Yathrib, dove l'oreficeria e la costruzione di armi e armature fu prerogativa dell'elemento ebraico ivi stanziato (peraltro dedito anche all'agricoltura); l'apporto economico prevalente allo sviluppo della regione venne, però, dal commercio transarabico che consentiva ampi margini di guadagno, con profitti tendenzialmente del 100% per i mercanti meccani, che impiegavano circa 60 giorni per recarsi dal sud yemenita al nord siro-palestinese e viceversa.

Il regime delle precipitazioni qualifica l'area come semi-arida, anche se la regione del Ḥijāz è storicamente soggetta a rari quanto violenti nubifragi.

Con l'avvento della monarchia saudita le città hijazene sono state notevolmente favorite dagli investimenti statali in infrastrutture, al fine di accogliere convenientemente i 2 milioni annui di pellegrini autorizzati a compiere il ḥajj), col cospicuo sviluppo della ricettività alberghiera come pure dei mercati, in cui sono ampiamente presenti , accanto ai prodotti tradizionali, beni ad alto contenuto tecnologico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. il lemma "Hegiaz" sulla Nuova Enciclopedia Universale Rizzoli Larousse, vol. IX p. 758.
  2. ^ Cfr. il lemma "Hegiaz" sull'Enciclopedia Sapere.
  3. ^ a b Cfr. il lemma "Hegiaz" sull'Enciclopedia Treccani.
  4. ^ Cfr. il lemma omonimo su The Encyclopaedia of Islam (G. Rentz).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Islam Portale Islam: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Islam