Heaven's Open

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heaven's Open
Artista Mike Oldfield
Tipo album Studio
Pubblicazione 18 febbraio 1991
Durata 43 min : 15 s
Dischi 1
Tracce 6
Genere Rock progressivo
Pop
Etichetta Virgin
Produttore Thom Newman
Mike Oldfield - cronologia
Album precedente
(1990)
Album successivo
(1992)

Heaven's Open è il quattordicesimo album registrato in studio di Mike Oldfield, pubblicato nel 1991. È l'ultimo album pubblicato dalla Virgin e l'unico con il nome Michael Oldfield invece di Mike Oldfield, scelta dovuta probabilmente al fatto che Oldfield è per la prima volta l'unica voce solista.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1991, lo stesso anno in cui uscì il suo album Heaven's Open, Oldfield era felice di lasciare la Virgin Records. L'addio finale alla Virgin appare alla fine di "Music from the Balcony", dove possiamo sentire una risata e la voce di Oldfield che dice: "Fuck off!". Questo è l'unico album in cui Mike Oldfield canta le sue canzoni, ed è stato contento di scoprire che non era così male come cantante come lui pensava.

Titolo[modifica | modifica sorgente]

Il titolo provvisorio di Heaven's Open era Man in the Rain. La title-track di fatto è una prima versione del brano pubblicato successivamente sul disco Tubular Bells III.

Copertina[modifica | modifica sorgente]

La copertina dell'album è una rielaborazione di una foto inizialmente scattata per Tubular Bells, quando l'album era in lavorazione con il titolo provvisorio "Breakfast in Bed", infatti al posto del tuorlo che esce dall'uovo, vi era del sangue.

Stile[modifica | modifica sorgente]

Stilisticamente questo album entra nei canoni musicali commerciali di Oldfield della prima-metà degli anni 1980 e presenta una selezione di canzoni pop/rock più una suite, l'ultima del musicista, di rock progressivo. Tuttavia qui, a differenza dei lavori precedenti come ad esempio Five Miles Out e Crises, in cui il pezzo più lungo ("Music from the Balcony") apre l'album, questo è il brano di chiusura.

Testi[modifica | modifica sorgente]

Una caratteristica di questo album sono i testi delle canzoni. Infatti, molti di essi sono stati concepiti da Oldfield per criticare la sua, ormai, ex-casa discografia, quale era la Virgin. Fra quest spicca il tema della canzone d'apertura dell'album, Make Make, che ha come protagonista Richard Branson, preoccupato secondo Mike, solo a cercare di vendere e disinteressato a qualunque discorso artistico.

Singoli[modifica | modifica sorgente]

Gimme Back e il brano Heaven's Open sono stati pubblicati come singoli nel 1991. Entrambi sono stati rilasciati sotto il nome di Michael Oldfield.

Equipaggiamenti[modifica | modifica sorgente]

Fra le attrezzature musicali usate nell'album sono inclusi prodotti Atari, C-Lab e Fairlight. Inoltre sono stati utilizzati i Roland D50 MKS80 e D550, gli Akai S900, S1000 e S1100, un EMU Proteus, un Korg M1, uno Yamaha DX5 e lo Steinberg "Topaz". Un Harrison series X mixing console, un tape machine digitale Sony 3348 e un microfono fatto dalla Bruel & Kjaer.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

  1. Make Make – 4:16
  2. No Dream – 6:02
  3. Mr. Shame – 4:22
  4. Gimme Back – 4:09
  5. Heaven's Open – 4:28
  6. Music from the Balcony – 19:44

Personale[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo