He Kexin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
He Kexin
He Kexin.jpg
He Kexin nel 2008
Dati biografici
Nazionalità Cina Cina
Altezza 150 cm
Ginnastica artistica Gymnastics (artistic) pictogram 2.svg
Dati agonistici
Specialità Parallele asimmetriche
Palmarès
Bandiera olimpica   Olimpiadi
Oro Pechino 2008 Squadra
Oro Pechino 2008 Parallele
Argento Londra 2012 Parallele
Gnome-emblem-web.svg   Mondiali
Oro Londra 2009 Parallele
Bronzo Rotterdam 2010 Squadra
Bronzo Tokyo 2011 Squadra
Asian Games logo.svg   Giochi asiatici
Oro Guangzhou 2010 Squadra
Oro Guangzhou 2010 Parallele
  World Cup
Oro Doha 2008 Parallele
Oro Cottbus 2008 Parallele
Oro Madrid 2008 Parallele
Oro Parigi 2010 Parallele
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2012

Kexin He (Hé Kěxīnpinyin, 何可欣trad.; Pechino, 1 gennaio 1992) è un'ex ginnasta cinese, vincitrice delle medaglie d'oro nel concorso a squadre e nelle parallele asimmetriche alle Olimpiadi di Pechino 2008. Nello stesso anno vince due medaglie nelle prove di World Cup alle parallele.

In questo attrezzo è una delle poche ginnaste al mondo ad aver raggiunto un punteggio maggiore di 17 secondo il Codice dei Punteggi del 2005-2008.[1]

Insieme a Nastia Liukin, Beth Tweddle e Yang Yilin, è una delle ginnaste con la difficoltà iniziale più alta di sempre alle Olimpiadi (con coefficiente di 7,7 punti).[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Si allena al Shichahai Sports School di Pechino.[2] Nel 2006 partecipa ai Giochi Nazionali Cinesi[3] e nel 2007 agli Intercity Games.[4] In quest'ultima competizione vince l'oro alle parallele asimmetriche e attira l'attenzione dell'allenatore della nazionale cinese Huang Yubin, che la fa entrare nella squadra nazionale.[5]

La sua prima competizione internazionale risale ai World Cup del 2008 a Doha, dove alle parallele asimmetriche ottiene 16.550 punti. Ai Cottbus Cup dello stesso anno ottiene 16.800 punti. Questo è il più alto punteggio ottenuto alle parallele in una competizione internazionale, battendo il precedente record di Nastia Liukin (16.650 punti).[6] Il 25 maggio 2008 partecipa ai Tianjin World Cup, dove batte diversi record.[7]

È un membro della squadra nazionale che, alle Olimpiadi del 2008, vince l'oro al concorso generale a squadre. All'evento finale delle parallele asimmetriche ottiene 16.725 punti, stesso punteggio dell'atleta statunitense Nastia Liukin (entrambe con 7.70 punti di difficoltà iniziale e 9.025 di esecuzione). Secondo le regole della FIG sul pareggio, è lei a vincere la medaglia d'oro.

Ai Campionati Mondiali del 2009 a Londra, difende il suo titolo di campionessa alle parallele asimmetriche, e vince l'oro con 16.000 punti.[8] È importante far notare che questo punteggio è ottenuto con il nuovo Codice dei Punteggi valido dal 2009 al 2012.

Ai Campionati Mondiali del 2010 contribuisce a far vincere la medaglia di bronzo alla squadra cinese. Durante la finale ad attrezzo per le parallele asimmetriche cade e non riesce a difendere il titolo mondiale.[9]

Il 29 luglio inizia la sua seconda avventura olimpica. Nella giornata preliminare compete a parallele e volteggio e si qualifica terza con la nazionale cinese[10] e seconda alle parallele asimmetriche.[11]

Il 6 agosto esegue un'ottima prestazione alle parallele asimmetriche che le frutta un 15.933, un punteggio sufficiente per vincere la medaglia d'argento nell'attrezzo, dietro solo alla russa Alija Mustafina (16.133) e battendo la britannica Elizabeth Tweddle (15.916).

Si ritira dall'attività agonistica nel 2013, ai campionati nazionali cinesi: il suo ultimo gesto è un bacio allo staggio basso delle parallele, dopo aver fallito la prova, con una caduta.[12]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Are Chinese gymnasts too young for Olympics?, USA Today, 27 luglio 2008.
  2. ^ Success also signals change, 25 agosto 2008.
  3. ^ Exchange list of athletes, Gymnastics, 2006.
  4. ^ HE KEXIN UB 2007 INTERCITY GAMES, Gymnast Tube.
  5. ^ Uneven-bars queen the new star in town, China Daily, 23 maggio 2008.
  6. ^ Hamm cruises, Liukin raises bar at Pacific Rim, USA Today, 30 marzo 2008.
  7. ^ Amanda Turner, Hamm cruises, Liukin raises bar at Pacific Rim, International Gymnastics Magazine.
  8. ^ Holly Hamilton, He Kexin adds world gong to Olympic gold in London, Sports Beat, 17 ottobre 2009.
  9. ^ He Kexin / 何可欣 - UB - Rotterdam Gymnastics World Championships 2010, Youtube, 2010.
  10. ^ Overview Team All Around.
  11. ^ Overview Uneven Bars.
  12. ^ http://wogymnastika.blogspot.it/2014/01/gymnasts-who-retired-in-2013-part-two.html

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) He Kexin in sports-reference.com, Sports Reference LLC.