Hazem Ali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hazem Ali
Fotografia di {{{nome}}}
Ring name Armando Alejandro Estrada
Armando Estrada
Osama Rodriguez Alejandro
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Chicago
20 dicembre 1978
Residenza Miami
Altezza dichiarata 188 cm
Peso dichiarato 100 kg
Allenatore OVW Staff
Debutto 2004
Ritiro 2009
Federazione Circuito indipendente
Progetto Wrestling

Hazem Ali, noto con il ring name Armando Estrada (Chicago, 20 dicembre 1978), è un ex wrestler statunitense. Ha origini palestinesi.[1] Era sotto contratto con la World Wrestling Entertainment (WWE), ha ricoperto la carica di General Manager del roster della ECW dal 14 agosto 2007 al 3 giugno 2008. Nel novembre 2008 ha interrotto i rapporti con la WWE.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

World Wrestling Entertainment[modifica | modifica wikitesto]

Ohio Valley Wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Ali iniziò la sua carriera da wrestler nella Ohio Valley Wrestling (OVW), federazione satellite della WWE. Lottò nella OVW con il ring name Osama, interpretando la gimmick di un musulmano anti-americano, simile alla gimmick di The Iron Sheik. Ali cambiò personaggio con l'avvento alla guida della OVW di Paul Heyman: il suo nome divenne Osama Rodriguez Alejandro, rivelandosi metà palestinese e metà cubano, ed assunse la gimmick di un dittatore cubano, proponendosi come il dittatore del Kentucky (la OVW a dispetto del nome è infatti basata in Kentucky), o come definito da lui, "Los Kentuckos".

Raw[modifica | modifica wikitesto]

Ali passò a lottare nella WWE durante la puntata di Raw del 3 aprile 2006, cambiando nuovamente gimmick e nome. Nella WWE infatti assunse la gimmick di Armando Alejandro Estrada, interpretando un ricco cubano spocchioso, con il cappello di Panamá sulla testa e dei sigari nel taschino. Nel suo debutto Estrada presentò a Ric Flair il suo protetto Umaga, un indigeno dalla corporatura molto robusta conosciuto da Estrada durante un viaggio nelle isole sperdute del Pacifico; Estrada lo portò con sé negli Stati Uniti per farlo lottare sui ring della WWE, guidandolo come manager.

In seguito divenne la spalla di Vince McMahon, aderendo al McMahonismo, un fantomatico Culto della Persona messo in piedi dallo stesso McMahon, il quale ricopriva il ruolo di una divinità . Con i favori di Vince, condusse Umaga in splash match contro wrestlers praticamente sconosciuti. Umaga riuscì anche a sconfiggere avversari di prestigio, come ad esempio Ric Flair, affrontato durante il pay-per-view Backlash 2006.

ECW[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della puntata di ECW on Sci Fi andata in onda il 14 agosto 2007 Estrada assunse il ruolo di General Manager del roster ECW. Il 3 giugno 2008 fu destituito dal ruolo da Theodore Long. Da quel momento, Estrada fu costretto ogni settimana a combattere squash match per ottenere un contratto da wrestler, perdendo sempre. Nella puntata del 5 agosto 2008 riuscì a sconfiggere Tommy Dreamer ottenendo un contratto come wrestler. Militò poi nella Florida Championship Wrestling, developping territory della WWE per mancanza di progetti sul lottatore così uscì dalla WWE.

Circuito indipendente[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'uscita dalla WWE, è ritornato nel circuito indipendente. È stato richiamato in WWE un paio di volte tra il 2011 ed il 2012 ma la compagnia non si decide a rilanciarlo negli show televisivi in pianta stabile. In televisione lo si vede solo in un'apparizione a Superstars come manager occasionale di Tyson Kidd.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SLAM! Sports - Wrestling - Armando Alejandro Estrada

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]