Hay-on-Wye

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hay-on-Wye
villaggio
Hay-on-Wye / Y Gelli Gandryll
Localizzazione
Stato Regno Unito Regno Unito
   Galles Galles
Area principale Powys
Territorio
Coordinate 52°04′48″N 3°07′48″W / 52.08°N 3.13°W52.08; -3.13Coordinate: 52°04′48″N 3°07′48″W / 52.08°N 3.13°W52.08; -3.13
Abitanti 1 469 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale HR3

Città postale: HEREFORD

Prefisso (+44) 01497
Fuso orario UTC+0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Hay-on-Wye
Libri in vendita ai piedi del castello di Hay-on-Wye

Hay-on-Wye (Y Gelli Gandryll in gallese) è un villaggio del Powys in Galles.

La cittadina è posta sul fiume Wye al confine con la contea inglese di Herefordshire non lontono dalla catena del Brecon Beacons. Al di la del confine c'è il villaggio inglese di Cusop. Il villaggio ha solo 1846 abitanti ma è divenuto universalmente conosciuto come una meta per appassionati di libri poiché ospita una quarantina di librerie, la maggior parte di libri usati.

Città del libro[modifica | modifica wikitesto]

Lo sviluppo turistico del villaggio ha avuto inizio nel 1961 quando Richard Booth nel vecchio edificio dei vigili del fuoco aprì il suo primo negozio di libri usati. Il successo fu notevole e negli anni seguenti altre librerie di libri usati vennero aperte nella cittadina tanto da essere proclamata book town[1] negli anni '70. Il primo aprile 1977, con un'abile mossa pubblicitaria, Richard Booth proclamò Hay-on-Wye principato autonomo e si autoproclamò re del nuovo stato. Il primo aprile del 2000 Booth nominò nelle sale del castello di Hay, trasformato anch'esso in libreria, i membri della locale "Casa dei Lord". Con gli anni il successo di Hay come destinazione per bibliofili e normali turisti si è ulteriolmente affermato, arrivando a ospitare mezzo milione di turisti l'anno. Dal 1988 ha avuto inizio un festival letterario, patrocinato dal quotidiano The Guardian, che si tiene annualmente agli inizi di giugno. Nell'edizione del 2002 Bill Clinton fu uno dei principali ospiti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ booktown.net

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]