Hawara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 29°17′00″N 30°54′00″E / 29.283333°N 30.9°E29.283333; 30.9

Hawara
Hawara el-Maqta
Planimetria con piramide e labirinto
Planimetria con piramide e labirinto
Civiltà Medio Regno
Utilizzo necropoli reale
Epoca XII dinastia egizia
Localizzazione
Stato Egitto Egitto

Hawara oppure Hauwaret è una località egiziana, anche detta Hawara el-Maqtà, nella regione del Fayyum sudorientale sede di un'importante necropoli del Medio Regno databile attorno al 1844 - 1797 a.C.[1].
Ad Harawa si trova la seconda piramide delle due erette da Amenemhat III ma che risulta essere la più importante per le innovazioni architettoniche usate e che influenzeranno le costruzioni delle ultime piramidi.[2]
La piramide di Hawara è molto rovinata ed oggi residua solo un gigantesco cumulo formato da milioni di mattoni ed è rovinato anche il suo Tempio funerario detto Labirinto di Meride del quale ci sono pervenuti solo piccoli frammenti e tratti di muro[3] essendo entrambi serviti come cava di pietra fin dal tempo dei Romani.[4]
A sud del complesso piramidale di Amenemhat III, si trova la tomba della principessa Neferuptah, sposa favorita del sovrano.[3]
Ma la località resta celebre per la scoperta, di Flinders Petrie, nel 1888 dei 146 ritratti dipinti usati come maschere funerarie, conservati oggi al Museo del Cairo e conosciuti come Ritratti del Fayyum.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Piramide di Amenemhat III e Labirinto di Meride.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Paul Bahn, Dizionario Collins di archeologia, pag.162
  2. ^ Mario Tosi, Dizionario enciclopedico delle divinità dell'antico Egitto, pag.71
  3. ^ a b Edda Bresciani,Grande enciclopedia illustrata dell'antico Egitto, pag,168
  4. ^ Corinna Rossi, Piramidi, pag.271

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Mario Tosi, Dizionario enciclopedico delle divinità dell'antico Egitto, vol. II, Ananke, ISBN 88-7325-115-3
  • Edda Bresciani, Grande enciclopedia illustrata dell'antico Egitto, De Agostini, ISBN 88-418-2005-5
  • Corinna Rossi, Piramidi, Edizioni White Star
  • Paul Bahn, Dizionario Collins di archeologia, Gremese Editore, ISBN 88-7742-326-9

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Valle del Nilo Portale Valle del Nilo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Valle del Nilo