Haunting Ground

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Haunting Ground
Updates022505 hground.jpg
Logo di Haunting Ground
Sviluppo Capcom Production Studio 1
Pubblicazione Capcom
Data di pubblicazione Sony PlayStation 2:
Japan 21 aprile 2005
North America 10 maggio 2005
PAL 29 aprile 2005
Genere Avventura dinamica
Tema Survival horror
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma PlayStation 2
Supporto DVD-ROM
Fascia di età PEGI: 16+

Haunting Ground (conosciuto in Giappone come Demento) è un videogioco survival horror sviluppato da Capcom Production Studio 1 e pubblicato da Capcom esclusivamente per la PlayStation 2 nel 2005. È stato originariamente progettato per essere parte della serie Clock Tower, ma il progetto è stato cancellato per lo sviluppo molto precoce. Il videogioco condivide molte somiglianze con Clock Tower 3,[1] e la meccanica di gioco consiste sempre in un survival horror nel quale il giocatore è chiamato a seminare il suo inseguitore e gestire il livello panico del personaggio da esso controllato, con la sola differenza che parte integrante del gioco è l'interazione del personaggio con un cane sotto il suo comando.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Fiona si risveglia seminuda nelle segrete di un castello situato approssimativamente tra l'Italia settentrionale e la Svizzera. Fiona si libera dalla sua gabbia e ad un tratto, da sotto il tavolo sgattaiola fuori un cane, dal quale cade un collare su cui è inciso il nome Hewie. Fiona esce dalle segrete, ritrovandosi all'aperto e prosegue verso una stanza del castello. Ad accoglierla c'è una domestica di nome Daniella, che le porge degli indumenti. Fiona pone alla donna alcune domande, ma questa risponde in modo molto vago, e se ne va.

La ragazza si veste ed esaminando le varie aree del castello e s'imbatte in Debilitas, il tuttofare del castello; essendo questi demente, scambia Fiona per una bambola, e cerca in tutti i modi di catturarla. Debilitas viene però messo in fuga da Riccardo, il custode del castello. Egli la informa dell'incidente stradale del quale Fiona ha una vaga memoria, comunicandole inoltre, che i suoi genitori sono morti in esso, e che Fiona è ora l'unica erede del Castel Belli, il luogo in cui lei si trova. Alla notizia Fiona subisce un forte shock, e sviene.

La ragazza riprende i sensi nella stanza visitata in precedenza, svegliata dai guaiti di un cane. Fiona esce dunque di nuovo verso la stalla, dove, legato grossolanamente ad un grande albero, trova Hewie, il cane incontrato in precedenza, che giace sofferente a causa delle ferite provocate dalla corda che lo lega. Impietosita, Fiona lo libera e ritorna alla sua stanza, dove ad attenderla c'è nuovamente Debilitas, che tenta nuovamente di catturarla. Irrompe in quel momento Hewie, che attacca Debilitas e lo mette in fuga. Dal quel momento in poi, Hewie rimane sempre accanto a Fiona, che sempre più diffidente nei confronti delle persone incontrate al castello cerca di trovare un modo per fuggirne al più presto. Più volte, durante il suo cammino, Fiona è braccata da Debilitas.

La ragazza, svolgendo indagini, apprende inoltre che gli antenati dei suoi presunti familiari erano alchimisti, e che la loro ricerca durata secoli era volta nei confronti di un elemento chiamato Azoth, dotato di particolari proprietà. Continuando le sue ricerche, Fiona si dirige verso un osservatorio astronomico, dove poco prima rinviene alcune lettere indirizzate a lei da parte di un tale Lorenzo, che sembra voler aiutare la ragazza a fuggire. L'osservatorio porta verso una cappella nella quale è custodita la chiave per un'area più antica e vicina all'uscita dai boschi del castello. Tuttavia, la ragazza viene raggiunta da Debilitas, che blocca l'entrata e si precipita verso la ragazza. Lo scontro, nel quale la ragazza usa un espediente per far precipitare un enorme lampadario sull'uomo ha due esiti differenti nei quali si vede, da un lato, la sconfitta di Debilitas, che si rassegna e smette di perseguitare Fiona, e dall'altro, la morte di questi.

Al termine dello scontro, Fiona recupera una chiave che si accinge ad utilizzare, ma appare Daniella, che la esorta a recarsi nella sala per l'ora di cena. Al termine del suo pasto, Fiona è colta improvvisamente da vertigini e spossamenti, e quindi, decide di andare riposarsi. Si risveglia poche ore dopo, quando si rende conto che Daniella la sta toccando. La domestica continua ad osservarla attentamente, poi rompe il vetro di una finestra colpendolo ripetutamente con la propria testa, ricavandone un pezzo lungo quanto un sciabola, e si avventa su di Fiona.

Fiona si dirige presso la porta che aveva raggiunto in precedenza, aprendola, e attraversa un lungo corridoio, che la porta in un'area ancora più antica del castello, conosciuta come la Magione. Tale luogo si scopre essere l'area in cui un antenato di Fiona vissuto all'incirca nel XVI secolo, Aureolus Belli, compiva diversi esperimenti alchemici nell'intento di trovare un sistema per ottenere l'immortalità. L'uomo riuscì, in parte, a raggiungere il suo obiettivo, ma sebbene egli continuasse a vivere oltre le comuni aspettative di vita, il suo corpo faticava tuttavia a combattere il naturale invecchiamento e finiva inevitabilmente con il deteriorarsi. Per risolvere tale problema, Aureolus generò, tramite alcuni processi alchemici e botanici una pianta in grado di fornire sangue ed altre materie prime che potessero consentire la preservazione del corpo, la mandragora, ma questa creatura si rivelò poco più che un placebo e l'uomo, ormai quasi ridotto ad una mummia vivente, comprese che soltanto un particolare elemento, l'Azoth, gli avrebbe consentito di vivere in eterno e con un corpo sempre giovane ed efficiente. La ricerca su tale elemento venne poi proseguita dai presunti discendenti dell'uomo, quasi tutti conosciuti con il nome di Aureolus Belli.

Con orrore, Fiona scopre, in seguito all'ennesimo agguato teso da Daniella, che l'Azoth non è altro che un distillato alchemico dell'essenza vitale delle persone, e che Daniella intende recuperarlo dal corpo di Fiona estirpandole il ventre, in modo da poter provare finalmente le stesse emozioni di una persona completa.

Giunta in una stanza dotata di un particolare meccanismo per riflettere la luce lunare, Fiona viene raggiunta da Daniella, che la blocca in quell'area. Aiutata da Hewie, che tiene la donna a distanza, Fiona attiva il suddetto meccanismo riflettente e una forte luce inonda la stanza. Il tremore generato dalla luce spacca la cupola di vetro che compone il soffitto e i detriti piovono su Daniella, trafiggendola a morte. Fiona recupera dal suo cadavere un'altra chiave, che apre la porta di un'area situata ancora più in profondità della magione. Giunge quindi in un vecchio laboratorio, dove incontra nuovamente Riccardo, il custode.

La ragazza supplica invano l'uomo di lasciarla andare, quindi scappa via terrorizzata. Fiona e Hewie si dirigono in un bosco, dove qualcosa attira il cane tra le fronde, e poco dopo si ode l'eco di uno sparo. Fiona si dirige nella direzione del suono, dove trova Hewie accasciato al suolo, con una zampa ferita. La ragazza medica il cane come meglio può, quindi un secondo sparo riecheggia nel luogo e Fiona scappa via, nell'intento di distrarre Riccardo. Giunta sull'orlo di una scarpata, Fiona non può proseguire oltre, e viene raggiunta presto dall'uomo che, rimosso il cappuccio dalla propria testa, mostra di avere lo stesso volto di Ugo, il padre di Fiona.

Riccardo spiega che lui e Ugo sono cloni, e rivela inoltre di essere stato lui ad assassinare suo padre durante l'incidente automobilistico. Il suo progetto è di usare Fiona come mezzo per conquistare l'Azoth custodito nel suo utero e così rinascere immortale. In quell'istante, Fiona ricorda ciò che è accaduto nell'incidente: durante il suo tragitto in auto con i genitori, un'altra macchina li affianca e li urta ripetutamente, fino a far perdere a Ugo il controllo della vettura, che va a sbattere contro una pila di tronchi. Ayla, la madre di Fiona, viene proiettata contro il parabrezza, morendo sul colpo, mentre Ugo, che riporta gravi lesioni, viene raggiunto da Riccardo, che lo pugnala a morte sotto lo sguardo di Fiona, che poco dopo perde i sensi. Fiona, nel ricordare, ha un altro capogiro e sviene, quindi Riccardo la trasporta via, rinchiudendola in una torre.

La ragazza viene svegliata da Hewie qualche ora più tardi, rinchiusa in una cella e con addosso un camice chirurgico, e si accorge di avere vicino a se alcune lettere da parte di Lorenzo, che le spiega come fuggire dalla torre. Fiona trova un modo per aprire la cella, ma l'ingresso della torre è sbarrato ed è costretta ad esplorare il luogo in cerca di una via alternativa. Si reca quindi in cima alla struttura, dove viene bloccata da Riccardo che la attacca. Fiona ordina a Hewie di avventarsi sull'uomo, che scivola oltre la balconata fatiscente del faro e precipita nel vuoto.

Attraverso un ponte fatto riemergere dal lago circostante alla torre, Fiona raggiunge una struttura ancora più antica, denominata Casa delle Verità, e raggiunge il fantomatico Lorenzo, un uomo oltremodo attempato e costretto a una carrozzella. Egli si presenta con il nome esteso di Aureolus Lorenzo Belli, e si scusa per il comportamento del figlio Riccardo. Il vecchio aggiunge inoltre di essere profondamente risentito nei confronti di Ayla, che ritiene responsabile dell'allontanamento del figlio Ugo, per poi concludere, in preda ad una isterica euforia, di essere finalmente riuscito a ottenere il suo Azoth, ovvero Fiona. La ragazza comprende dunque che l'apparente solidarietà dell'uomo era in realtà un espediente per attirarla a sé con lo scopo di estrarne l'Azoth, e si dà immediatamente alla fuga. Il vecchio, nonostante le sue condizioni, si precipita giù dalla carrozzella e insegue Fiona, strisciando forsennatamente sulle proprie braccia. Fiona, giunta presso una piccola miniera, attira Lorenzo verso un nastro trasportatore e attiva il meccanismo, facendo sbriciolare vivo il suo inseguitore, dal quale poi recupera una chiave che dovrebbe condurla, in apparenza, verso l'uscita.

La ragazza però finisce dentro un labirinto dove incrocia nuovamente Lorenzo, nelle sembianze di un uomo di mezza età, che grazie all'Azoth del defunto Riccardo ringiovanisce ulteriormente, sino ad assumere l'aspetto di un giovane uomo poco più grande di Fiona. Nel pieno dei suoi poteri, Lorenzo bracca incessantemente Fiona fino a condurla in una sorta di laboratorio alchemico che sovrasta un pozzo di lava. L'area, attraversata da folate di aria calda, è notevolmente instabile, quindi Fiona, cogliendo il momento propizio, sfrutta i getti di aria per far precipitare Lorenzo nel pozzo di lava causando, almeno in apparenza, la sua morte. Poco dopo la struttura viene colpita da una serie di scosse sismiche e Lorenzo riemerge dal pozzo, scarnito e completamente ricoperto dal fuoco. Fiona, inseguita da Lorenzo, scappa verso l'uscita che, purtroppo, è chiusa. Lorenzo alla fine la raggiunge ma, ormai consumato dalle fiamme, cade a terra incenerito, lasciando tra i suoi resti una chiave. Fiona la raccoglie e attraversa l'uscita del castello.

L' epilogo della vicenda, può concludersi in quattro modi differenti:

  • Fortes Fortuna Adjuvat

Fiona si ritrova all'entrata principale del castello, afferra in fretta e furia le chiavi principali poi, osservando Hewie, si calma e fa girare la chiave nella serratura. In quel momento, però, fa il suo ingresso Debilitas, che per un istante osserva Fiona, quindi con un muto cenno cortese la saluta e prende a svolgere le sue mansioni di giardinaggio. Fiona si volta, apre il cancello, ed insieme a Hewie lascia il luogo.

  • Igni Aurum Probat

Il finale si svolge più o meno come quello precedente, con la sola differenza che Debilitas, essendo morto, non appare, quindi fiona esce dal cancello e fugge via con Hewie.

  • Dona nobis Pacem

Se poco dopo aver sconfitto Debilitas Fiona si reca nella baracca nella quale vive l'uomo, egli le dona una chiave. Tale chiave apre un ripostiglio nel quale Fiona trova un duplicato delle chiavi del cancello principale. Fiona lo apre e fugge insieme a Hewie, facendo concludere le vicende del gioco anticipatamente. Dall'alto del castello il vecchio Lorenzo osserva la scena e, urlando a squarciagola, supplica la ragazza di ritornare.

  • Tu fui, Ego eris

Nel caso Fiona dovesse maltrattare Hewie e lasciarlo poi al suo destino nel bosco, verrà catturata da Riccardo che, dopo averla chiusa in una gabbia, prometterà di non farle del male qualora lei acconsenta spontaneamente a farlo rinascere; quindi la ragazza inizia ad urlare disperata. La scena cambia, spostandosi alla stanza dove Fiona alloggiava durante l'avventura, nella quale la ragazza giace assopita su di una poltrona, mentre Riccardo la accarezza dolcemente. A quel punto Fiona si sveglia e prende a ridere sommessamente, lasciando intendere che a seguito della sua cattura sia con il tempo impazzita, mentre la telecamera, a man mano che si allontana, rivela che Fiona è in avanzato stato di gravidanza. Definito tra gli altri finali, quello in assoluto non canonico con la storia.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Fiona Belli

Fiona Aureolus Belli è la protagonista del gioco.

Aspetto

Fiona è una ragazza di appena diciotto anni dai capelli biondo platino, di solito raccolti in un codino con un elastico per capelli blu chiaro che cade a pochi centimetri oltre le spalle, mentre laa frangetta pende liberamente appena sopra gli occhi. La sua pelle è chiara e non sembra che abbia alcun tipo di make up. I suoi occhi sono azzurri, corrispondenti all'elastico per capelli. Intorno al collo indossa un semplice girocollo marrone scuro con un piccolo ciondolo azzurro.

Il design della sua camicia è molto complesso. Essa è quasi interamente bianca, con lo scollo quadrato e maniche lunghe a sbuffo, ma strette sul polso. Una spilla blu, presumibilmente uno zaffiro azzurro con un piccolo bordo nero intorno, è incastonato appena sotto la clavicola. Leggermente al di sopra di quest'ultimo,sulla parte orizzontale della scollatura, vi è una striscia di stoffa marrone con un disegno bianco in esso. Tali strisce sono visibili anche su entrambe le maniche, tre ciascuna. Il fondo della camicia ha dei ricami che rappresentano dei fiocchi di neve. La parte posteriore della camicia è aperta e sotto la linea del busto parte una stringa blu incrociata che termina con un fiocco. Sotto la stringa si intravede un indumento intimo nero.

La gonna viola scuro è stratificata e parte dalla zona dello stomaco. La metà superiore è semplice, mentre la metà inferiore è presumibilmente fatta di georgette. La fine della gonna è bordata da una striscia di pizzo che termina ben sopra la prima metà della coscia. Ha delle calze nere trasparenti che partono appena sotto le ginocchia e degli stivali marroni arrugginiti. Ai lati hanno un piccolo bordo a V, sotto il quale inizia la zip e un disegno floreale di un marrone più chiaro di quello degli stivali. Infine, entrambi gli stivali hanno un tacco di pochi centimetri.

Oltre al costume principale, Fiona può indossarne altri:

  • Lenzuolo: lo indossa nei primi istanti del gioco. Tuttavia una volta tolto non sarà più disponibile negli armadi che Fiona incontrerà durante il gioco. E' un semplice lenzuolo di seta color crema che copre le nudità della protagonista.
  • Costume normale 2: E' simile a quello principale, tranne per il fatto che Fiona cammina scalza con i capelli sciolti.
  • Sotto i ferri: E' formato solo di un lungo grembiule bianco sudicio e con delle chiazze di sangue. Qui Fiona ha i capelli sciolti e il girocollo dell'outfit principale.
  • Mandriana: Fiona indossa un cappello da cowgirl appeso al collo, una collana con un ciondolo simile alla spilla dell'outfit principale, un costume da bagno a due pezzi azzurro ( il primo pezzo ha delle strisce orizzontali nere, rosse e gialle in cima e con delle perline al centro, mentre il secondo pezzo ha delle strisce verticali bianche, nere e rosse di diverse misure), un bracciale subito sotto la spalla, dei guanti rosso mattone, un paio di pantaloni beige a zampa di elefante con le frange aperti sull'interno coscia e sulla parte posteriore e ,infine, delle scarpe marrone scuro con decorazioni arancioni. Oltretutto Fiona come arma utilizza una revolver.
  • Vietato ai minori: Molto succinto come outfit, e fatto interamente di cuoio nero. E' formato da una sorta di costume intero con una scollatura a V che mostra metà del seno e l'ombelico, da dei lunghi guanti e da un paio di stivali che arrivano a metà coscia. In più Fiona dispone di un perverso frustino per attaccare i nemici.
  • Fiona la Rana: E' un simpatico costume da rana che le da la possibilità di effettuare la spinta all'indietro senza consumare energia.

Biografia

Non si sa molto sulla vita di Fiona prima degli eventi del gioco. Fiona è nata con una voglia sulla schiena simile a quella di suo padre, Ugo, ed è discendente di Aureolus Belli dalla 15 ° generazione. Ha ereditato l'Azoth da suo padre, ma è inconsapevole delle sue origini. Fiona era in viaggio con i suoi genitori per andare a frequentare il college quando è stata coinvolta in un incidente d'auto. Sua madre, Ayla, è morta sul colpo, mentre il padre, sopravvissuto allo schianto iniziale, è stato immediatamente ucciso da Riccardo con un coltello.

Personalità

Fiona è una ragazza molto intelligente, anche se non è molto atletica, ed è per questo che si serve di altri mezzi per affrontare le diverse situazioni difficili che deve affrontare. Lei è molto silenziosa e introversa, raramente mostra emozioni ed è molto maturo. Anche se è molto determinata, in varie occasioni si spaventa molto facilmente, forse ciò è dovuto ad uno stile di vita riparato.

Ad un certo punto del gioco, Fiona commenta che ha alcune competenze al pianoforte.

Fiona dimostra di avere cura per gli animali ed respinge gli abusi e le sofferenze inflitte ad essi; esaminando alcune gabbie, commenta su quanto possano essere malate alcune persone o, quando esamina un tappeto fatto con una tigre, commenta su quanto sia terribile essere calpestati tutto il giorno. Infine, Fiona mostra simpatia nei confronti Hewie, che fu stato legato con una corda ad un tronco d'albero da Riccardo e salvato dalla stessa Fiona.

Curiosità

  • Il nome "Fiona" significa "pallido". Questo potrebbe riferirsi alla sua carnagione chiara.
  • Fiona presenta delle forti somiglianze con Jill Valentine, la protagonista di un altro gioco Capcom, Resident Evil. Hanno lo stesso modello poligonale, possiedono la pelle chiara, gli occhi azzurri, gli stessi capelli biondo chiaro (anche se il colore naturale dei capelli di Jill è castano) raccolti in una coda bassa. Inoltre entrambe sanno suonare il pianoforte.
  • A differenza del resto dei protagonisti dei capitoli di Clock Tower, Fiona rimane viva in ogni finale del gioco (esclusa Alyssa Hamilton di Clock Tower 3, in quanto il gioco non contiene finali multipli).
  • Fiona condivide due costumi aggiuntivi simili a quelli di Alyssa Hamilton: da mandriana e di cuoio nero.
  • I personaggi maschili del gioco sono attratto da Fiona. Ad esempio, Debilitas, dopo che si rese conto che non era una bambola, smise di inseguirla dopo aver visto la sua bellezza controluce nella Cappella. Riccardo, invece, ha sempre esclamato la frase "Sarai mia, Fiona" così come Lorenzo.
  • Come si è visto nella Galleria della Stanza Segreta, sembra che Fiona avrebbe dovuto avere i vestiti che si strappavano ad ogni danno subito, ma ciò non è più avvenuto. Forse perché tale processo era troppo complicato per la PlayStation 2, o perché gli sviluppatori non voleva sessualizzare la figura adolescenziale di Fiona.


Hewie

Hewie è il coprotagonista del gioco. Si unisce a Fiona dopo che lei lo salva dalla crudele prigionia di Riccardo.

Aspetto

È un pastore tedesco bianco albino con gli occhi marroni di circa quattro anni . Sembra sano ed è apparentemente ben curato per essere un cane randagio.

Hewie ha 3 costumi in totale:

  • Pastore tedesco bianco, quello originale, che lo rende più leale e obbediente.
  • Pastore tedesco nero, (sbloccabile finendo il gioco almeno una volta) che rende Hewie più aggressivo e più difficile da controllare.
  • Cane peluche, (sbloccabile iniziando la Modalità Difficile) che lo rende più resistente.

Biografia


Prima di incontrare Fiona, Hewie viene catturato in un villaggio vicino al castello da Debilitas. In seguito Riccardo voleva sfruttare Hewie per il suo Azoth; il custode, essendo un clone imperfetto, necessitava di Azoth per rallentare l'invecchiamento. Proprio per questo, Riccardo intrappola vari animali provenienti dai paesi vicini per estrarre il loro Azoth. Questo spiega la presenza di gabbie usate di varie dimensioni nel giardino del castello. Nel frattempo, Riccardo aveva programmato di lasciare Hewie morire prima in modo che potesse estrarre il suo Azoth più tardi, lasciando la bestiola sofferente legata con una corda ad un grosso albero. Tuttavia, Fiona interrompe i piani di Riccardo salvando Hewie, che a sua volta la aiuta difendendola dagli stalker che tentano di ucciderla.

Gameplay

La levetta analogica destra viene utilizzata per comandare e comunicare con Hewie:

  • Con SU, Fiona dice a Hewie "Go!", ordinandogli di ispezionare l'area circostante (con tale ordine Hewie è in grado di trovare oggetti nascosti e irraggiungibili).
  • Con GIU, Fiona dice a Hewie "Come on!" o semplicemente "Hewie!" al fine di ottenere indurlo a seguirla.
  • Con DESTRA, Fiona dice "Good boy!" o "Hewie!" lodandolo per la sua prestazione. Tale opzione può avere un effetto positivo sulle prestazioni di Hewie di azione lodato. Se Fiona sarà vicino a Hewie e il giocatore utilizzerà nuovamente DESTRA, Fiona si inginocchierà e gli accarezzerà le orecchie.
  • Con SINISTRA, Fiona rimprovera Hewie con un ("No!") con lo scopo di aiutare Hewie a comprendere quali azioni non non deve fare e ad essere più obbedienti.
  • Con R3 (cliccando la levetta analogica come un pulsante), Fiona dice a Hewie "Sit!" o "Stay", ordinandogli di sedersi. Se R3 verrà utilizzato nuovamente accanto a Hewie, Fiona si piegherà verso il basso e dirà "Shake!" in modo tale che Hewie darà la zampa per un secondo.

Durante la battaglia

Quando Hewie si troverà di fronte a un nemico, i comandi saranno leggermente diversi. Hewie tenderà a ringhiare verso il persecutore.

  • Con SU, Fiona dirà ("Go!") ordinando a Hewie di attaccare. Se verrà premuto ripetutamente mentre Hewie sta già attaccando, il giocatore lo inciterà a mordere di più, aumentando il tempo di attacco e la quantità di danni causati allo stalker.
  • Con GIÙ, Hewie smetterà di mordere, costringendolo a ritirarsi. E' consigliabile utilizzare questa opzione quando Hewie è in procinto a prendere a pugni o calci tenendolo al sicuro dagli eventuali attacchi. E' molto utile soprattutto in Modalità Difficile.
  • DESTRA e SINISTRA hanno le stesse funzioni sia in modalità normale e sia modalità battaglia.
  • Con R3, Hewie aspetterà, aumentando temporaneamente la sua potenza d'attacco. Deve essere affiancata all'opzione SU, così Hewie attaccherà ferocemente il nemico.

Una volta finito il gioco almeno una volta, si sbloccherà la Stanza Segreta in cui vi è un mini-gioco dove il giocatore può controllare Hewie in vari eventi del gioco. Hewie dovrà guidare Fiona verso l'uscita il più velocemente possibile. Il gioco è formato da quattro livelli:

  • Debilitas nella Foresta;
  • Daniella nel Castel Belli;
  • Riccardo nel Castello Belli (mentre lui è invisibile);
  • Lorenzo nella Foresta.

Curiosità

  • Un cane randagio molto somigliante a Hewie appare in Resident Evil 4. Leon S. Kennedy ha la possibilità di salvarlo da una trappola per orsi. Se lo fa, il cane lo aiuterà a sconfiggere il suo primo boss, El Gigante.
  • Il nome di Hewie è la prima parola pronunciata all'inizio del gioco.
  • Nella Modalità Normale, Hewie non può morire. Tuttavia, nella Modalità Difficile, se Hewie esaurirà la resistenza, il gioco finirà.
  • Nella Modalità Difficile, i commenti di Hewie sostituiranno quelli di Fiona. Saranno disponibili nel menù del gioco.


Debilitas

Debilitas è il primo boss del gioco. Nonostante sia uno degli antagonisti, non è affatto un personaggio malvagio.

Aspetto

E' un uomo gobbo affetto da una grave forma di autismo dagli occhi tondi color castano scuro e i capelli castano chiaro. Indossa una maglia bianca sudicia e sporca di sangue, un braccialetto di pelle di animale sul braccio sinistro, un paio di pantaloni grigi consumati (sul cui passante conserva le chiavi del castello) e un paio di mocassini di pelle.

Nella Modalità Difficile indossa una maglia marrone scuro.

Biografia

Nel castello svolge il ruolo di tuttofare e giardiniere. Ma in pochi sono a conoscenza del fatto che, Debilitas è un omuncolo. Quando Riccardo era più giovane, tentò di creare una vita come fece Lorenzo, utilizzando come base la placenta di un cane. Essendo uno dei primi esperimenti di Riccardo, si rivelò una creazione riuscita male. Tuttavia, Debilitas si rese utile catturando animali per gli esperimenti di Riccardo.

Personalità

Debilitas ha la capacità mentale di un bambino. Comprende solo un linguaggio semplice con frasi brevi. Adora le bambole, proprio per questo scambia Fiona per tale e la insegue per tutto il castello.

Storia

Prima della partita, Debilitas cattura Hewie. A seguito del salvataggio di quest'ultimo per mano di Fiona, Debilitas li molesta entrambi finché non si ritrovano tutti e tre nella cappella, nella quale Fiona è costretta a combattere contro di lui. La battaglia ha due esiti diversi:

  • Fiona può far cadere un grande lampadario sopra di lui facendo in modo che non sia più una minaccia per la ragazza;
  • Ucciderlo.

Tuttavia, se lei gli permette di vivere, egli mostrerà la sua vera personalità da bambino innocente.

Egli può anche essere visitato più tardi nella sua baracca e, per farsi perdonare, dona a Fiona la chiave della stanza chiusa situata nel bagno. La sala contiene degli stivali di metallo (che potenziano i calci di Fiona) e la chiave del cancello, sbloccando il Finale C.

Gameplay

Debilitas spesso appare quando il giocatore ha appena completato un'enigma. Durante le prime parti del gioco, se Fiona procurerà molti danni a Debilitas, egli fuggirà dal dolore. Tuttavia, dopo aver trovato il rifrattore lunare (nel cassetto della scrivania della biblioteca), Debilitas diventerà più aggressivo.

Egli è forte e persistente, ma può essere facilmente messo in fuga. Ciò nonostante, può uccidere facilmente Fiona con il suo "abbraccio da orso oppure quando Fiona è in preda al panico. Debilitas raramente riesce a trovare Fiona nei nascondigli.

Curiosità

  • E' possibile che Debilitas abbia paura di Daniella. Quando quest'ultima si trova in cucina vicino ai fornelli, Debilitas non apparirà, trasformando la cucina in una sorta di "tana".
  • Debilitas (il cui nome deriva dal latino con il significato di "debolezza") è probabilmente un riferimento alla sua "debole" capacità mentale.


Daniella

Daniella è il secondo boss del gioco.

Aspetto

È una donna molto attraente dalla carnagione bianca, gli occhi grigi, i capelli di un insolito colore violetto metallizzato raccolti in due trecce a boccoli e con un ciuffo che le ricopre l'occhio destro. Indossa un lungo vestito blu-verde da cameriera, con il simbolo di Caduceo sui lati delle braccia, un grembiule bianco macchiato di sangue e delle scarpe e calze nere. Le mani presentano dei tagli profondi e le dita sono sporche di sangue.

Nella Modalità Hard il suo vestito è color rosso cardinale.

Biografia

Essa ha il ruolo di domestica del castello. Daniella non è affatto un omuncolo, malgrado le dicerie popolari e i commenti della stessa come "Il mio creatore dice che io sono la donna perfetta...", bensì una vera donna. Probabilmente quando era ancora una bambina è stata rapita da Lorenzo per far sì che si occupasse del castello poiché quest'ultimo è costretto su una sedia a rotelle. Forse, tramite l'assunzione di droghe, Daniella ha perso ogni forma di ricordo legato alla propria infanzia. Inoltre, non può provare emozioni come il piacere, il dolore o la gioia, né sperimentare le sensazioni generate dal contatto fisico. Uno dei suoi passatempi è quello di prendersi cura del proprio giardino di mandragore.

Personalità

All'inizio Daniella appare impassibile e priva di enfasi, ma in seguito si scopre che è vittima di un forte disturbo della personalità. E' una donna mentalmente instabile ed è incline agli sbalzi d'umore alternando il suo violento senso di invidia per Fiona ai suoi doveri di cameriera ignorandola del tutto. Per di più, ella manifesta una violenta forma di Eisoptrofobia, la paura ossessiva degli specchi e, in alcune occasioni, presenta delle stigmate agli occhi. Le sue lievi conoscenze in alchimia la inducono a capire che con l'Azoth di Fiona sarà in grado di provare le emozioni di una donna "completa" e che, per otternerlo, dovrà ucciderla ed estirparlo dal suo utero.

Storia

Pochi sanno che Daniella, sotto la richiesta del suo padrone, sblocca il lucchetto della gabbia di Fiona situata nelle segrete del castello. Nel loro primo incontro, esorta Fiona ad indossare gli abiti che le ha preparato sul letto della suite. La ragazza, confusa e disorientata, le porge alcune domande, ma la domestica risponde in modo vago rivolgendosi al ritratto di Lorenzo. Alla vista di quel quadro, Fiona vede un piccolo flash-back dell'incidente automobilistico nella quale è stata coinvolta e, accasciandosi a terra, si rende conto che Daniella è sparita. Più tardi, Fiona la incontra in cucina mentre è intenta a preparare la cena. In seguito, Fiona scruta dallo spioncino della porta di una delle stanze del castello e osserva che Daniella viene picchiata da Riccardo, ma quest'ultima si accorge della presenza di Fiona dall'altra parte della porta e le porge un sorriso quasi maligno terrorizzando la ragazza.

Dopo la sconfitta di Debilitas, Daniella invita Fiona a partecipare alla cena. Nel corso di questa, essa rivela alla ragazza che non è in grado di sperimentare dolore e piacere. Fiona, imbarazzata, la ringrazia per la cena ed esce dalla sala nauseata e priva di energia a causa della cena che la domestica le ha preparato.

Un attimo dopo, Daniella entra nella suite nella quale Fiona riposa e, osservandola attentamente, le tocca violentemente il grembo svegliandola. Con tono meccanico dice alla ragazza terrorizzata che non è completa e inizia a colpire ripetutamente con la testa una finestra della stanza provocandone la rottura. Dopodiché stacca un frammento di vetro grande quanto una sciabola, bacia il suo riflesso e inizia a perseguitare Fiona per il tutto il castello. Durante la fuga, Fiona inciampa su una scala e mentre Daniella le si avvicina con aria minacciosa, nota uno specchio affisso sulla parete e inizia ad urlare alla vista del suo riflesso. Così Fiona coglie l'occasione per scappare lontano da lei.

A seguito di una lunga fuga, Fiona e Hewie arrivano in un osservatorio di stelle con uno specchio circolare al centro della stanza e sopra di esso una cupola di vetro. Daniella, vedendo lo specchio sotto di lei, inizia ad urlare causando la rottura della cupola. Un enorme frammento di vetro, infine, le trapassa il cuore e, nel suo ultimo istante di vita urla e sorride, felice per aver finalmente sperimentato il dolore, morendo soddisfatta.

Gameplay

Tra tutti gli altri boss, Daniella è la più veloce ed è anche la più crudele; quando non riesce a trovare Fiona, in preda alla rabbia, si avventa su Hewie. Il suo senso dell'ordine da domestica la porta ad essere l'unico boss che chiude le porte dietro di lei. Inoltre è l'unica che può essere distratta momentaneamente dagli specchi sparsi tra le stanze della magione e l'unica a nascondersi nei nascondigli che può utilizzare Fiona, come gli armadi. Hewie è in grado di avvertire la sua presenza in essi e avvertirà il giocatore ringhiando. Se ciò accadrà è consigliabile evitare di interagire con il nascondiglio poiché euesto può provocare uno stato di panico in Fiona.

Nella battaglia finale, Hewie deve distrarre Daniella mentre Fiona deve spostare quattro blocchi sui pannelli colorati per attivare lo specchio lucente circolare.

Armi

Daniella dispone dell'enorme frammento di vetro della finestra o dell'attizzatoio per camino (che potrà utilizzare soltanto se il giocatore interagirà con Daniella mentre controlla il camino della Stanza della Verità rendendola più aggressiva e pericolosa).

Curiosità

  • Si può notare che Daniella ha sempre le mani sporche di sangue o piene di tagli. Probabilmente è dovuto al fatto che abbia provato a tagliarsi per sentire dolore. Tuttavia questo dettaglio non viene mai menzionato nel gioco.
  • Fiona non conosce il nome di Daniella. Difatti, quando si rivolge a codesta, usa le parole "lei" o "la cameriera". Il suo nome è elencato solo nel libretto del

videogioco e nei visualizzatori di immagini e di modelli della "Stanza Segreta".

  • Daniella possiede una tinta per capelli viola, quasi la stessa tonalità della pelle di Lorenzo nella Modalità Difficile. E' possibile che il colore viola sia collegato ad una sostanza alchemica o all'Azoth stesso.
  • E' probabile che Daniella stesse cucinando dei resti umani nella pentola e, forse, si trattava di Ayla, la madre di Fiona.
  • L'unico finale in cui lei non muore è nel "Dona Nobis Pacem".
  • Dopo la morte di Daniella nella Modalità Difficile, il suo abito non è più rosso, ma è del suo colore originale.


Riccardo

Riccardo Aureolus Belli è il terzo boss del gioco.

Aspetto

Inizialmente, Riccardo si mostra con un cappuccio che gli ricopre metà del viso. E' un uomo calvo sotto i 54 anni con gli occhi grigi. Indossa, come detto precedentemente, un cappuccio (che indossa nella prima metà del gioco), un abito marrone da frate con il simbolo di Caduceo sul petto e con una corda legata sui fianchi.

Nella Modalità Difficile il suo vestito è color azzurro chiaro.

Biografia

Riccardo è un omuncolo creato da Lorenzo, subito dopo la fuga di Ugo dal Castel Belli. Tuttavia, egli è stato creato senza Azoth. Al fine di rallentare l'invecchiamento, Riccardo intrappola animali di vario tipo nei dintorni del castello ed estrarre il loro Azoth.

Egli ha il ruolo di custode del castello. Inizialmente afferma di essere un grande alchimista ma, in realtà, egli è un servo. Dal momento che Lorenzo è confinato su una sedia a rotelle, ordina a Riccardo le cose che non può fare lui. Tuttavia, lo abbiamo visto dare ordini a Debilitas e schiaffeggiare Daniella sul volto. Egli, inoltre, è aggressivo anche nei confronti Hewie, poiché lo aveva legato a un tronco d'albero con una corda.

Riccardo vuole impossessarsi dell'Azoth di Fiona con lo scopo di rinascere immortale, gridandole spesso "Accoglimi nel tuo ventre!".

Storia

Nella Foresta, Riccardo rivela a Fiona che lui e Ugo, il padre di Fiona, sono cloni di Lorenzo, anche se Ugo è il solo ad aver ricevuto l'Azoth. Riccardo non è riuscito ad ottenere l'Azoth da Ugo, ma si rese conto che sua figlia lo possedeva. Riccardo viene sconfitto nella battaglia in cima alla Torre sull'acqua cadendo da essa per mano di Hewie. Nella Modalità Difficile, c'è una scena extra in cui Lorenzo raggiunge il cadavere di Riccardo strisciando e ne risucchia l'Azoth.

Se il giocatore ottiene il finale (D) "Tu Fui, Ego Eris", Riccardo cattura Fiona e la ingravida. Egli entra nella stanza di Fiona mentre dorme e la accarezza teneramente sul viso e sul ventre. Fiona, in avanzato stato di gravidanza, si sveglia sorridendo e ridendo come se fosse impazzita.

Gameplay

A differenza degli altri stalker, Riccardo non ha alcuna intenzione di uccidere Fiona durante la fuga. Al contrario, però, se Fiona si avvicina troppo può correre il rischio di essere sparata e uccisa con la pistola. Egli è l'unico che può ucciderla all'istante utilizzando un attacco a distanza. Fortunatamente, Riccardo vuole solo spaventarla sparando in aria. E' sconsigliabile prenderlo a calci poiché alcune volte, per contrattaccare, spingerà Fiona sul pavimento e la sparerà nella schiena.

Il vero pericolo è che possa sparare e ferire gravemente Hewie, lasciando Fiona in balia di se stessa. In questo, Fiona sarà costretta a lasciare temporaneamente Hewie per nascondersi.

Un altro pericolo sono gli omuncoli che si aggirano per la magione che possono attirare l'attenzione di Riccardo.

Nella Torre, Riccardo diventa invisibile diventando un nemico mortale, e l'unico modo per capire se Riccardo è il ringhio di Hewie o la sua track. Tuttavia, egli scompare più velocemente.

Armi

Riccardo, nella prima parte del gioco, mentre insegue Fiona, è in possesso di una revolver. Successivamente, però, farà uso dei pugni e dei calci.

Curiosità

  • Il nome "Riccardo" è la versione italiana di Richard, che significa "sovrano". Questo è sicuramente dato al suo desiderio di essere il nuovo proprietario del Castel Belli.
  • Riccardo, come Fiona, sa suonare il pianoforte. In un filmato suona Liebestraum No. 3.
  • Tecnicamente, Riccardo è lo zio di Fiona, fratello di Ugo e figlio di Lorenzo.
  • A differenza di Ugo, Riccardo ha cicatrici su tutto il viso. Questo potrebbe essere un effetto collaterale del "metodo a secco".
  • La morte di Riccardo è l'unica che è affiancata da una scena speciale che può essere vista solo con la Modalità Difficile.
  • E' chiaro che Riccardo non è il clone preferito di Lorenzo (non a caso lo definisce la "mela marcia" della famiglia Belli), dal momento che Riccardo è stato disobbediente nei suoi confronti. Si dice che Riccardo era in cerca dell'Azoth, non solo per rinascere immortale, ma anche per evitare che Lorenzo raggiungesse tale obiettivo al suo posto.
  • C'è una trappola che può essere attivata solo per Riccardo. Essa è situata nella sala del Decompositore, dove ìpuò cadere in un pozzo se attirato sulla parte più fragile del pavimento.


Lorenzo

Lorenzo Aureolus Belli è il principale antagonista di Haunting Ground e quarto ed ultimo boss del gioco. Lui è un discendente di Aureolus Belli nella 13 ° generazione.

Aspetto

Lorenzo è un potente alchimista di 90 anni costretto su una sedia a rotelle. Grazie all'Azoth di Riccardo, egli riesce a ringiovanire diventando prima da uomo di mezza età e, infine, un uomo di circa 20 anni. Egli ha i capelli grigi e leggermente calvo (da giovane ha i capelli lunghi e rossi). Indossa una giacca color creta con le maniche a tre quarti con la pelliccia beige e con decorazioni dorate ai bordi e sui fianchi; sotto di essa ha una maglia marrone (Lorenzo giovane, invece, si presenta a torso nudo), una collana con quattro corni e un ciondolo al centro, due bracciali di oro al braccio sinistro e uno su quello destro, una gonna lunga viola con dei disegni in basso e delle scarpe di pelle.

Nella Modalità Difficile, Lorenzo anziano ha la pelle viola, la giacca color senape e le orbite oculari vuote. Lorenzo giovane (e di mezza età), invece, ha la giacca marrone scuro, la pelliccia bianca e la gonna blu. Infine, solo Lorenzo giovane ha i capelli e gli occhi bianchi.

Storia

Fiona, dopo essersi liberata di Debilitas, Daniella e Riccardo, incontra Lorenzo, che rivela le sue vere intenzioni: ha bisogno dell'Azoth per diventare immortale e stava aiutando Fiona con lo scopo di avvicinarla a lui. Lorenzo è infinitamente persistente e non cesserà inseguimento, tornando in vita ogni volta Fiona tenterà di ucciderlo anche se più debole.

La terza volta in cui ritorna, Lorenzo ringiovanisce diventando più forte e durante la battaglia finale viene spinto in un pozzo di lava. A questo punto, il castello inizia a tremare. Così Fiona e Hewie cercano lasciare il castello, ma Lorenzo torna un'ultima volta ad inseguirli sotto forma di figura scheletrica fiammeggiante. Durante la fuga, una statua cade su Fiona, ma cercherà di spingerla al suo posto. Alla fine Lorenzo soccomberà tra le fiamme morendo per sempre.

Curiosità

  • Quando Fiona è nascosta, Lorenzo, durante la sua ricerca, dice "ti ho trovato", anche se non è vero.
  • Tecnicamente, Lorenzo è il nonno di Fiona e padre di Riccardo e Ugo.
  • Durante il gioco, Lorenzo spia Fiona per tutto il tempo servendosi dei filmati o di altri strumenti. La cosa inquietante è che, all'inizio del gioco, la spia attraverso uno spioncino del suo ritratto, mentre Fiona si veste.
  • Il personaggio di Lorenzo è probabilmente ispirato al famoso alchimista Paracelso, il cui vero nome era Philippus Aureolus Theophrastus Bombastus von Hohenheim. Per di più, Paracelso ha introdotto l'idea secondo cui il cosmo viene ricavato da tre sostanze spirituali: mercurio, zolfo e sale (tre delle parole da stampare sulle lastre per completare l'enigma del drago a tre teste). Un altro fatto che potrebbe dimostrare questa teoria è l'enigma della biblioteca, in cui ci sono 3 libri da posizionare sugli scaffali, ma ci sono cinque autori: Agrippa, Fulkanelli, Flamel, Sangerman, e , appunto, Paraculeus (forse un errore di ortografia del nome "Paracelsus" ).


Ugo Belli

Ugo Aureolus Belli è il padre di Fiona e il marito di Ayla.

Aspetto

E' un insegnante di 54 anni dai capelli castano chiaro e gli occhi verdi. Fisicamente, Ugo appare molto più vecchio di Riccardo poiché non ha utilizzato il "metodo a secco".

Biografia

Ugo era un clone creato da Lorenzo, il quale gli donò l'Azoth al fine di persuaderlo a continuare la ricerca iniziata da Aureolus Belli. Tuttavia, Ugo scelse di vivere una vita mortale e si innamorò di Ayla, lasciò Castel Belli e la sposò, con grande delusione di Lorenzo. In seguito, Riccardo continua la missione interrotta da Ugo. Nel frattempo, Ugo e Ayla danno la luce a Fiona. Pur essendo un omuncolo, Ugo è stato in grado di concepire Fiona grazie all'Azoth.

Diciotto anni dopo, Riccardo provoca un incidente automobilistico che causa la morte di Aya. Egli si reca verso la vettura, pugnala Ugo e rapisce Fiona.

Curiosità

  • Esaminando il vino nella cantina del castello, Fiona accenna al fatto che suo padre era un buon intenditore di vino.
  • Tecnicamente, Ugo è il figlio di Lorenzo e il fratello di Riccardo.
  • Dalle epoche date, Lorenzo creò Ugo all'età di 36 anni (90-54 = 36). Casualmente, Fiona nacque quando Ugo aveva 36 anni (54-18 = 36).


Ayla Belli

E' la madre di Fiona Belli e la moglie di Ugo Belli.

Aspetto

È un'insegnate di 45 anni bionda e con gli occhi azzurri.

Biografia

Lorenzo definisce Ayla una "sgualdrina" poiché fu la causa per cui Ugo lasciò il castello. Non si sa se Ayla era a conoscenza della vera natura del marito. Muore a seguito dell'incidente stradale provocato da Riccardo.

Curiosità

  • E' probabile che Daniella stesse cucinando dei resti umani nella pentola, precisamente Ayla, la madre di Fiona.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Mentre la modalità di gioco e la trama condividono molte analogie con Clock Tower 3, il sistema di comandi da impartire a Hewie (muovendo la levetta analogica destra) è identico a quello di Resident Evil Outbreak. Diversi suoni, come il puntatore dell'inventario e i colpi delle armi da fuoco, richiamano rispettivamente quelli di Resident Evil (remake del 2006) e Resident Evil 2.
  • Nei primi concept del gioco, i vestiti di Fiona possedevano la caratteristica di strapparsi sempre più ad ogni danneggiamento subito, tuttavia questa particolarità non è presente nel progetto finale. Il motivo di questa assenza è sconosciuto.
  • Per un periodo, si è parlato di sviluppare un seguito, tuttavia, il manager Capcom Christian Svensson, ha affermato che tale progetto è stato prontamente cancellato per motivi organizzativi.
  • Verso il 2006 viene rilasciato per Playstation 2 un altro survival horror, Rule of Rose, che presenta caratteristiche e tematiche molto simili ad Haunting Ground, ovvero una ragazza e un cane che si aiutano a vicenda.
  • Il personaggio di Daniella è l'unico che non viene mai menzionato durante tutto il gioco. Il suo nome è reso noto soltanto quando Fiona recupera i suoi abiti dopo essere stata reclusa da Riccado nella torre, e nella descrizione dell'abito è scritto ''"L'abito che Daniella ha preparato per Fiona"''.
  • Nella modalità ''"Stanza Segreta"'', oltre ad essere disponibili diverse gallerie grafiche, musicali e 3D, vi è anche un minigioco nel quale il giocatore controlla Hewie, il cui compito è condurre Fiona presso una meta, evitando che quest'ultima venga attaccata dai suoi stalker.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Aya, "Haunting Ground Review" in Just Adventure, 18 luglio 2005. URL consultato il 25 aprile 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]