Harthacnut di Danimarca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harthacnut
Re di Danimarca
In carica 916-917 - 934/936
Predecessore Sigtrygg Gnupasson
Successore Gorm il Vecchio
Nome completo Hardeknud
Nascita Anglia orientale, 988 circa
Morte Danimarca, 934 o 936
Dinastia Dinastia dei Knýtlinga
Padre Sigurd Serpente nell'Occhio o Erik
Figli Gorm il Vecchio
Religione paganesimo norreno

Harthacnut, Cnut I, (danese: Hardeknud) (988 circa – Northumbria, 934 o 936), fu un re danese che governò la Danimarca tra il 916-917 e il 934-936, anno della sua morte.

Secondo Adamo di Brema, egli era originario della Northmannia (forse riferendosi alla Northumbria, la cui parte meridionale era parte del Danelaw[1]).

Giunse in Danimarca intorno al 916 e ben presto spodestò il re in carica, Sigtrygg Gnupasson del Casato di Olaf; sempre secondo Adamo da Brema ciò accadde "negli ultimi giorni dell'arcivescovo Hager", quest'ultimo morto nel 917.

Alla sua morte gli succedette Gorm il Vecchio, il primo re storicamente accertato di Danimarca.

Fonti storiche[modifica | modifica sorgente]

L'unica fonte primaria che menziona esplicitamente Harthacnut di Danimarca è il Gesta Hammaburgensis Ecclesiae Pontificum di Adamo di Brema, ai versi 1,52 e 1,55[2].

Il verso 1,52 recita: Il figlio di re Sveins, Hardegon nel manoscritto più antico, che poi cambia in figlio di re Sveins, Harthacnut, ma anche in figlio di re Sveins, Athelstan[3].

Il verso 1,55 riporta: Hardecnudth Vurm, un doppio nome non insolito per l'epoca, più tardi cambiato in figlio di Hardecnudth, Vurm e in Athelstan Vurm[3]. Vurm (verme o serpente) era il termine proto-germanico per rendere il nome danese Gorm[4], sicché si potrebbe dedurre che Harthacnut e Gorm siano la stessa persona[5].

Sempre collegato alla figura del serpente (in norreno ormr) era anche il supposto padre di Harthacnut, secondo la saga Ragnarssona þáttr, Sigurd Serpente nell'Occhio (Sigurðr ormr í auga)[6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Oppure si poteva riferire alla Normandia o a qualche territorio del nord, tuttavia il nome Airdeconut (versione anglicizzata di Hardeknut) è riportato anche su una moneta d'argento del Silverdale Hoard, ritrovamento di 200 monete coeve rinvenute a Silverdale, Lancashire)
  2. ^ Adamo di Brema riporta re Sweyn Estridsson come sua fonte. Non si possono tuttavia escludere errori o imprecisioni da parte sua o di re Sweyn, come già alcuni storici hanno potuto osservare, o perlomeno dei passi inverosimili. Rimane tuttavia una fonte più autorevole rispetto alle saghe norrene, come la Ragnarssona þáttr, del più tardo Gesta Danorum
  3. ^ a b Adamo da Brema, Adam af Bremens krønike, traduttore Allan A. Lund, Wormianum, 2000, ISBN 978-87-89531-01-4.
  4. ^ Il verme del sangue era anche un kenning sinonimo di spada.
  5. ^ Il verso 1,56 dice che Vurm fu attaccato dal re Enrico "l'Uccellatore" (916–936), battaglia riportata nel 934, Tuttavia il Res gestae saxonicae sive annalium libri tres di Widukind di Corvey dal verso 1.40 riporta che, nel 936, il re danese Chnuba, padre di Sigtrygg Gnupasson, fu sconfitto e forzato al battesimo. Alcuni storici (es. il reverendo A. V. Storm) hanno avanzato l'ipotesi che Ghnuba ancora regnasse almeno su parte della Danimarca molto dopo di quanto riportato da Adamo da Brema
  6. ^ Saxo Grammaticus riporta invece che fu figlio di Erik, a sua volta discendente di Sigurd

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie
Fonti moderne
  • (EN) A. V. Storm, Pages of early Danish history from the runic monuments of Sleswick and Jutland, vol. 2, Londra, the Viking Club, 1901, pp. 328-347.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore re semi-mitologico dio Danimarca Successore
Sigtrygg Gnupasson 916/917 - 934/936 Gorm il Vecchio