Harsha

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Impero di Harsha al massimo del suo splendore.

Harsha o Harshavardhana (हर्षवर्धन) o Harsha vardhan (590647) fu un imperatore indiano che dominò l'India del Nord per più di quarant'anni.

Egli era il figlio di Prabhakar Vardhan e fratello minore di Rajyavardhan, un re del Thanesar. Al culmine della sua potenza il suo regno si estendeva dal Punjab, al Bengala, all'Orissa e in tutta la pianura Indo-Gangetica a nord del fiume Narmada.

Dopo la caduta dell'Impero Gupta a metà del VI secolo d.C., l'India settentrionale tornò a dividersi in piccole repubbliche e monarchie. Harsha unì le piccole repubbliche dal Punjab all'India centrale e venne incoronato re nell'aprile 606, a soli 16 anni[1].

Le sue imprese furono celebrate dal poeta e scrittore indiano Banabhatta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RN Kundra & SS Bawa, History of Ancient and Meddieval India

Controllo di autorità VIAF: 193711102 LCCN: n50082104