Harry d'Abbadie d'Arrast

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Harry d'Abbadie d'Arrast (Buenos Aires, 6 maggio 1897Monte Carlo, 17 marzo 1968) è stato un regista e sceneggiatore francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Buenos Aires, in Argentina, ma originario della regione basca francese, Harry d'Abbadie d'Arrast studiò a Parigi al liceo Janson-de-Sailly[1]. A Los Angeles, nel 1922, lavorò con Charlie Chaplin per La donna di Parigi e La febbre dell'oro. Messo sotto contratto dalla Paramount dove era arrivato al seguito di Adolphe Menjou, vi girò quattro commedie brillanti, da un ritmo così scintillante che, come dice lo storico del cinema Michel Ciment, vi "è possibile cogliere l'influenza di Lubitsch e del Chaplin di La donna di Parigi"[1]. Dopo alcuni altri film, nonostante il successo di pubblico, il regista venne emarginato a causa di dissapori con i produttori hollywoodiani [1].

Nella seconda metà degli anni quaranta, alla fine della guerra, si stabilisce sulla Costa Azzurra dove vive lontano dagli ambienti cinematografici insieme alla moglie, l'attrice Eleanor Boardman con cui si era sposato nel 1940.

Muore nel 1968, dimenticato da tutti[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

La filmografia è completa.

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Aiuto regista[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Michel Ciment Dizionario Larousse del cinema americano, Gremese editore (1998) ISBN 88-7742-184-3 Pag. 31

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]