Harry Sidebottom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Harry Sidebottom (...) è uno storico e scrittore britannico, esperto di storia romana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Newmarket in Inghilterra. Ha studiato presso le varie scuole e università tra cui Oxford, dove ha preso il dottorato in Storia antica presso il Corpus Christi College. Ha poi insegnato in diverse università tra cui la stessa Oxford, dove ora è docente e Direttore degli studi di Storia antica, presso la St. Benets Hall, oltre ad essere docente di storia antica al Lincoln College. I suoi principali interessi di ricerca scientifica sono la cultura greca sotto l'impero romano e le guerre nell'antichità classica.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Ancient Warfare, Oxford University Press (2004) ISBN 0-19-280470-7
  • Il Guerriero di Roma. Fuoco ad Oriente, Ed. Newton Compton, Roma (2009), ISBN 978-88-541-1700-6. Primo romanzo storico della saga ambientata nell'Oriente romano durante la metà del III secolo.
    • Breve trama: Dopo un'egemonia durata alcuni secoli, almeno da Augusto, con l'avvento dei Sasanidi sul trono di Persia (che avevano sostituito i Parti arsacidi), l'Impero romano si trovò a dover combattere guerre sempre più dure e sanguinose lungo il fronte orientale. A partire dagli anni 229-230, prima il "re dei re" Ardashir I e poi il figlio, Sapore I, cominciarono a mettere pressione e seminare terrore lungo i territori delle province orientali, compresa quella di Siria. Nell'autunno del 255, al fine di fermare l'esercito invasore, fu inviato presso la città di Arete (nome di fantasia della città di Dura Europos) un valido comandante (Dux ripae) di nome Ballista, il quale per tutto il corso dell'inverno si adoperò per migliorare le fortificazioni della città e tentare in modo disperato di fermare l'avanzata sasanide di Sapore I, forte di ben 50.000 armati ed incredibili macchine d'assedio. Ballista, insieme a soli 2.000 soldati romani, è chiamato a organizzare la resistenza e a confrontarsi con un nemico che difficilmente riuscirà a fermare. Questo è l'inizio di una saga ambientata durante il cosiddetto periodo dell'anarchia militare e crisi del III secolo che caratterizzò l'Impero romano.
  • Il Guerriero di Roma. Il Re dei Re, Ed. Newton Compton, Roma (2010), ISBN 978-88-541-1657-3.
    • Breve trama: Nell’anno 256 in tutto l'Impero romano divampa il fanatismo religioso, mentre molti cristiani cominciano ad occupare cariche di potere, sfruttando la loro influenza per minare la stabilità di Roma. Contemporaneamente lungo le frontiere orientali, i Persiani sasanidi tornano ad agitarsi. La loro cavalleria catafratta raccoglie continue vittorie contro le armate romane. L’Impero romano appare così sotto attacco, dentro e fuori i suoi confini. Per questo il generale Ballista, dopo l’eroica ma sfortunata difesa della città di Arete (da identificare con Dura Europos), torna alla corte dell'Imperatore romano, Valeriano. Tra intrighi di palazzo e lotte di potere per il trono imperiale, molte persone vogliono la morte del leggendario condottiero che ci ha appassionato nel primo libro della saga e che lo vedrà ancora una volta combattere i Persiani in Oriente a fianco del suo Imperatore.
  • Il Guerriero di Roma. Sole bianco, Ed. Newton Compton, Roma (2011), ISBN 978-88-541-2815-6.
    • Breve trama: Terzo appuntamento della saga, cominciata con Fuoco ad Oriente, qui vediamo che l'Imperatore romano, Valeriano, tradito dal suo consigliere più fidato, è catturato dai Sasanidi (nel 260). La vergogna dei vinti si abbatte su Roma. La descrizione è avvincente quando l'imperatore romano, ormai fragile e vecchio si prostra davanti a Sapore I, "re dei re", come appare realmente anche nei rilievi sulla roccia di Naqsh-i-Rustam (non molto distanti dalla capitale Persepoli). Ballista osserva impotente questi avvenimenti, ma egli fa voto di vendicarsi contro coloro che hanno portato l'impero sull'orlo della distruzione con il loro tradimento. Intanto in Occidente il figlio Gallieno, è costretto a respingere una nuova invasione di barbari alle porte di Milano, non potendo, quindi, intervenire in Oriente per salvare il padre Valeriano. Ballista, il "Guerriero di Roma", affronta la sua sfida più grande.
  • Il guerriero di Roma. Il silenzio della spada, Ed. Newton Compton, Roma (2012), ISBN 978-8854139688.
    • Breve trama: Quarto appuntamento della saga. Ambientato nel 262, al termine di una guerra civile che ha visto la sconfitta di alcuni pretendenti alla porpora imperiale di Roma, l'imperatore Gallieno deve difendere il proprio trono ad Oriente dalle armate sasanidi e dalla furia devastante dei Goti. Masse di barbari invasori premono lungo i confini imperiali. La città di Efeso viene assaltata dai barbari e depredata, in seguito alla distruzione causata da un terribile terremoto, e i suoi abitanti credono che ciò sia dovuto all'ira degli dèi. Marco Clodio Balista, l'anglo vir eminentissimus, ormai fedele guerriero di Roma, cerca di proteggere da questi pericoli la sua famiglia, figli, moglie (Giulia) e amici. Intanto l'imperatore Gallieno, è incerto su da farsi: non sa se mandare a morte il suo abile generale o salvarlo per utilizzarlo ancora una volta contro le costanti invasioni dei barbari. Contemporaneamente i Goti sono decisi ad ucciderlo. Una missione difficile gli viene destinata: difendere le Porte Caspiche, ultimo baluardo difensivo imperiale in Oriente fra i Monti del Caucaso, contro nuove incursioni di predoni sciti e sarmati. Balista accetta di recarsi in quei luoghi con a fianco i soliti fidati amici e la bellissima Pitonessa, principessa discendente dalla maga Medea, della quale si innamorerà.
  • Il guerriero di Roma. La battaglia dei lupi, Ed. Newton Compton, Roma (2014), ISBN 978-8854160347.
  • Fields of Mars: A Cultural History of Greek and Roman Battle, Granta Books (2004)
  • Blackwell Encyclopedia of Ancient Battles (curatore con Michael Whitby) (Data prevista di pubblicazione: ottobre 2010)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 89839813