Harry Schell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harry Schell
Dati biografici
Nome Henry O'Reilly Schell
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1950-1960
Scuderie Cooper, Talbot-Lago, Maserati, Simca-Gordini, Ferrari, Vanwall, BRM
Miglior risultato finale 6º (1958)
GP disputati 56
Podi 2
Punti ottenuti 32
 

Henry "Harry" O'Reilly Schell (Parigi, 29 giugno 1921Silverstone, 13 maggio 1960) è stato un pilota automobilistico statunitense, morto durante le prove dell'BRDC International Trophy al volante di una Cooper.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Harry Schell nacque in una famiglia appassionata di automobilismo.[1] Il padre era infatti un pilota professionista, mentre la madre, Lucy O'Reilly, era una ricca ereditiera irlandese che prese parte a diverse corse, imponendosi anche nella Coupe des Dames al Rally di Montecarlo del 1929.[1] I due, che correvano per l'Ecurie Bleue, rimasero però vittima di un grave incidente nel 1940: Laury Schell morì, mentre la moglie riportò gravi ferite e fu costretta ad interrompere la carriera. Dovendo partecipare ad una gara ad Indianapolis l'Ecurie Blue pensò di sostituirli con il figlio.[1] Harry Schell iniziò così la sua carriera.

Costretto ad interrompere la sua partecipazione alle competizioni automobilistiche per lo scoppio della seconda guerra mondiale, riprese a correre subito dopo il termine del conflitto. Nel 1950 fece il suo esordio in Formula 1 guidando la prima vettura a motore posteriore dell'epoca, pur senza giungere a punti nella sua prima stagione.[1] Negli anni seguenti disputò diverse gare anche in Formula 2 e nelle gare sport prototipo. Nella massima serie cominciò ad ottenere buoni risultati nella seconda metà degli anni cinquanta arrivando sul podio in diverse gare extra campionato e concludendo secondo al Gran Premio d'Olanda 1958 e terzo nel Gran Premio di Pescara 1957.

Nel 1960 rimase vittima di un grave incidente durante le prove del BRDC International Trophy che gli costò la vita.

Harry Schell è stato sepolto presso il cimitero di Brunoy, vicino a Parigi.

Risultati in Formula 1[modifica | modifica sorgente]

1950 Scuderia Vettura Flag of the United Kingdom.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Horschell[2] Ecurie Bleue Cooper T12/Talbot-Lago T26C Rit 8 0
1951 Scuderia Vettura Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
Enrico Platé Maserati 4CLT/48 12 Rit 0
1952 Scuderia Vettura Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Enrico Platé Maserati 4CLT/50 Rit Rit 17
1953 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Equipe Gordini Gordini T16 7 Rit 7 Rit Rit Rit 9
1954 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
Vettura Privata[3] Maserati A6GCM[4] 6 Rit 12 7 Rit Rit 0
1955 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Officine Alfieri Maserati[5] Ferrari[6] Vandervell Products Maserati 250F Ferrari 555 Vanwall 254 6 Rit NP 9 Rit 0
1956 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Vandervell Products[7] Vanwall 254 Rit 4 10 Rit Rit Rit 3 17º
1957 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Pescara-Stemma.png Flag of Italy.svg Punti Pos.
Officine Alfieri Maserati[8] Maserati 250F 4 Rit 5 Rit 7 3 5 10
1958 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of Morocco.svg Punti Pos.
Owen Racing Organisation[9] BRM P25 6 5 2 5 Rit 5 Rit 6 Rit 5 14
1959 Scuderia Vettura Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg US flag 49 stars.svg Punti Pos.
Owen Racing Organisation[10] BRM P25 Rit Rit 7 4 7 5 7 Rit 5 13º
1960 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of the United States.svg Punti Pos.
Ecurie Bleue Cooper T51 Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Drivers: Harry Schell, Grandprix.com. URL consultato il 5 maggio 2012.
  2. ^ Con questa Scuderia su Cooper T12 partecipò al solo Gran Premio di Monaco 1950
  3. ^ Ad esclusione del Gran Premio di Svizzera 1954 in cui gareggiò su Maserati 250F per le Officine Alfieri Maserati
  4. ^ Nel Gran Premio di Spagna 1954 gareggiò con una Maserati 250F
  5. ^ Solo per il Gran Premio d'Argentina 1955
  6. ^ Solo per il Gran Premio di Monaco 1955 e Gran Premio del Belgio 1955
  7. ^ Ad eccezione del Gran Premio di Germania 1956 in cui gareggiò su Maserati 250F per la Scuderia Centro Sud
  8. ^ Ad eccezione del Gran Premio d'Argentina 1957 in cui gareggiò su Maserati 250F per la Scuderia Centro Sud
  9. ^ Ad eccezione del Gran Premio d'Argentina 1958 in cui gareggiò su Maserati 250F per il team di Joakim Bonnier
  10. ^ Ad eccezione del Gran Premio degli Stati Uniti 1959 in cui gareggiò su Cooper T51 per la Scuderia Ecurie Bleue