Harry Bartell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Harry Bartell (New Orleans, 28 novembre 1913Ashland, 26 febbraio 2004) è stato un attore statunitense.

È apparso in 12 film dal 1943 al 1965 ed ha recitato in più di 50 produzioni per il teleschermo dal 1952 al 1975.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Harry Bartell nacque a New Orleans il 28 novembre 1913. iniziò come annunciatore e interprete alla radio. In particolare come interprete di radiodrammi, fu una delle voci più popolari tra gli anni quaranta e gli anni 60 e partecipò a serie quali Escape e la popolare Gunsmoke, oltre ad alcune delle più note serie radiofoniche western del periodo.[2] Debuttò al cinema agli inizi degli anni quaranta e in televisione agli inizi degli anni cinquanta.

Dagli anni cinquanta agli anni settanta collezionò numerose presenze in decine di serie televisive come guest star o personaggio minore, talora con ruoli diversi in più di un episodio, come in 13 episodi di Dragnet, tre episodi di Lucy ed io, tre episodi di Letter to Loretta, tre episodi di Four Star Playhouse, tre episodi di The Rebel, 10 episodi di Gunsmoke, 13 episodi di Dragnet e sette episodi di Dragnet 1967. Prese parte anche ad un episodio della serie classica di Ai confini della realtà.[3] La sua carriera cinematografica è composta da diverse presenze con varie interpretazioni tra cui quelle di Joe in Vita inquieta del 1953, il tenente Tech Stevens in Mandato di cattura del 1954, Boland in Pioggia di piombo del 1954, padre Bonelli in La rapina del secolo del 1955, Sam Green in Johnny Concho del 1956, Conrad Hertz in La gang della città dei divorzi del 1957, Harry Graham in Gli evasi del terrore del 1958 e Tom Walsh in Infamia sul mare del 1958ì.[1]

Terminò la carriera televisiva interpretando Phillip Ganzer nel film TV Mobile Two che fu mandato in onda nel 1975. Per quanto riguarda le interpretazioni per il grande schermo, l'ultima è quella nel film Un'idea per un delitto del 1965 in cui recita nel ruolo di un detective.[3] Morì a Ashland, in Oregon, il 26 febbraio 2004.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Internet Movie Database, op. cit.
  2. ^ a b Find a Grave, op. cit.
  3. ^ a b (EN) IMDb, Ruoli in serie televisive. URL consultato il 10 dicembre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76147008