Harold Shipman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harold Frederick Shipman
Soprannomi Dottor Morte
Nascita 14 gennaio 1946
Morte 13 gennaio 2004
Vittime accertate 15-215+
Vittime sospettate 260-345+
Periodo omicidi 1975 - 1998
Luoghi colpiti Hyde (Greater Manchester)
Metodi uccisione Iniezioni letali di morfina
Arresto 7 settembre 1998
Provvedimenti Condanna a 15 ergastoli
Periodo detenzione 7 settembre 1998 - 13 gennaio 2004

Harold Frederick Shipman (Nottingham, 14 gennaio 1946Wakefield, 13 gennaio 2004) è stato un criminale e assassino seriale britannico, che uccise avvelenandole un numero compreso tra 215 e oltre 260[1] o addirittura 345[2] persone con la morfina; a processo gli furono attribuite solo 15 vittime[3].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Harold Frederick "Fred" Shipman[4] nacque il 14 gennaio 1946 nel Nottinghamshire da Vera e Harold Shipman, di professione camionista[5]: i suoi genitori erano dei devoti metodisti[5] e il ragazzo era particolarmente legato alla madre, la quale però morì di cancro ai polmoni durante la sua adolescenza[5], il 21 giugno 1963. Questo fatto lo turbò profondamente, tuttavia rimase affascinato da come la morfina riuscisse a calmare i dolori lancinanti della madre. Nel 1970 si laureò in medicina a Leeds e cominciò a esercitare la professione di dottore.

Shipman era un medico di famiglia come tanti altri, conduceva una vita normalissima ed era una persona stimata all'interno della sua piccola comunità. Tutto ciò cambiò quando, dopo la morte di una sua anziana paziente, all'atto dell'apertura del testamento si notò che esso era stato falsificato, sancendo l'attribuzione al medico di una ingente somma di denaro. Fu dunque riesumato il cadavere, e si scoprì che l'anziana signora non era morta per cause naturali bensì per un'overdose di morfina, somministrata 3 ore prima del decesso (la morfina permane molto a lungo nei cadaveri). Furono riesumate allora le salme di altre pazienti del medico morte di recente, e in alcune furono trovate tracce della stessa sostanza che aveva ucciso la prima vittima. Il 7 settembre 1998 Shipman venne arrestato.

Il numero delle vittime di Shipman è ignoto: quelle accertate sono poco più di una dozzina, morte poco tempo prima della scoperta del primo delitto. Il medico tuttavia aveva lavorato per una trentina di anni, quindi si suppone che le morti furono assai più numerose. Uno studio statistico, fatto confrontando il numero di decessi tra i pazienti di Shipman con quelli di altri medici della zona nel corso del periodo di attività del medico, ha dimostrato che le sue vittime sarebbero state almeno 223. Sotto le sue cure in generale morirono 459 persone. Gli omicidi attribuitigli nel processo furono 15, con 15 condanne all'ergastolo. Le vittime erano tutte persone di una certa età, che lui uccideva per poi attribuire la morte (nel referto) a "cause naturali", plausibili nel caso di persone anziane.

Quindi Shipman, condannato alla reclusione, si suicidò in carcere la mattina del 13 gennaio 2004, impiccandosi con le sue lenzuola.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.the-shipman-inquiry.org.uk/6r_page.asp?ID=3401
  2. ^ "I Serial Killer, di Vincenzo M. Mastronardi & Ruben de Luca, Newton & Compton editori, settembre 2005, Roma. ISBN 88-541-0459-0"
  3. ^ "Serial Killer. Storie di ossessione omicida, di Carlo Lucarelli & Massimo Picozzi, Milano, edizioni A. Mondadori, 2003. ISBN 88-04-51634-8"
  4. ^ Harold Shipman: The killer doctor BBC News, 13 gennaio 2004]
  5. ^ a b c Kaplan, Robert M. (2009). Medical Murder: Disturbing Cases of Doctors Who Kill. Allen & Unwin. pp. 59–60. ISBN 1741756103.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 70887358

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie