Hardy Krüger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hardy Krüger

Hardy Krüger, pseudonimo di Eberhard Krüger (Berlino, 12 aprile 1928), è un attore cinematografico e documentarista tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1941 Krüger fece parte della "Scuola di Adolf Hitler" presso l'Ordensburg Sonthofen. Nel 1944, all'età di 16 anni, fu arruolato forzatamente nella fanteria tedesca[1]. Nel marzo del 1945 entrò nella 38. SS-Grenadier-Division "Nibelungen", dove fu coinvolto in pesanti combattimenti finché non venne fatto prigioniero dagli americani. Una volta liberato, partì per una tournée teatrale con la Compagnia di Stato di Amburgo e iniziò nel contempo a recitare anche per la radio[2].

Già all'età di quindici anni, le sue caratteristiche fisiche di bel giovane di aspetto nordico, con i capelli biondi e il portamento severo e inflessibile, gli avevano consentito l'ingresso nel mondo del cinema con il film Giovane aquila (1944)[3]. Ripresa la carriera nel 1949, dopo la forzata interruzione per gli eventi bellici, Kruger ottenne un certo successo in patria con ruoli a lui particolarmente congeniali di personaggi militareschi, anche se l'attore conquistò la popolarità in altri generi, come nel dramma Illusione donna (1952)[3] e nel film d'avventura Liana la figlia della foresta (1956), che lo imposero all'attenzione del cinema internazionale[2].

L'anno successivo fu chiamato in Gran Bretagna dalla casa produttrice Rank Organisation, che ne fece il protagonista del film bellico Sfida agli inglesi (1957), la storia di un soldato tedesco che riesce a evadere da un campo di prigionia inglese[2], e L'inchiesta dell'ispettore Morgan (1959), in cui interpretò uno straniero che intraprende una relazione con una donna più anziana di lui[1].

Dagli anni sessanta, Krüger divenne assai popolare a livello internazionale, grazie alla partecipazione a diverse produzioni di successo[3], quali Hatari! (1962) di Howard Hawks, girato in Tanganika, dove Krüger - da tempo innamorato dell'Africa - mise a disposizione la propria tenuta Ngongongare Farm quale set per il film. Negli anni successivi continuò ad apparire in pellicole di genere bellico e avventuroso, come Il volo della fenice (1965) di Robert Aldrich, in cui interpretò Heinrich Dorfmann, il rigido e tecnocrate ingegnere che si scontra ripetutamente con il capitano Towns (James Stewart), ruolo che gli fece guadagnare una nomination al premio Golden Globe[3].

Negli anni settanta Krüger continuò la sua attività sui set internazionali, distinguendosi in particolar modo in Barry Lyndon (1975) di Stanley Kubrick, grazie al ruolo dell'ingannevole capitano Potzdorf, e in kolossal bellici quali Quell'ultimo ponte (1977) e I 4 dell'Oca selvaggia (1978), mentre in Europa si dedicò prevalentemente alla realizzazione di documentari[3]. Più recentemente, interpretò il ruolo del feldmaresciallo Erwin Rommel nello sceneggiato televisivo War and Remembrance (1988)[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Hardy Krüger è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c "501 star del cinema", a cura di Steven Jay Shneider, Atlante Edizioni, Bologna, 2008, pag.361
  2. ^ a b c Il chi è del cinema, De Agostini, vol. II, 1984, pag. 293
  3. ^ a b c d e Le Garzantine - Cinema, Garzanti, 2002, pag. 638

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 103610273 LCCN: n85201975