Hans Richter (attore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Hans Richter (Potsdam, 12 gennaio 1919Heppenheim, 5 ottobre 2008) è stato un attore e regista tedesco.

La sua carriera di attore è durata oltre cinquant'anni: il suo esordio risale al 1931 e, fino al 1984, tra film per il cinema e la televisione, ha girato quasi 150 film. Saltuariamente, è stato anche regista.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di musicisti (suo padre era un cantante, sua madre un primo violino), Hans Richter nacque a Nowawes, un villaggio alle porte di Potsdam che era stato fondato da Federico il Grande.

Il piccolo Hans iniziò dodicenne la sua carriera di attore in un film di Gerhard Lamprecht, Emil und die Detektive, nel ruolo di un ragazzino sveglio e impertinente. Ebbe tanto successo che diventò da un giorno all'altro il più popolare attore-bambino del cinema tedesco. Negli anni trenta girò quasi sessanta film, continuando a lavorare anche durante la guerra.

Nel 1943, aveva 24 anni. Dopo le scuole superiori, aveva studiato recitazione con Albert Florath, ma, nel 1944, fu arruolato nell'esercito. Mandato in guerra, venne fatto prigioniero.

A guerra finita, Richter lavorò a Monaco come cabarettista prima di trasferirsi ad Amburgo. Ritornò a lavorare per il cinema nel 1948 con Arlberg-Express, un film austriaco diretto da Eduard von Borsody. Negli anni cinquanta, cominciò anche la sua carriera di attore televisivo che continuò fino agli anni ottanta.

Hans Richter morì il 5 ottobre 2008 a Heppenheim a 89 anni.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 74605151