Hans Reissner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hans Jacob Reissner[1]

Hans Jacob Reissner[1] (Berlino, 18 gennaio 1874Colton, 2 ottobre 1967) è stato un fisico e ingegnere tedesco, per la precisione un ingegnere aeronautico la cui vocazione però era la fisica matematica. Durante la Prima guerra mondiale fu insignito con la Croce di ferro di seconda seconda classe (per civili) per il suo lavoro pioneristico riguardo alla progettazione di aeromobili..

Durante il Terzo Reich fu capace di lavorare nell'industria degli aeromobili, sebbene non avesse un Arierzeugnis. Nel 1938 emigrò andando via dalla nazione per la quale aveva contribuito così tanto. Egli insegnò all'Istituto di Tecnologia dell'Illinois (1938-1944) e poi al Politecnico della New York University a Brooklyn (1944-1954).

Curiosamente, fu questo ingegnere, piuttosto che il fisico o matematico, che per prima risolse l'equazione di Einstein per la metrica di una massa puntiforme con carica.[2] La sua metrica di Reissner-Nordstrom dimostrò che un elettrone ha una singolarità nuda piuttosto che un orizzonte degli eventi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Eric Reissner, Hans Reissner: Engineer, Physicist and Engineering Scientist (disponibile su internet)
  2. ^ (DE) H. Reissner, Ueber die Eigengravitation des electrischen Feldes nach der Einsteinschen Theorie, Annalen der Physik (Leipzig) 50, 106 (1916).

Controllo di autorità VIAF: 22893647 LCCN: no2002092125