Hannah e le sue sorelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hannah e le sue sorelle
Hannah and her sisters screenshot.JPG
Michael Caine e Barbara Hershey
Titolo originale Hannah and Her Sisters
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1986
Durata 103 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Woody Allen
Soggetto Woody Allen
Sceneggiatura Woody Allen
Produttore Robert Greenhut
Fotografia Carlo Di Palma
Montaggio Susan E. Morse
Musiche Johann Sebastian Bach, Michael Bramon, James V. Monaco, Giacomo Puccini, Jule Styne, 39 Steps
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Hannah e le sue sorelle (Hannah and Her Sisters) è un film del 1986 scritto, diretto e interpretato da Woody Allen.

È stato presentato fuori concorso al 39º Festival di Cannes.[1]

Il cast del film comprende numerose stelle di Hollywood oltre ad Allen: Michael Caine, Carrie Fisher, Maureen O'Sullivan, Lloyd Nolan, Max von Sydow e Julie Kavner. Daniel Stern, Richard Jenkins, Lewis Black, Joanna Gleason, John Turturro e Julia Louis-Dreyfus recitano tutti in ruoli minori, come anche Tony Roberts e Sam Waterston, che fanno delle apparizioni non accreditate. Molti dei bambini della Farrow, compresa Soon-Yi Previn, hanno delle particine durante la scena della festa del Giorno del Ringraziamento.

Il film è uno dei più grandi successi al botteghino di Allen.[2]

Trama[modifica | modifica sorgente]

La storia del film ripercorre un anno di eventi tra le due feste per il Giorno del Ringraziamento organizzate da Hannah e da suo marito Elliot. Il personaggio di Hannah è il filo conduttore del film; la sua storia di attrice di successo (il recente trionfo avuto per l'interpretazione di Nora in Casa di bambola) è abbastanza secondaria, ma la maggior parte degli eventi nel film si riconducono a lei.

L'adulterio di Elliot con una delle sorelle di Hannah, Lee (Hershey), è la principale storia del film. La routine di coppia spinge Elliot a guardarsi in giro e a scoprire quanto trovi stimolante e bella Lee. Lee vive da cinque anni con uno scontroso artista, Frederick (Max von Sydow). Trovando la relazione con Frederick non più stimolante dal punto di vista sessuale e intellettuale, la ragazza cede alle lusinghe e alla corte di Elliot. La relazione clandestina tra i due prosegue per diversi mesi, fino a quando Elliot si accorge di quanto è ancora innamorato della moglie Hannah e torna da lei.

Mickey, un altro dei personaggi nevrotici di Allen, provvede alla maggior parte delle scene comiche. Parte della sua storia viene raccontata attraverso dei flashback inerenti scene dal suo precedente matrimonio con Hannah e del suo disastroso appuntamento con un'altra delle sorelle di Hannah, la cocainomane Holly (Wiest). Inoltre Mickey, tremendamente ipocondriaco, è tormentato dall'idea di avere un male incurabile. Dopo un check-up medico completo, che lo attesta in perfetta salute, cade preda di una crisi esistenziale e si tuffa, senza trovarvi conforto, nella religione, provando a convertirsi prima al cattolicesimo, e poi agli Hare Krishna, prima di finire per caso in un cinema dove stanno proiettando La guerra lampo dei Fratelli Marx e scoprire il vero significato della vita: spassarsela finché dura. La ritrovata stabilità lo porta a rifrequentare Holly, con cui questa volta entra subito in sintonia e presto si sposa generando un figlio (nonostante pensasse di essere sterile).

La storia di Holly è la terza in ordine di importanza nel film. È un'attrice senza successo, frustrata dal successo di Hannah nella vita e nel lavoro, che prova allora a mettere su un'azienda di catering in società con l'amica April (Carrie Fisher), con la quale però entra in competizione per un uomo (Waterston) che piace ad entrambe e che vede Holly uscire sconfitta per l'ennesima volta. Decide quindi di provare a fare la scrittrice. Dopo aver scritto una bozza del libro ispirandosi alla storia di Hannah ed Elliot (cosa che scandalizza la sorella), scrive una storia ispirata alla sua vita, che finalmente trova il successo sperato.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Hannah e le sue sorelle debuttò il 7 febbraio 1986 in 54 cinema, dove incassò ben 1,265,826 $ (23,441 $ per sala) nel primo weekend di programmazione. Quando in seguito fu distribuito in altri 761 cinema il 14 marzo, gli incassi calarono a 2,707,966 $ (3,809 $ per sala). Alla fine, con un incasso complessivo di 40,084,041 $, divenne uno dei più grandi successi di Woody Allen.[3]

Critica e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Hannah e le sue sorelle ricevette sette nomination agli Oscar, inclusa quella di miglior film. La sceneggiatura originale scritta da Allen venne premiata con un Oscar, e Caine e la Wiest vinsero entrambi l'Oscar come migliori attori non protagonisti.

In Francia, il film fu nominato per il Premio César come miglior film straniero.

Il film fu ben accolto dalla critica in generale, e alcuni critici si spinsero fino a dire che questo era il miglior film che Allen avesse mai fatto.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Hannah and Her Sisters, festival-cannes.com. URL consultato il 13-12-2009.
  2. ^ (EN) Woody Allen Movie Box Office Results, boxofficemojo.com. URL consultato il 13-12-2009.
  3. ^ Hannah and Her Sisters (1986), boxofficemojo.com. URL consultato il 13-12-2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]