Handful of Hate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Handful of Hate
Paese d'origine Italia Italia
Genere Black metal
Periodo di attività 1993in attività
Etichetta Northern Darkness Records
Downfall Records
Code666 Releases
Warlord Records
Cruz Del Sur Music
Code666/ Aural Music Releases
Album pubblicati 6
Studio 6 + 3 Ep + 1 Demo
Sito web

Gli Handful of Hate sono un gruppo black metal italiano, formatosi a Lucca nel 1993. Il loro stile musicale è influenzato dai Sarcófago, i canadesi Blasphemy, gli svedesi Bathory, i primi Marduk, gli Impaled Nazarene dei primi due album e Sadistik Exekution. Durante i sedici anni di carriera, hanno però creato un loro stile personale ad ogni album, dal cantante stesso definito "Carnal Black Metal".

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1993 gli HANDFUL OF HATE nascono per mano di Nicola Bianchi. Nel1994: La band registra "Goetia Summa" stampato nel 1995 da tre diverse etichette italiane. Nel 1996 Gli HANDFUL OF HATE firmano un contratto con Northern Darkness Records per 2 albums. Il primo è "Qliphothic Supremacy" realizzato 1997, Il secondo è "Hierarchy 1999". Il deal finisce lo stesso anno.Nel 2000 gli HANDFUL OF HATE registrano un promotape di 3 canzoni. La Downfall Records gli offre la possibilità di rilasciare 2 canzoni su un 7EP "Death From Above" limitato a 666 copie. Nel 2002: La band decide di registrare un promo cd con due nuovi pezzi. La Code666 offre un nuovo contratto per un album. La canzone "Hell’s Carnal Scream" (dal promo 2002), appare su "Better Undead Than Alive", una doppia compilation della stessa etichetta. Nel 2003 sempre la Code666 fa uscire "ViceCrown" il terzo album della band. La Warlord Records intanto rilascia un 7" Ep dal titolo "Scorn And Conquest", che include un'altra traccia del promo 2002, e la cover "The Horny And The Horned" degli Impaled Nazarene. Nel 2004 la svedese Downfall Records rilascia "Blood Calls Blood" MCD, che include canzoni rimasterizzate del promo 2001 più una vecchia canzone del '99 mai pubblicata "Kept Order". Anno 2005 gli HANDFUL OF HATE firmano un contratto con la Cruz Del Sur Music. Nel 2006: Gli HANDFUL OF HATE registrano "Gruesome Splendour" il quarto album, che esce il 20 novembre. Nel Novembre 2009 la band appare su una compilation LP "Long Live Metal!!! acte premiere" rilasciata dalla Emanes Metal records in 500 copie limitate con la canzone "Boldly Erected" dell'album "Vicecrown". Nel 2009 la registra il nuovo quinto album dal titolo "You Will Bleed", sempre per Cruz Del Sur con una formazione completamente rinnovata. Il disco viene concepito come un tributo al passato ed alle origini del Black Metal, sia nella musica sia nell'artwork. Nel 2012 la label Messicana Azermedoth ristampa il primo album della band "Qliphothic Supremacy" sold out dal 2001 con un artwork arricchito di nuove immagini dell'epoca e l'aggiunta di 4 bonus tracks: due nuovi pezzi "Ornaments For Derision" e "Words Like Worms" un pezzo composto nel 1997 ma mai pubblicato "Blood Drown Pillars" ed il remake della song "The XI Wings Of Death" dall'album "Hierarchy 1999". Nel 2013 la band celebra i 20 anni di attività nell'Underground estremo imponendosi con il sesto album "To Perdition" tornando sotto contratto con la Aural Music/ code666. Questo album esce in versione ultra limitata: cofanetto "Torture box" in legno fatto a mano comprendente i due album rilasciati per code666: "ViceCrown" ed appunto "To Perdition" più vari gadgets ed una t-shirt anch'essa limitata all'interno, andato sold out in pochi minuti con più di 500 richieste in tutto il mondo, una versione digipack in 1000 copie, finite sold out in pre-vendita! ed infine il jewel case. La band sta attualmente suonando live promuovendo il nuovo lavoro.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

Chitarristi[modifica | modifica sorgente]

Bassisti[modifica | modifica sorgente]

Batteristi[modifica | modifica sorgente]


Discografia[modifica | modifica sorgente]

Studio album[modifica | modifica sorgente]

Altro[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal