Handfasting

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Handfasting

L'handfasting (letteralmente "legatura delle mani") è un rituale di nozze neopagano, riconosciuto agli effetti civili in alcuni Stati degli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in l'Irlanda. In alcuni Stati, se l’officiante ha anche potestà di diritto civile, l’unione può essere comunque riconosciuta.

Il nome deriva da un elemento fortemente simbolico della cerimonia: l’atto di legare le mani degli sposi con un nastro, che rappresenta allegoricamente la loro unione e l’impegno reciproco. Tale impegno può essere anche espresso dallo scambio di anelli: molte coppie scelgono anelli che riflettono le loro tradizioni spirituali e culturali, mentre altre scelgono fedi tradizionali.

L’handfasting contempla l'unione di due persone dello stesso sesso: la wicca si caratterizza per una totale apertura verso le relazioni omosessuali, a cui riconosce pari dignità con quelle eterosessuali. In questo caso, il riconoscimento legale è subordinato alla presenza negli ordinamenti giuridici degli Stati di norme sulle unioni omosessuali.

L’handparting (letteralmente "divisione delle mani") è una cerimonia di divorzio, sebbene si tratti di un’innovazione moderna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L’handfasting era una forma di matrimonio di prova in Irlanda e in Scozia durante il primo periodo cristiano. Era spesso celebrato in aree rurali, quando un sacerdote non era disponibile: solo successivamente la coppia si univa con rito cristiano, rendendo ufficiale la loro unione.

Uso neopagano[modifica | modifica wikitesto]

Nei gruppi neopagani e in modo particolare nella wicca, la cerimonia è stata reinterpretata, diventando l’abituale rito d’unione, sia di prova che permanente, praticato nella maggior parte dei culti. L’unione può durare per "un anno e un giorno", per tutta la vita o per tutta l’eternità, al di là della vita biologica. Infatti l’handfasting spesso rappresenta l’unione dell’anima, piuttosto che quella fisica, e dunque nel successivo ciclo di reincarnazione la coppia dovrebbe incontrarsi nuovamente e ricongiungersi.

Le coven possono optare per l’uso di cerimonie dell’handfasting storicamente documentate, oppure creare una cerimonia originale. Come nella maggior parte dei rituali neopagani, non vi è una liturgia universalmente riconosciuta e gli elementi inclusi nella cerimonia dipendono dalle credenze e dalle preferenze della coppia. Nei casi in cui la coppia appartenga a una particolare tradizione della wicca o a una particolare tradizione culturale, può esservi una specifica forma del rituale. La legatura delle mani può essere celebrata dall’officiante (sacerdote, sacerdotessa o entrambi), dagli ospiti, o dagli sposi stessi.

L’handfasting celebrato dagli sposi si conclude generalmente con il Grande Rito, ossia l’unione fisica e spirituale dei due sposi, nella maggior parte dei casi celebrato in forma privata. Il periodo preferenziale per la celebrazione dell’handfasting è la festa di Beltane, perché a maggio si celebra l'unione della Dea e del Dio, ed è considerata una benedizione sposarsi nello stesso periodo. Tuttavia la cerimonia può essere celebrata anche in altri periodi dell'anno.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Neopaganesimo Portale Neopaganesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Neopaganesimo