Halocynthia roretzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ananas di mare
Halocynthia roretzi-Sea pineapples at Tsukiji Market-01.jpg
Halocynthia roretzi
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Tunicata
Classe Ascidiacea
Ordine Pleurogona
Sottordine Stolidobranchia
Famiglia Pyuridae
Genere Halocynthia
Specie H. roretzi
Nomenclatura binomiale
Halocynthia roretzi
Von Drasche, 1884

L'ananas di mare (Halocynthia roretzi Von Drasche, 1884) è una specie di ascidia della famiglia Pyuridae.

Habitat e distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Oceano Pacifico settentrionale. Vive in acque superficiali, su rocce o strutture artificiali. Può vivere in acque anche molto fredde, da 2 a 24 °C, sebbene la temperatura ottimale di crescita sia attorno ai 12 °C[1].

Acquacoltura[modifica | modifica sorgente]

L'acquacoltura di questa specie è stata possibile per la prima volta nel 1982 in Corea.[1] Production reached a peak of 42,800 tons in 1994.[1]. La FAO stima che la produzione totale di ananas di mare nel 2006 sia stata di 21.500 tonnellate, per un valore di circa 18 milioni di dollari[2]; di questi circa 16.000 tonnellate sono state prodotte in Giappone[2].

Consumo[modifica | modifica sorgente]

È un'ascidia commestibile, consumata principalmente in Giappone, dove è conosciuta come hoya (ホヤ?) o maboya (マボヤ?) e consumata come sashimi[2], e in Corea dove è conosciuta come meongge (멍게).

Gli ananas di mare sono conosciuti oltre che per il loro aspetto peculiare, descritto dal giornalista Nick Tosches come "qualcosa che può esistere solo in un ecosistema puramente allucinatorio" (in inglese "something that could exist only in a purely hallucinatory eco-system"[3]) anche per il loro sapore particolare, descritto come "qualcosa simile alla tintura di iodio" ("something like iodine"[3]) e "gomma immersa nell'ammoniaca" ("rubber dipped in ammonia"[4]). Gli apprezzatori comunque sostengono che il suo sapore si accompagni bene al sake[2]. Il sapore è attribuito ad un alcohol insaturo chiamato cynthiaol, presente in piccole quantità[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c NOAA: Korea-US Agriculture: Sea squirt. URL consultato il 2008-03-11.
  2. ^ a b c d e T.T.T. Nguyen, Aquaculture of sea-pineapple, Halocynthia roretzi in Japan in Aquaculture Asia, XII, nº 2, aprile 2007, pp. 21-23.
  3. ^ a b Nick Tosches, "If You Knew Sushi" in Vanity Fair, 2007.
  4. ^ Chris Rowthorn, Andrew Bender, John Ashburne & Sara Benson, Lonely Planet Japan, Lonely Planet, 2003, ISBN 1-74059-162-3.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

animali Portale Animali: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animali