Halobatrachus didactylus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pesce rospo
PSM V11 D550 Toad fish.jpg
Aspetto tipico dei Batrachoididae
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Batrachoidiformes
Famiglia Batrachoididae
Genere Halobatrachus
Specie H. didactylus
Nomenclatura binomiale
Halobatrachus didactylus
Bloch & Schneider, 1801
Areale

Halobatrachus didactylus mapa.svg

Halobatrachus didactylus, noto in italiano come pesce rospo, è un pesce osseo marino della famiglia Batrachoididae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È presente lungo le coste africane occidentali dallo stretto di Gibilterra al golfo di Guinea e, occasionalmente, lungo le coste atlantiche europee fino al golfo di Guascogna e nel mar Mediterraneo occidentale compresi i mari italiani, dove è raro.

Vive su fondi misti di roccia e sabbia o fango fino a 50 metri di profondità.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha un aspetto molto caratteristico con testa larga e schiacciata e parte posteriore del corpo compressa lateralmente. La bocca è larga e armata di denti robusti. Sotto la mandibola sono presenti alcuni lobi di pelle simili a quelli degli scorfani, altre appendici cutanee circondano le narici. Gli occhi sono abbastanza grandi, posti molto in avanti. Ci sono due linee laterali. Le pinne dorsali sono due, la prima triangolare, brevissima, con soli tre raggi e la seconda lunga e di altezza crescente. La pinna anale è più corta della dorsale di circa un terzo. La pinna caudale è ampia ed arrotondata. Le pinne ventrali sono avanzate, sotto l’opercolo branchiale; le pinne pettorali sono ampie e sono poste su un peduncolo.

Il colore è variabile, di solito bruno rossiccio ma può essere anche verdastro o giallastro. Sono presenti 4 macchie scure a forma di sella sul dorso, il corpo è coperto di piccole macchie più scure molto vicine tra loro che lo fanno sembrare reticolato. Le pinne sono coperte di macchiette marroni disposte in fila.

Può raggiungere i 50 cm di lunghezza.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Passa il tempo immobile tra gli scogli o insabbiato in attesa di una preda. Si mimetizza molto efficacemente con l'ambiente.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

È carnivoro.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

I maschi ossigenano e proteggono le uova.

Pericolo per l'uomo[modifica | modifica wikitesto]

Sembra che abbia spine velenose nelle pinne e sugli opercoli branchiali.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Louisy P., Trainito E. (a cura di) Guida all'identificazione dei pesci marini d'Europa e del Mediterraneo. Milano, Il Castello, 2006. ISBN 888039472X
  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci