Half-Life

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Half Life.
Half-Life
Half-Life Screenshot.jpg
Immagine tratta dal capitolo introduttivo del gioco
Sviluppo Valve Software
Pubblicazione Sierra Entertainment, Valve
Serie Half-Life
Data di pubblicazione 20 novembre 1998
Genere Sparatutto in prima persona
Tema Fantascienza, Survival horror
Modalità di gioco giocatore singolo, multiplayer
Piattaforma Windows, Linux, Mac OS X, Playstation 2, Dreamcast
Distribuzione digitale Steam
Motore grafico GoldSrc (derivato da Quake engine)
Supporto cd-rom, DVD, Steam
Requisiti di sistema CPU Pentium I 80 MHz
RAM: 28MB
GPU: 640x480 VGA
HD: 376MB
Periferiche di input tastiera, mouse, trackball, joypad
Espansioni Half-Life: Opposing Force, Half-Life: Blue Shift, Half-Life: Decay
Seguito da Half-Life 2

Half-Life è uno sparatutto in prima persona, sviluppato da Valve Software e pubblicato da Sierra On-Line nel 1998, basato su una versione pesantemente modificata (chiamata GoldSrc) del motore grafico di Quake. Attualmente è distribuito dalla stessa Valve attraverso la propria piattaforma di content delivery, Steam.

Half-Life è stato elogiato dalla critica specializzata per la sua straordinaria presentazione della trama, che ha influenzato in maniera evidente lo sviluppo degli sparatutto in prima persona successivi. Fra le altre cose, fu il primo FPS caratterizzato da una storia raccontata interamente durante il gioco, senza l'uso di intermezzi filmati. Half-Life è anche molto popolare per la sofisticata (per l'epoca) intelligenza artificiale degli avversari.

Il gioco ha ricevuto oltre 50 "Game of the Year" Awards da numerose pubblicazioni ed è stato nominato "Best PC Game Ever" (Miglior gioco per PC di sempre) da PC Gamer nelle edizioni di novembre 1999, ottobre 2001 e aprile 2005.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il gioco è ambientato in un'area remota del Nuovo Messico nella struttura di ricerca di Black Mesa Research Facility, un complesso immaginario che condivide diverse similarità con l'Area 51. Il protagonista del gioco è un fisico teorico di nome Gordon Freeman, sopravvissuto ad un esperimento andato storto a causa di un'imprevista cascata di risonanza che apre uno squarcio dimensionale, il quale devasta per gran parte la struttura e permette ad alieni provenienti da un altro mondo - conosciuto come Xen, il mondo di confine - di avere accesso al complesso.

Mentre Freeman cerca di scappare dalla struttura in rovina e raggiungere la superficie per cercare aiuto, presto scoprirà di dover combattere contro più forze: non solo quella aliena, ma anche contro una spedizione militare inviata sul posto dal governo per eliminare gli alieni e l'intero team di scienziati, con l'obiettivo di insabbiare la vicenda; inoltre ci saranno i Black-Ops, agenti indipendenti con l'obiettivo di eliminare tutte le creature presenti e far saltare in aria il sito con armi nucleari. Nel corso del gioco, una misteriosa figura, spesso chiamata come "l'uomo con la valigetta" (o G-Man per gli anglosassoni) mai nominata o identificata, appare regolarmente, apparentemente monitorando e seguendo i progressi di Freeman. Fondamentalmente, grazie alla cooperazione fra il gruppo di scienziati e le guardie della struttura, il protagonista deve avventurarsi fra una moltitudine di settori per raggiungere il complesso Lambda, dove alcuni scienziati sopravvissuti lo teletrasporteranno sul mondo alieno di Xen, nel quale dovrà uccidere Nihilanth, la creatura che permette alla breccia dimensionale di rimanere aperta.

Capitoli[modifica | modifica sorgente]

Il gioco è suddiviso in 18 capitoli:

  • Black Mesa Inbound — Gordon comincia la sua giornata lavorativa a bordo di un convoglio automatico del sistema di trasporto, diretto dai dormitori del livello 3 ai laboratori sperimentali e alle strutture di contenimento del settore C. Durante il viaggio attraversa diverse sezioni del complesso e incontra uno strano uomo vestito di blu che lo osserva da un binario parallelo al suo.
  • Materiali Anomali/Anomalous Materials — Gordon giunge nel settore C in ritardo. Dopo aver indossato la sua tuta HEV (HEV Mark IV), procede verso la camera dei test per l'esperimento, ma qualcosa andrà terribilmente storto.
  • Conseguenze Impreviste/Unforeseen consequences — Durante il test su un cristallo purissimo e alquanto instabile, una violenta cascata di risonanza invade la camera dei test e l'intero complesso di Black Mesa riporta gravissimi danni strutturali, ma peggio ancora, diverse razze aliene vengono trasportate nella struttura, e attaccano ogni sopravvissuto che incontrano. In Half-Life 2: Episode Two si scoprirà che la frase "Conseguenze Impreviste" era stata pronunciata dal G-Man, diventando perlopiù una delle frasi più famose dell'intera saga.
  • Complesso di Uffici/Office complex — Gordon continua il suo percorso verso la superficie attraversando un complesso di uffici invaso dagli alieni. Scopre inoltre che dei soldati spediti dal governo stanno giungendo sul luogo del disastro.
  • Abbiamo Incontrato Resistenza/We've got hostiles — I marines dell'Hazardous Environment Combat Unit prendono il controllo della struttura e cominciano un'operazione di pulizia totale dell'area, eliminando sia alieni che qualsiasi altra forma di vita. Durante il percorso che dovrebbe portarlo in superficie, Gordon scopre che i membri sopravvissuti del Team Lambda, sono in grado di chiudere il portale dimensionale e porre fine all'invasione. Inizia così la corsa verso il complesso Lambda, dall'altro lato del centro di ricerca.
  • Pozzo di Contenimento/Blast Pit — Nel suo viaggio verso il settore Lambda, Gordon si imbatte in un vecchio silo utilizzato per test missilistici, abitato ora da un mostro proveniente da Xen, un tentacolo a tre teste immune alle armi normali. Freeman sarà costretto ad eliminarlo utilizzando la propulsione per i test. La sua corsa verso il settore Lambda prosegue...
  • Riattivazione Generatore/Power up — Gordon giunge al capolinea di un sistema di transito sotterraneo disattivato. Dopo aver combattuto contro marines e alieni (fra cui un Gargantua) riattiva il sistema elettrico e utilizza il mezzo di locomozione per muoversi verso il settore Lambda.
  • Su un Binario/On a rail — Una guardia informa Freeman che un satellite per le comunicazioni necessita di essere lanciato per permettere agli scienziati del settore Lambda di sigillare la breccia dimensionale. Gordon percorre così il sistema di transito fino a lanciare in orbita il satellite.
  • Apprendimento/Apprehension — Procedendo attraverso vecchie e abbandonate aree sotterranee, Gordon incontra un team di misteriosi assassini (Black-Ops) e viene catturato dai marines che lo disarmano e rinchiudono in un pressarifiuti.
  • Parte Rimanente del Processo/Residue processing — Freeman riesce a mettersi in salvo e prosegue la sua corsa verso il reattore attraversando la zona di trattamento rifiuti, una vecchia area industriale del complesso utilizzata per lo stoccaggio di materiali pericolosi e dotata di apparecchiature per il loro smaltimento.
  • Etica discutibile/Questionable ethics — Con l'aiuto di alcuni scienziati, Gordon attraversa un complesso di laboratori completamente deserti nel quale scopre locali adibiti interamente allo studio della fauna di Xen; un chiaro segnale che gli umani avevano già visitato Xen ben prima della cascata di risonanza.
  • Tensione di Superficie/Surface tension — La superficie è affollata da alieni e militari in combattimento. Qui Gordon si trova a combattere contro diversi mezzi militari fra cui tank ed elicotteri e, mentre prosegue attraversando resti di edifici bombardati, si trova ad oltrepassare la diga idroelettrica (per l'occasione trasformata in un avamposto militare) che fornisce elettricità all'intera struttura di Black Mesa. Successivamente, scappando da un Gargantua presente in un garage, riesce ad utilizzare i militari per bombardare un'entrata sigillata del complesso Lambda.
  • Dimenticatevi di Freeman!/Forget about Freeman — I marines iniziano l'evacuazione dell'intera area lasciando spazio a violenti attacchi aerei. I sopravvissuti, Gordon compreso, vengono abbandonati al loro destino. Questo è l'ultimo percorso (principalmente sotterraneo) che porta Gordon verso la tanto agognata area Lambda.
  • Reattore Lambda/Lambda core—Raggiunta l'area, Gordon attiva il reattore nucleare e scopre i laboratori di teletrasporto che hanno permesso agli scienziati di viaggiare su Xen. I pochi sopravvissuti lo informano che un'immensa potenza nel mondo di confine sta mantenendo aperto il portale fra i due mondi. Ovviamente sarà compito suo mettere la parola fine a tutto. Una volta attivato il teletrasporto, Freeman viene spedito nell'altra dimensione, più precisamente su Xen.
  • Xen — Nello strano mondo di confine, Gordon incontra degli alieni già visti nei laboratori di Black Mesa, così come i resti di alcune tute di contenimento di scienziati che non sono riusciti a fare ritorno. Qui attiva un teletrasporto e lo utilizza.
  • L'antro di Gonarch/Gonarch's Lair — Freeman incontra una creatura simile ad un ragno, Gonarch (nei dati di gioco viene chiamata "Big Momma"), che partorisce continuamente larve di headcrab dalla pancia. Dopo averla uccisa, trova un portale e ci entra.
  • Xen - Il ritorno/Interloper — Gordon giunge in una fabbrica aliena che ha come obiettivo quello di costruire un esercito di soldati (presumibilmente per l'invasione della Terra). I Vortigaunt che lavorano all'interno non si presentano come veri nemici e non portano nessun attacco al protagonista, se non costretti dagli Alien controllers. Questo fa presumere che siano obbligati a combattere dalle regole di Xen. Un ennesimo portale spedisce Gordon allo scontro finale con Nihilanth.
  • Nihilanth — In un'enorme caverna, Gordon incontra finalmente il potente e misterioso essere che tiene aperto il portale dimensionale fra i due mondi, Nihilanth. Distruggendo i cristalli riesce a rendere vulnerabile il suo cervello e a sconfiggerlo.
  • Fine/Endgame — Dopo aver sconfitto Nihilanth, Gordon incontra il misterioso uomo con la valigetta (G-Man) che si congratula con lui per il lavoro svolto e per aver riappacificato il mondo di confine (Xen). A questo punto Gordon deve scegliere se accettare le offerte del G-Man saltando nel portale dimensionale di fronte a lui o se rifiutarle, minacciato però da una "battaglia che non avrebbe speranze di poter vincere". Gordon sceglie saggiamente...

Gioco[modifica | modifica sorgente]

La trama originaria era ispirata da giochi quali Doom e Quake, entrambi prodotti dalla id Software, ma fu poi interamente riscritta e sviluppata da Marc Laidlaw, scrittore di libri quali Dad's Nuke e The 37th Mandala e dipendente stesso della Valve Software. In ogni caso, l'aspetto più influente non fu la trama stessa, bensì come veniva presentata al giocatore. Quest'ultima si dipana attraverso sequenze preordinate integrate come parte stessa del gioco, piuttosto che come filmati di intermezzo. Fra i vantaggi di questo stile narrativo possiamo elencare l'incremento dell'immersione ed il mantenimento di una trama continua, che riesce a tenere il giocatore interessato alle vicende. Valve implementò anche altri fattori che permisero di aumentare il grado di immersione, come ad esempio l'impossibilità da parte del giocatore di vedere il proprio personaggio o di ascoltarne la voce, dato che rimane silenzioso per l'intero gioco. Personaggio sul quale, inoltre, il giocatore non perde mai il controllo. I livelli di Half-Life sono, infine, divisi in piccole sezioni per minimizzare le interruzioni durante i caricamenti e garantire una sensazione di continuità.

Personaggi e creature[modifica | modifica sorgente]

Se inizialmente ci si scontrerà solo con forme di vita aliene o zombie, col passare del tempo appariranno anche diversi tipi di marine; inoltre, pur rimanendo "da soli" per la maggior parte del gioco, è con l'aiuto di personaggi guidati dalla CPU, come scienziati e guardie di sicurezza, che il giocatore può raggiungere nuove aree e proseguire. Infine, durante la maggior parte del gioco apparirà il misterioso G-Man, che vi perseguiterà solo guardandovi per un paio di secondi per poi andarsene.

Alieni[modifica | modifica sorgente]

Gli alieni sono creature viventi provenienti da Xen, il mondo di confine. Qui di seguito c'è la lista degli alieni incontrati nel gioco.

  • Headcrab: L'headcrab è un alieno di piccole dimensioni, ha la capacità di fare dei salti molto lunghi e alti. Sulle zampe ha un piccolo artiglio che usa per attaccarsi sulla testa delle vittime, poi cerca di raggiungere il cervello con il suo becco e dopo alcuni minuti l'headcrab prende il controllo del sistema nervoso della vittima, trasformandola in uno zombie.
  • Zombie: Lo zombie è la vittima dell'headcrab. Mantiene un aspetto umano, ma le sue mani presentano delle unghie più lunghe, inoltre l'headcrab copre tutta la testa, perciò lo zombie, per alimentarsi. È dotato di una seconda bocca sul petto, è molto lento ed esistono 3 varianti incontrate in Half Life: Opposing Force.
  • Houndeye: L'Houndeye è una creatura con un corpo simile ad un cane, ma con un unico occhio molto grande, ha 3 zampe e una bocca sul petto, ha la capacità di caricare degli attacchi a onde soniche, è pericoloso se si ha poca salute e se attacca in gruppo.
  • Vortigaunt/Alien slave: Il Vortigaunt (o Alien Slave) è una creatura che svolge dei compiti importanti su Xen, in particolare lavora per creare un esercito alieno e per difendere i territori, presenta dei bracciali su gambe e braccia e un collare sul collo, è sotto il comando di Nihilant
  • Barnacle: Il Barnacle è una creatura attaccata a una parete sul soffitto ed è sprovvisto di occhi, si procura il cibo attirando le vittime con la sua lingua che pende dalla sua bocca. Appena viene toccata, la creatura tira chi ha toccato la lingua nella sua bocca. Può essere visto in anticipo ed essere ucciso facilmente, ma può far diminuire di parecchio il nostro livello di salute.
  • Bullsquid: Il Bullsquid è una creatura pericolosa, è immune al radioattivo e può lanciarlo contro di noi dalla sua bocca, può correre velocemente e usare un ruggito potente seguito da un morso per respingerci via, può anche usare una spina posta sulla coda per ucciderci istantaneamente, inoltre attacca anche gli altri alieni.
  • Tentacle: Si tratta di un grosso tentacolo che batte continuamente il suo affilato muso contro il pavimento cercando di colpirci. Può ucciderci molto in fretta e se viene danneggiato va alcuni secondi sotto terra per poi rigenerarsi e tornare all'attacco, può essere ucciso solo da gravi danni ambientali. Si incontrerà 3 volte, la prima volta in un silo con un missile all'interno (lì si può uccidere il mostro) una seconda volta fuori dal laboratorio (là non possiamo ucciderlo) e una terza volta su Xen (nemmeno lì sarà possibile ucciderlo).
  • Gargantua: Il Gargantua è una grossa creatura capace di usare le proprie braccia come se fossero un lanciafiamme, ha una potente corazza, è immune alle armi comuni, può essere ucciso solo da gravi pericoli ambientali, da esplosioni e da un'arma sperimentale che si trova nel settore Lambda. Fa la sua apparizione 3 volte, una volta nel capitolo power up, un'altra volta in un parcheggio e una terza volta su Xen. Può essere ucciso tutte e tre le volte, nella terza solo se si hanno le armi e le munizioni necessarie
  • Leech: il Leech è una sanguisuga aliena, nuota in alcune acque e può dare dei morsi al giocatore, se il giocatore ha un buon livello di salute, i Leech non sono un vero problema e possono essere uccisi facilmente
  • Ichtyosaur: L'Ichtyosaur è una creatura molto grande che nuota in alcune acque, non nuota mai con i Leech, che probabilmente fanno parte della sua alimentazione, ci attacca con morsi appena entriamo in acqua e può infliggere gravi danni
  • Alien Grunt: Gli Alien Grunt sono come i militari umani. Essi vengono creati dagli Alien Slave. Hanno una corazza molto efficace, che copre alcune parti del corpo, sono armati con l'Hornetgunt, che spara minuscoli insetti alieni che attaccano i bersagli. Si trovano sulla Terra e su Xen, su Xen fa la guardia dei luoghi interni delle aree più importanti, se ne trovano pochi che fanno la guardia all'esterno.
  • Snark: Lo Snark è un piccolo insetto alieno che si nutre di carne, sia aliena e sia umana. Può anche essere usato come arma, lanciandolo contro i nemici. Muore da solo dopo alcuni secondi e alla morte esplode, danneggiando qualsiasi cosa sia vicino ad esso, se abbiamo la salute ad 1, per esempio, non potremo ucciderlo con il piede di porco, perché rischiamo di morire insieme a lui.
  • Alien Controller: Gli Alien Controller sono degli alieni che assomigliano molto a Nihilant, ma sono anche molto più piccoli. Possono volare, lanciare delle sfere di energia piccole dalle mani, anche loro hanno i bracciali come gli Alien Slave. Non se ne trova nessuno sulla Terra, e gli unici esemplari vengono richiamati per impedire a Gordon di usare il teletrasporto per andare su Xen, si trovano tutti su Xen a fare la guardia ai posti più importanti.
  • Gonarch/Big Momma: Si tratta di una grande creatura che ha la capacità di partorire le baby Headcrab, può lanciare del radioattivo per un lungo raggio. Ci impedirà di andare nel prossimo livello con delle grosse ragnatele, che distruggerà per scappare se subisce troppi danni
  • Nihilant: Il boss finale del gioco. Nihilant può lanciare contro di noi dei teletrasporti e delle sfere di energia che ci possono uccidere facilmente, inoltre può richiamare Vortigaunt e Alien Controller ad aiutarlo, è invulnerabile se non vengono distrutti i cristalli che gli danno l'invulnerabilità. Il suo punto debole è il cervello

Umani, veicoli, tecnologia[modifica | modifica sorgente]

  • Scienziato: Uno scienziato di Black Mesa, non può usare armi, ma se abbiamo la salute minore del 50% esso ci curerà
  • guardia di sicurezza: Una guardia di sicurezza, è armata con pistola, ma non può curarci
  • marine: Sono militari inviati a coprire l'accaduto e uccidere alieni e il personale del laboratorio, sono armati di mp5 e fucile a pompa, nella versione playstation e nella versione HD per pc, sono armati di m16 e fucile a pompa spas.
  • Sentry gun: Sono delle torrette automatiche con un mitragliatore, sono programmate per sparare al personale di black mesa e agli alieni, sono state montate dai marines
  • Sentry gun (soffitto): Probabilmente facevano parte del sistema di sicurezza, ma ora sparano a qualsiasi cosa vedano, probabilmente la cascata di risonanza deve averle danneggiate, sono come le torrette automatice dei marines, ma attaccano tutto quello che incontrano e sono state montate sul soffitto
  • Aereo da trasporto (osprey): L'osprey trasporta le truppe in superficie che si faranno strada nel laboratorio, in alcuni casi, l'osprey continuerà a trasportare truppe nella nostra posizione finché non viene distrutto
  • elicottero militare: I militari lo useranno per ucciderci, non lo incontreremo tante volte, può essere distrutto con tutte le armi mirando al vetro, ma sono consigliati il gauss o cannone tau e il lanciarazzi
  • carro armato #1: Un carro armato di colore verde, sparerà missili contro di noi e può essere distrutto con qualsiasi arma, non può girarsi per spararci se ci troviamo dietro di lui
  • carro armato #2: di colore grigio, ha le stesse capacità del primo, ma può girarsi anche dietro

Armi[modifica | modifica sorgente]

Nel gioco sono presenti una grande varietà di armi, a partire dal piede di porco, diventato il simbolo stesso della serie insieme alla lettera Lambda. Sono disponibili armi convenzionali come una pistola Glock 17 (Beretta M92 solo nell'espansione High Definition Pack), un fucile SPAS-12, una mitragliatrice MP5 (M4 solo nell'espansione High Definition Pack), una potente Colt Python (Desert Eagle nell' episodio in Opposing Force), una balestra a dardi e addirittura un lanciamissili con puntatore laser, ed infine immancabili granate e cariche a distanza; inoltre appaiono anche armi aliene e, verso la fine del gioco, due armi sperimentali particolarmente potenti, come il cannone Tau - un prototipo LASER - trovato nel livello "Etica discutibile" dopo un esperimento fallito su di esso, ed un cannone a raggi gluonici, consegnatoglielo da uno scienziato nel livello "Reattore Lambda". È inoltre possibile utilizzare le armi che i Marines hanno montato sui campi di battaglia, come mitragliatrici fisse e cannoni, oltre che il potente sistema di attacco aereo con puntamento tramite coordinate.

Tecnologia[modifica | modifica sorgente]

Half-Life utilizza il motore grafico GoldSrc, derivato dal Quake engine. Tra le svariate migliorie apportate da Valve sono da citare il supporto alle librerie Direct3D e l'uso delle animazioni scheletrali per i personaggi, che garantiscono animazioni più fluide e naturali.

Versioni[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente realizzato per Microsoft Windows, Half-Life ha fatto la sua apparizione, qualche anno dopo, su Playstation 2. Erano state pianificate conversioni per Apple Macintosh e GP32, in seguito cancellate. Il gioco era stato convertito anche per Dreamcast, ma dopo la rinuncia di SEGA nel proseguire il supporto per la console, non venne mai rilasciato, seppure funzionante. Il 24 gennaio 2013 viene resa disponibile la prima versione beta per Linux tramite lo store Steam.

Mod, espansioni e prodotti correlati[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Half-Life (serie).

Half-Life è dotato di tre espansioni ufficiali, tutte sviluppate da Gearbox Software: Half-Life: Opposing Force, Half-Life: Blue Shift e Half-Life: Decay, quest'ultima disponibile solo nella versione Playstation 2 .In seguito è stato creato un remake di Decay per pc, scaricabile e giocabile sotto forma di mod. Inoltre, rilasciando l'editor di livelli Worldcraft e il Software Development Kit, Valve Software ha dato la possibilità all'enorme community di Half-Life di poter creare variazioni del gioco originale. La prima importante modification è stata Team Fortress Classic, rilasciata dalla stessa software house; ma non ci è voluto tanto tempo per fare interessare al mondo dell'editing tanti programmatori amatoriali, che hanno dato vita a giochi molto conosciuti come Counter-Strike e Day of defeat arrivati addirittura ad essere venduti separatamente (il primo sotto etichetta Sierra ed il secondo sotto etichetta Activision). Altri mod popolari sono The Specialists, DeathMatch Classic, Holy Wars, Natural Selection, Afraid of monsters, Action Half-Life e Firearms, solo per citarne alcuni. Una Total Conversion particolarmente ambiziosa, Gunman Chronicles, è stata rilasciata come prodotto commerciale a sé stante.

Go-Mod[modifica | modifica sorgente]

Sandbox sviluppata per Half-Life. Contiene tutti i materiali per creare livelli, giochi e mini-giochi. È possibile far apparire NPCs e altri oggetti per la mappa e tramite la physgun è possibile muoverli per aria

Half-Life: Day One[modifica | modifica sorgente]

Half-Life: Day One è una versione OEM, inclusa in prodotti hardware come schede video e simili. Include circa 1/5 del gioco.

Half-Life: Uplink[modifica | modifica sorgente]

Half-Life: Uplink è una demo di Half-Life, rilasciata il 12 febbraio 1999 e scaricabile in maniera gratuita.[1] Uplink include una sezione di gioco non presente nella versione completa, probabilmente tagliata nella fase di post-produzione. Curiosamente non è mai stato incluso in nessuna delle numerose compilation rilasciate da Valve, e non appare neppure su Steam. Esiste anche un cortometraggio ispirato alla trama e intitolato con il medesimo titolo, prodotto da una azienda di marketing inglese di nome Cruise Control ma non autorizzato da Valve. È stato realizzato un mod che permette di integrare Uplink all'interno della trama di Half-Life[2], mentre è in lavorazione una conversione che sfrutta il motore grafico Source Engine.[3]

Half-Life: Source[modifica | modifica sorgente]

Half-Life: Source è una versione realizzata nel 2004, in occasione del lancio della edizione "Game of the Year" del gioco e della "Collectors Edition" di Half-Life 2 dove si è sostituito il vecchio motore grafico GoldSrc con il più aggiornato Source Engine; tuttavia non sono presenti modifiche estetiche (se non riguardanti l'acqua) come texture in alta risoluzione o modelli di oggetti dotati di più poligoni.

Black Mesa[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Black Mesa (mod).

"Black Mesa" è un remake grafico quasi totale di Half-Life con grafica attualizzata alle nuove versioni del motore grafico Source, reso disponibile il 14 settembre 2012 e funzionante con Source SDK. La storia tuttavia arriva al momento fino al Lambda Core. I livelli ambientati su Xen, come riportato in precedenza, verranno rilasciati in seguito e saranno ulteriormente espansi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Half Life: UpLink Demo Info
  2. ^ Half-Life Uplink Addon, versione "integrabile" nella trama di Half-Life
  3. ^ Remake di Uplink, Uplink Source

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]