Hal Blaine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hal Blaine
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop rock
Rock and roll
Periodo di attività 1948 – in attività
Strumento batteria
Gruppi e artisti correlati Elvis Presley, The Beach Boys, The Ronettes, Jan and Dean, The Mamas & the Papas, The Byrds, Johnny Rivers, Elkie Brooks, The Association, Sonny & Cher, The Grass Roots, Gary Lewis and the Playboys, Frank Sinatra, John Lennon, Neil Diamond, Simon & Garfunkel, John Denver, Paul Revere & the Raiders, Captain & Tennille, The Carpenters, Henry Mancini, Paul Revere & the Raiders, The 5th Dimension, The Supremes, Barbra Streisand, Nancy Sinatra, Diana Ross, Dean Martin, The Partridge Family

Hal Blaine, nome d'arte di Harold Simon Belsky (Holyoke, 5 febbraio 1929), è un batterista statunitense.

È stato il batterista più richiesto al mondo fra la seconda metà degli anni '60 e i primi anni '70. Faceva parte del gruppo di musicisti denominato "Wrecking Crew" (storico gruppo composto da session man, spesso associato al produttore Phil Spector). Hal Blaine è stato il batterista più prolifico della storia, per numero di registrazioni discografiche con artisti celeberrimi e per le innumerevoli Hit.

Onorificenze[1][modifica | modifica wikitesto]

Equipaggiamento[modifica | modifica wikitesto]

Batterie

Attualmente utilizza batterie Taye; in particolare la serie "Taye Original". In passato era un endorser Ludwig.

Piatti

È da sempre endorser della Zildjian per la quale adotta il seguente set-up :

  • 14" A New Beat hi-hat
  • 17" A Thin crash
  • 19" A Armand Ride with 3 rivets
  • 13" A New Beat hi-hat
  • 22" A Medium ride
  • 16" A Thin crash

Bacchette

Sempre la Zildjian produce le sue bacchette signature da 15 1/4" di lunghezza e 0.500" di diametro.

Pelli

Della Remo Drumheads.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • È solito incidere con timbro che reca la scritta "Hal Blaine strikes again" (Hal Blaine colpisce ancora) tutte le partiture che ha eseguito o i luoghi in cui ha suonato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hal Blaine su Rockhall.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]