Hackers. Gli eroi della rivoluzione informatica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hackers. Gli eroi della rivoluzione informatica
Titolo originale Hackers. Heroes of the Computer Revolution
Autore Steven Levy
1ª ed. originale 1984
Genere Saggio
Lingua originale inglese

Hackers: Gli eroi della rivoluzione informatica è un libro scritto da Steven Levy nel 1984, riguardante la cultura hacker e sull'impatto di questi sull'evoluzione dell'informatica. Levy parte dai pionieri del MIT degli anni cinquanta, alle prese con i cosiddetti "bestioni" (enormi computer come l'IBM 704), passando per i primi home computer come l'Altair 8800 e l'Apple I di Steve Wozniak, che sdoganarono l'informatica rendendola accessibile a chiunque; gli anni ottanta con i primi produttori di software (in particolare di videogiochi) come la Sierra Online e la Sirius Software, per finire con le imprese di Richard Stallman, considerato da Levy come "l'ultimo grande hacker".

Il libro è stato ripubblicato nel 1994 con una post-fazione (intitolata "Dieci anni dopo"). Nel 2010, una nuova edizione con materiale aggiornato è stata pubblicata da O'Reilly in occasione del venticinquesimo anniversario.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]