HW Virginis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
HW Virginis
Classificazione Binaria a eclisse
Classe spettrale sdB / M6-7V
Distanza dal Sole 590 ± 65 anni luce
Costellazione Vergine
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 12h 44m 20,237s
Declinazione -08° 40′ 16,83″
Dati fisici
Raggio medio 0,18 / 0,18[1] R
Massa
0,48 / 0,14[1] M
Temperatura
superficiale
28.490 / 3085 K[1] (media)
Luminosità
19,7 / 0,003[1] L
Dati osservativi
Magnitudine app. +10,69 (combinata)
Magnitudine ass. +1,46 / +11,20
Moto proprio AR: 7,52 mas/anno
Dec: -14,44 mas/anno
Velocità radiale +42 km/s

HW Virginis è una stella binaria a eclisse di magnitudine apparente +10,69, che si trova a circa 590 anni luce dal Sistema solare, nella costellazione della Vergine. È una stella variabile del tipo Algol, la variabile di questo tipo con il periodo più corto che si conosca, pari a 2 ore e 48 minuti[1].

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il sistema è composto da una stella subnana blu, che fa parte del ramo orizzontale, estremamente calda, con una temperatura di poco inferiore ai 30.000 K, 20 volte più luminosa del Sole, nonostante una massa che è il 48% di quella solare. Si tratta probabilmente di quanto rimane di una stella avente una massa originaria vicina a quella del Sole che ha perso la maggior parte del proprio strato superficiale di idrogeno e che sta fondendo l'elio nel suo nucleo mediante il processo tre alfa[1].

La componente secondaria è invece una debole nana rossa di classe M6-7V, che nonostante abbia un raggio equivalente a quello della principale (0,18 R), ha una luminosità appena di 3 millesimi di quella del Sole ed una temperatura attorno ai 3000 K.

Sistema planetario[modifica | modifica sorgente]

HW Virginis ha due compagni substellari che le orbitano attorno. Il più interno, HW Virginis c, è un esopianeta non ancora confermato con massa minima 8,5 volte quella di Giove. Il più esterno, HW Virginis b, ha una massa almeno 19,2 volte quella di Giove, il che porterebbe a classificarlo come una nana bruna, in accordo con il limite per la classificazione di questo tipo di oggetti che ha dato l'Unione Astronomica Internazionale, fissato a 13 masse gioviane. Tuttavia, nel giugno del 2012 è stato prospettato da K. Beuermann et al. un diverso modello del sistema di HW Virginis, in quanto le precedenti soluzioni adottate parevano essere instabili. Il pianeta più interno avrebbe una massa 14 volte quella gioviana, mentre la nana bruna avrebbe una massa stimata da 30 a 120 volte quella di Giove, con una stima media in circa 65 MJ. Le distanze e i periodi orbitali sono stati di conseguenza rivisti e, nel lavoro di K. Beuermann, sono stati stimati rispettivamente in 12,7 e 55 anni[2].

Prospetto sul sistema[modifica | modifica sorgente]

Pianeta Tipo Massa Periodo orb. Sem. maggiore Eccentricità
c Gigante gassoso 14,3 MJ 12,7 anni 4,69 UA 0,40
b Nana bruna 65 MJ 55 anni 12,8 UA 0,05

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f Jae Woo Lee et al., The sdB+M Eclipsing System HW Virginis and its Circumbinary Planets, 2008.arΧiv:0811.3807
  2. ^ K. Beuermann, S. Dreizler, F. V. Hessman, J. Deller, The quest for companions to post-common envelope binaries: III. A reexamination of HW Virginis, 14 giugno 2012.arΧiv:1206.3080

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni