HMS Bellerophon (1786)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
HMS Bellerophon
HMS Bellerophon and Napoleon.jpg
Descrizione generale
Naval Ensign of the United Kingdom.svg
Tipo vascello di terza classe
Proprietario/a Naval Ensign of the United Kingdom.svg Royal Navy
Cantiere Greaves & Co., Frindsbury
Varata 6 ottobre 1786
Destino finale Demolita nel 1836
Caratteristiche generali
Stazza lorda 1.643 tsl
Lunghezza 51,2 m
Larghezza 14,3 m
Pescaggio 6 m
Propulsione A vela, tre alberi
Equipaggio 550 persone
Armamento
Armamento 28 cannoni da 32 libbre (ponte inferiore)
28 cannoni da 12 libbre (ponte superiore)
18 cannoni da 9 libbre

[senza fonte]

voci di navi e imbarcazioni a vela presenti su Wikipedia

La prima HMS Bellerophon della Royal Navy fu un vascello di terza classe Arrogant di 74 cannoni, varata il 6 ottobre 1786 sul fiume Medway vicino a Chatham. Il nome è un omaggio all'eroe della mitologia greca Bellerofonte, ma avendo problemi con la pronuncia del suo nome era stata soprannominata dal suo equipaggio Billy Ruffian.

Nel 1794 combatté nella battaglia del glorioso primo di giugno, nel corso della quale costrinse alla resa il 74 cannoni francese Eole, partecipando in seguito a diverse azioni nel corso del blocco navale della Francia.

Nel 1797 al comando del capitano Henry d'Esterre Darby venne assegnata allo squadrone dell'ammiraglio Horatio Nelson. Nel corso della battaglia del Nilo venne forzata a disingaggiare, dopo aver perso l'alberatura, dal 120 cannoni francese Orient. Nel corso della ritirata venne colpita anche dall'80 cannoni francese Tonnant perdendo complessivamente 193 membri dell'equipaggio (feriti o uccisi).

Nel 1805 al comando del capitano John Cooke partecipò alla battaglia di Trafalgar dove sconfisse il 74 cannoni francese Aigle. Il suo equipaggio ispirato dal segnale di Nelson "L'Inghilterra si aspetta che ogni uomo faccia il suo dovere", incise sui cannoni le parole Bellerophon: Death or Glory ("Bellerophon: Morte o Gloria"). Nel corso della battaglia perse 174 uomini compreso il comandante.

Il 15 luglio 1815 a Rochefort Napoleone Bonaparte si consegnò a bordo del Bellerophon al comandante Frederick Lewis Maitland che lo trasportò a Plymouth, da dove venne trasferito sulla HMS Northumberland e portato in esilio all'isola di Sant'Elena.

Nell'ottobre 1815 venne trasformata in nave prigione. Il 5 ottobre 1824 venne rinominata Captivity e nel gennaio 1836 venne venduta[1].

Durante le guerre napoleoniche servirono a bordo del Bellerophon il futuro esploratore artico John Franklin e Matthew Flinders che mappò la costa australiana nel 1801-1803 al comando del HMS Investigator.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Colledge, op. cit., p. 40

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Colledge JJ in Ben Warlow (a cura di), Ships of the Royal Navy. The complete record of all fighting ships of the Royal Navy from 15th century to the present, Philadelphia & Newbury, Casemate, 2010. ISBN 978-1-935149-07-1.
  • David Cordingly, The Billy Ruffian: The Bellerophon and the Downfall of Napoleon (Bloomsbury USA, 2003)
marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina