HMAS Australia (D84)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
HMAS Australia
HMAS Australia, venduta alla Marina Australiana.
HMAS Australia, venduta alla Marina Australiana.
Descrizione generale
Naval Ensign of the United Kingdom.svg
Tipo Incrociatore pesante
Classe County
Proprietà Naval Ensign of the United Kingdom.svg Royal Australian Navy
Ordinata 1924
Cantiere John Brown and Company a Clydebank, Scozia
Impostata 26 agosto 1925
Varata 17 marzo 1927
Entrata in servizio 24 aprile 1928
Radiata 31 agosto 1954
Destino finale venduta alla demolizione nel 1955
Caratteristiche generali
Dislocamento 9.840
Stazza lorda 13.315 tsl
Lunghezza 192 m
Larghezza 20,1 m
Pescaggio 6,6 m
Propulsione 80.000 Shp
Velocità 32 nodi  (59 km/h)
Autonomia n.mi. a nodi ( km a km/h)
Equipaggio 665
Armamento
Armamento artiglieria alla costruzione:
  • 8 pezzi da 8"/50 Mark VIII (203 mm) (4 torri binate)
  • 4 pezzi (poi aumentati a 8) da 4"/45 QF Mark V (102mm) (4 installazioni singole poi trasformate in binate)
  • 2 pezzi da 2 libbre Mark II Cannone Pom-Pom (39 mm)

dal 1941:

  • 2 pezzi da 2 libbre pom-pom Mark VIII (a sostituzione dei Mark II)
  • 2 pezzi da 20mm/70 Mark II Oerlikon

siluri:

  • 8 lanciasiluri da 21" Mark VII (533 mm)
Corazzatura Cintura: 127 mm
Torrette: 50 mm
Ponti: 100 mm
Mezzi aerei 0-2 idrovolante Supermarine Walrus, 1 catapulta

[senza fonte]

voci di incrociatori presenti su Wikipedia

La HMAS Australia è un incrociatore pesante della Royal Australian Navy costruito nel periodo interguerra, impostato in base ai criteri del Trattato navale di Londra, che limitava tra l'altro il dislocamento degli incrociatori pesanti a 10.000 tonnellate metriche.

Progetto e protezione[modifica | modifica wikitesto]

Lo scafo delle nave prevedeva un bordo libero notevolissimo, ovviamente a beneficio della tenuta di mare e dell'abitabilità, entrambe eccellenti. 3 fumaioli molto snelli ed alti contribuivano a dare alla nave un aspetto imponente ed elegante, quasi da transatlantico. La superficie da proteggere era molto ampia e anche per questo le navi erano dotate di una protezione assai limitata, specie per le torrette.
Il miglior valore di protezione lo possedeva la cintura corazzata, variabile tra i 76 e i 102mm, mentre il ponte principale variava tra i 51 e i 127mm. Le torri e barbette disponevano di solo 25-51mm.

Propulsione[modifica | modifica wikitesto]

Il sistema propulsivo prevedeva turbine Parsons o di altri modelli su ben 4 assi, per un totale di 80,000 hp. Ben 3.200 t di carburante davano un'autonomia estremamente elevata, anche perché la potenza era assai limitata per una tale nave.
La velocità massima era indicata in 32 nodi, non molti ma mantenibili, come uso per la Royal Navy, in condizioni pratiche[1] e non nelle prove in tempo di pace, come in uso in altre Marine (segnatamente, quella Italiana e anche la Marina Imperiale Giapponese).

Armamento e velivoli[modifica | modifica wikitesto]

Un Supermarine Walrus posizionato sulla catapulta della HMAS Australia a Brisbane nel 1937

Il progetto dei "County" prevedeva 8 cannoni Mk VIII calibro 203mm, capaci di sparare fino a 27.000 metri proiettili da circa 120 kg Erano buone armi, anche se non straordinarie, in quanto le loro prestazioni erano tenute in secondo piano rispetto all'affidabilità complessiva (che pure ebbe problemi, inizialmente). L'armamento antiaereo verteva su 4 cannoni singoli calibro 4 pollici, 102mm, che vennero poi sostituiti da torrette binate, per dare alle navi una potenza di fuoco sufficiente.
Altre armi erano gli impianti "pom-pom", affusti multipli per mitragliere Vickers, molto spettacolari ma tendenti ai guasti e molto difficili da tenere in efficienza. Mitragliere da 12,7 e poi da 20mm Oerlikon completavano le dotazioni antiaeree.
Come armamento silurante erano installati 8 tubi di lancio calibro 533mm, mentre l'hangar per l'idrovolante permetteva la presenza di un velivolo, inizialmente un Supermarine Seagull III (1928–1936), poi un Supermarine Walrus (1936–1944); dal 1935 al 1944 fu dotato anche di una catapulta.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

La Australia transita nel Canale di Panama nel marzo 1935

L'HMAS Australia insieme all'HMAS Canberra, venne ceduta alla Marina Australiana. Quest'ultima nave venne affondata durante la disastrosa notte della battaglia dell'Isola di Savo. L'HMAS Australia prestò servizio insieme alla Settima Flotta statunitense in episodi come la battaglia del Golfo di Leyte, e nel 1944 venne colpito da un aereo kamikaze che la danneggiò pesantemente tanto da richiedere pesanti lavori in bacino. Poiché i bacini di carenaggio australiani erano impegnati con le navi della British Pacific Fleet venne inviata in Gran Bretagna dove la trovò l'annuncio della resa del Giappone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Collins, p. 127

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Collins-Jane's, Warship of World War II, Glasgow, HarperCollins Publishers, 1996, ISBN 0-00-470872-5.
  • (EN) Douglas Morris, Cruisers of the Royal and Commonwealth navies, Liskeard, Maritime Books, 1987, ISBN 0-907771-35-1.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina