HEW Cyclassics 2005

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Germania HEW Cyclassics 2005
Edizione 10ª
Data 31 luglio
Partenza Amburgo
Percorso 250,5 km
Tempo 6h00'59"
Media 44,212 km/h
Valida per UCI ProTour 2005
Ordine d'arrivo
Primo Italia Filippo Pozzato
Secondo Italia Luca Paolini
Terzo Australia Allan Davis
Cronologia
Edizione precedente
HEW Cyclassics 2004
Edizione successiva
Vattenfall Cyclassics 2006

La HEW Cyclassics 2005, decima edizione della corsa e valevole come diciottesimo evento del circuito UCI ProTour, si svolse il 31 luglio 2005 su un percorso totale di 250,5 km. Fu vinta dall'italiano Filippo Pozzato che terminò la gara in 6h00'59".

Percorso[modifica | modifica sorgente]

La prima parte del percorso prevedeva un anello di 90 km nel sud della città, che prevedeva l'ascesa del Langenrehm (km 59). Poi, passando sul Köhlbrandbrücke, la corsa entrava nel centro di Amburgo, dove si affrontava un circuito con l'ascesa del Waseberg.[1]

Squadre e corridori partecipanti[modifica | modifica sorgente]

Al via si presentarono le venti squadre del circuito ProTour. Invitate fra le squadre continentali furono l'inglese Team Barloworld, la francese AG2R Prévoyance e la tedesca Team Wiesenhof.

N. Cod. Squadra
1-8 COF Francia Cofidis
11-18 PHO Svizzera Phonak Hearing Systems
21-28 DVL Belgio Davitamon-Lotto
31-38 RAB Paesi Bassi Rabobank
41-48 CSC Danimarca Team CSC
51-58 SDV Spagna Saunier Duval-Prodir
61-68 FAS Italia Fassa Bortolo
71-78 C.A Francia Crédit Agricole
81-88 LSW Spagna Liberty Seguros
91-98 DSC Stati Uniti Discovery Channel
101-108 TMO Germania T-Mobile Team
111-118 GST Germania Gerolsteiner
N. Cod. Squadra
121-128 LIQ Italia Liquigas-Bianchi
131-138 QST Belgio Quick Step-Innergetic
141-148 IBA Spagna Illes Balears-Caisse d'Epargne
151-158 LAM Italia Lampre-Caffita
161-168 BTL Francia Bouygues Télécom
171-178 SDM Italia Domina Vacanze
181-188 FDJ Francia Française des Jeux
191-198 EUS Spagna Euskaltel-Euskadi
201-208 TBL Regno Unito Team Barloworld-Valsir
211-218 A2R Francia AG2R Prévoyance
221-228 WIE Germania Team Wiesenhof

Resoconto degli eventi[modifica | modifica sorgente]

La prima fuga di giornata arrivò dopo 34 km, quando Jörg Ludewig (Domina Vacanze) si staccò dal gruppo e riuscì a guadagnare diversi minuti prima che Leif Hoste (Discovery Channel) e André Greipel (Wiesenhof) si lanciarono all'inseguimento. Il primo fuggitivo fu raggiunto solo a metà del percorso e i tre insieme riuscirono a guadagnare 12 minuti, vantaggio con cui affrontarono la prima scesa del Waseberg (600m con una pendenza del 16%) a 115 km dal traguardo, su cui Greipel si staccò.

Hoste e Ludewig continuarono invece a guadagnare sul gruppo, arrivando al passaggio sul traguardo con 15 minuti di vantaggio a 100 km dalla fine. La pioggia però rallentò i due battistrada che al secondo passaggio sul traguardo, con 56 km ancora da percorrere, avevano già perso circa 6 minuti dal gruppo tirato da Gerolsteiner e T-Mobile. Al terzo giro del circuito del Waseberg il vantaggio scese ulteriormente e, quando Hoste staccò Ludewig e prodseguì da solo, il gruppo era ormai a 1'21".

Dal gruppo attaccò Jan Ullrich, seguito a ruota da Fabrizio Guidi (Phonak), Luca Paolini e Filippo Pozzato (Quick Step). Diversi altri corridori raggiunsero al quartetto durante la salita e la discesa del Waseberg e Ullrich, rimasto senza compagni di squadra in testa, si alzò favorendo il contrattacco di Vladimir Gusev (CSC), Bram Tankink (Quick Step) e Marco Velo (Fassa Bortolo), che riuscirono a guadagnare circa mezzo minuto dal gruppo ritornato compatto, con ancora la T-Mobile a lavorare.

Il trio di attaccanti raggiunsero prima Ludewig, poi Hoste che venne ripreso a 19 km dal traguardo. Sull'ultima scesa del Waseberg, Hoste si alzò, Ullrich attaccò verso i fuggitivi e si formò un gruppo di quindici corridori - Ullrich (T-Mobile), Velo, Bernucci, Flecha, Cancellara (Fassa Bortolo), Tankink, Pozzato, Paolini (Quick Step), Davis (Liberty Seguros), Rebellin (Gerolsteiner), Elmiger, Grabsch (Phonak), Commesso (Lampre), Gusev (CSC) e Hončar (Domina Vacanze). Grabsch fu l'unico a cercare l'attacco verso il traguardo, ma il treno della Fassa portò il gruppo compatto alla volata, tirando per Cancellara. A 150 metri dalla fine attaccò Allan Davis, ma Pozzato lo sorpassò agevolmente tagliando per primo il traguardo, seguito dal connazionale e compagno di squadra Paolini, secondo al photofinish.[1]

Ordine d'arrivo (Top 10)[modifica | modifica sorgente]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Filippo Pozzato Quick Step 6h00'59"
2 Italia Luca Paolini Quick Step s.t.
3 Australia Allan Davis Liberty Seg. s.t.
4 Svizzera Fabian Cancellara Fassa Bortolo s.t.
5 Italia Davide Rebellin Gerolsteiner s.t.
6 Svizzera Martin Elmiger Phonak s.t.
7 Italia Salvatore Commesso Lampre s.t.
8 Russia Vladimir Gusev Team CSC s.t.
9 Spagna Juan Antonio Flecha Fassa Bortolo s.t.
10 Germania Bert Grabsch Phonak s.t.

Punteggi UCI[modifica | modifica sorgente]

Pos. Corridore Squadra Punti
1 Italia Filippo Pozzato Quick Step 40
2 Italia Luca Paolini Quick Step 30
3 Australia Allan Davis Liberty Seg. 25
4 Svizzera Fabian Cancellara Fassa Bortolo 20
5 Italia Davide Rebellin Gerolsteiner 15
6 Svizzera Martin Elmiger Phonak 11
7 Italia Salvatore Commesso Lampre 7
8 Russia Vladimir Gusev Team CSC 5
9 Spagna Juan Antonio Flecha Fassa Bortolo 3
10 Germania Bert Grabsch Phonak 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Jeff Jones, Pippo pips Paolini in Hamburg in Cyclingnews.com, 31 luglio 2005. URL consultato il 13-8-2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo