HESA Shafaq

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shafaq
ShafaqFighter.png
Descrizione
Tipo aereo da addestramento
aereo da caccia
Equipaggio 1 o 2
Costruttore Iran HESA
Utilizzatore principale Iran Niru-ye Havayi-ye Artesh-e Jomhuri-ye Eslami-e Iran
Sviluppato dal M-ATF
Dimensioni e pesi
Lunghezza 10,84 m
Altezza 4,26 m
Propulsione
Motore Klimov RD-33
Prestazioni
Velocità max 1 150 km/h

[senza fonte]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'HESA Shafaq o Shafagh o Shakhab (in persiano شفق, prima dell'alba) è un velivolo militare che entrerà in servizio nelle forze aeree iraniane, ed è il terzo aereo militare ad essere progettato e prodotto interamente in Iran[1].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Lo Shafagh è stato concepito come un velivolo subsonico, non capace quindi di superare la velocità del suono. Gli ufficiali iraniani, collaboratori nel progetto, hanno affermato che probabilmente la fusoliera dello Shafagh sarà ricoperta di un materiale che assorbe le onde radar[2]. Saranno disponibili tre differenti versioni dello Shafagh: una versione a due posti come aereo da addestramento e altre due versioni a posto singolo destinate al ruolo di cacciabombardiere leggero[1].

Lo Shafagh è stato progettato in collaborazione con l'Università di tecnologia di Malek-Ashtar (dalla sezione di progettazione Aviation University Complex, AUC, di Teheran). Agli albori del progetto dello Shafagh, collaborava anche la Russia che poi per ragioni sconosciute si ritirò dal progetto e così l'Iran ultimò in maniera indipendente lo Shafagh. Un modellino in scala 1:7 ha passato con successo i test nel tunnel del vento, di proprietà dell' Università di tecnologia di Malek-Ashtar. Il primo vero prototipo in scala reale dello Shafagh ha iniziato i test nel 2008[2].

Tecnica[modifica | modifica sorgente]

Lo Shafagh avrà probabilmente una fusoliera ricoperta di materiale che assorbe le onde radar, il che lo renderà quindi un velivolo potenzialmente stealth. Il cockpit è previsto essere di tipologia molto avanzata e dotato in particolare di uno schermo digitale multifunzione (MFD) a colori; l'aereo inoltre sarà dotato di un seggiolino eiettabile K-36D di fabbricazione russa[2]. Il motore dovrebbe essere il Klimov RD-33 utilizzato già sui MIG-29.

Utilizzatori[modifica | modifica sorgente]

Iran Iran

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Shafaq (Before the Dawn)
  2. ^ a b c http://www.ainonline.com/airshow-convention-news/dubai-air-show/single-publication-story/browse/0/article/iran-struggles-to-field-a-fighter/?no_cache=1&tx_ttnews%5Bmode%5D=1

Velivoli comparabili[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]