HD 91375

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
HD 91375
Mappa della costellazione della CarenaMappa della costellazione della Carena
Classificazione Bianca di
sequenza principale
Classe spettrale A1V
Distanza dal Sole 259 anni luce
Costellazione Carena
Redshift 7,60 ± 0,90
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 10h 30m 20,1278s
Declinazione -71° 59′ 34,055″
Lat. galattica 292,4128°
Long. galattica -12,0660°
Dati fisici
Raggio medio 3,1[1] R
Massa
2,34[2] M
Acceleraz. di gravità in superficie 3,67 logg
Temperatura
superficiale
10000 K[1] (media)
Luminosità
Metallicità 115% del Sole
Età stimata 265 milioni di anni
Dati osservativi
Magnitudine app. 4,72
Magnitudine ass. 0,22
Parallasse 12,60 ± 0,47 mas
Moto proprio AR: 27.59 mas/anno
Dec: -30.73 mas/anno
Velocità radiale 7,6 ± 0,9 km/s
Nomenclature alternative
HIP 51438, IRAS F10290-7144, SAO 256722, GSC 09219-03722, HD 91375, 2MASS J10302014-7159338, TYC 9219-3722-1, FK5 2842, GC 14457, HR 4138, PPM 370744, UBV M 16329, GCRV 6595, IRAS 10290-7144

HD 91375, nota anche come K Carinae, è una stella bianca nella sequenza principale di magnitudine 4,72 situata nella costellazione della Carena. Dista 259 anni luce dal sistema solare.

Osservazione[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di una stella situata nell'emisfero celeste australe. La sua posizione è fortemente australe e ciò comporta che la stella sia osservabile prevalentemente dall'emisfero sud, dove si presenta circumpolare anche da gran parte delle regioni temperate; dall'emisfero nord la sua visibilità è invece limitata alle regioni temperate inferiori e alla fascia tropicale. La sua magnitudine pari a 4,7 fa sì che possa essere scorta solo con un cielo sufficientemente libero dagli effetti dell'inquinamento luminoso.

Il periodo migliore per la sua osservazione nel cielo serale ricade nei mesi compresi fra febbraio e giugno; nell'emisfero sud è visibile anche per buona parte dell'inverno, grazie alla declinazione australe della stella, mentre nell'emisfero nord può essere osservata limitatamente durante i mesi primaverili boreali.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica sorgente]

La stella è una bianca di sequenza principale o una gigante bianca a seconda delle fonti prese in considerazione[1]. Ha una massa 2,3 volte quella del Sole ed un raggio oltre 3 volte superiore, con una temperatura superficiale di circa 10 000 K. La luminosità è 75 volte quella emanata dal Sole, ha una metallicità leggermente superiore a quella della nostra stella ([Fe/H=0,06]) ed un'età stimata in 265 milioni di anni[4].

Possiede una magnitudine assoluta di 0,22 e la sua velocità radiale positiva indica che la stella si sta allontanando dal sistema solare.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Joseph H. Rhee et al., Characterization of Dusty Debris Disks: The IRAS and Hipparcos Catalogs in The Astrophysical Journal, vol. 660, n. 2, maggio 2007, p. 1556. DOI:10.1086/509912.
  2. ^ Fundamental parameters of stars (Allende Prieto+, 1999)
  3. ^ Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012)
  4. ^ Spitzer 24µm photometry of A dwarfs (Su+, 2006)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni