Hôtel Ritz (Parigi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 48°52′04″N 2°19′43″E / 48.867778°N 2.328611°E48.867778; 2.328611

L'Hôtel Ritz in Place Vendôme

L'Hôtel Ritz è un hotel al n.15 di Place Vendôme, nel centro di Parigi. Fu costruito nella prima parte del XVIII secolo come residenza privata. Nel 1854 fu comprato dai fratelli Pereire, che ne fecero la sede del loro Crédit Mobilier.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La facciata fu progettata da Jules Hardouin Mansart. César Ritz lo trasformò in un hotel di lusso, e lo aprì il 1º giugno 1898. Grazie anche ai talenti culinari del socio di minoranza Auguste Escoffier, César Ritz rese l'hotel sinonimo di opulenza, servizio e cibi raffinati. "Espadon" è il nome del ristorante interno nel quale potrete godere dei sapori della "nouvelle cuisine". Arpa e violino: gli strumenti suonati ogni sera per intrattenere gli ospiti durante la cena.

Il Ritz nel dipinto dell'artista svizzero Pierre-Georges Jeanniot (1848-1934).

Il Ritz si compone degli edifici Vendôme e Cambon con camere sulla piazza Vendôme e, dall'altro lato, camere che guardano il famoso giardino. L'hotel divenne meta obbligata per alcune delle persone più ricche al mondo, al punto che le suites sono chiamate col nome degli illustri ospiti che le occuparono in passato. Tra loro Ernest Hemingway, che ha dato il nome a un bar dell'hotel, Francis Scott Fitzgerald, Marcel Proust, re Edoardo VII del Regno Unito, Rodolfo Valentino, Charlie Chaplin, Greta Garbo. La stilista Coco Chanel fece del Ritz casa sua, per più di trent'anni.

Nel 1979, la famiglia Ritz vendette l'hotel al magnate egiziano Mohamed Al-Fayed, che lo restaurò e nel 1988 aggiunse la scuola di cucina francese Ritz-Escoffier. Fu proprio dall'hotel che il figlio Dodi Al-Fayed e la sua compagna Diana Spencer, partirono per il viaggio che si concluse con la loro morte, nel tunnel di Pont de l'Alma il 31 agosto 1997. Da quel giorno, l'hotel Ritz è meta di turisti e curiosi che, ogni giorno, dalla Place Vendome, tentano di riconoscere negli ospiti che raggiungono e lasciano il "palace" personaggi più o meno noti. Nel 1998 (centenario dell'apertura) l'hotel Ritz è stato eletto "best hotel in the world".

Nel 2012 chiude per importanti lavori di ristrutturazione. la riapertura è prevista nel 2014.

L'hotel nel cinema[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Dorothy Gibson, ex-attrice del cinema muto, famosa modella degli anni dieci e sopravvissuta al naufragio del Titanic, il 17 febbraio 1946 morì per un attacco cardiaco nel suo appartamento parigino all'Hôtel Ritz.
  • Coco Chanel morì il 10 gennaio 1971, una domenica mattina, nella sua suite dell'Hôtel Ritz. Le sue ultime parole furono "Vedi, così si muore" pronunciate alla sua cameriera.
  • Pamela Churchill Harriman, nominata ambasciatrice degli Stati Uniti in Francia da Bill Clinton nel 1993, morì in un ospedale di Parigi, dopo essersi sentita male mentre nuotava nella piscina del Ritz, in cui era solita nuotare la mattina.
  • Nel luglio 1998, Donatella Versace ha realizzato la sua prima sfilata per l'Atelier Versace presso il Ritz.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

parigi Portale Parigi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di parigi