Gyroporus cyanescens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Gyroporus cyanescens
Gyroporus cyanescens bull.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Boletales
Famiglia Gyroporaceae
Genere Gyroporus
Specie G. cyanescens
Nomenclatura binomiale
Gyroporus cyanescens
(Bull.) Quél., 1886
Caratteristiche morfologiche
Gyroporus cyanescens
Cappello convesso icona.svg
Cappello convesso
Pores icon.png
Imenio pori
Adnate gills icon2.svg
Lamelle adnate
Yellow spore print icon.png
Sporata gialla
Bare stipe icon.png
Velo nudo
Virante icona.svg
Carne virante
Mycorrhizal ecology icon.png
Micorrizico
Foodlogo.svg
Commestibile

Gyroporus cyanescens (Bull.) Quél., Enchir. fung. (Paris): 161 (1886).

Gyroporus cyanescens è un fungo basidiomicete che si distingue da altre specie simili per l'intenso viraggio all'azzurro non appena viene toccato.

Descrizione della specie[modifica | modifica sorgente]

Cappello[modifica | modifica sorgente]

Fino a 10-15 cm di diametro, carnoso, emisferico poi convesso, irregolare

cuticola
tomentosa, secca, colore giallo sporco.

Tubuli[modifica | modifica sorgente]

Lunghi fino a 15 mm, liberi, biancastri.

Pori[modifica | modifica sorgente]

Piccoli, rotondi, bianco-giallognoli, al tocco virano rapidamente all'azzurro.

Gambo[modifica | modifica sorgente]

9-12 x 2-3 cm, pieno, poi spugnoso e cavernoso, cilindrico, ingrossato alla base, concolore al cappello.

Carne[modifica | modifica sorgente]

Bianca, soda, di colore tipico azzurro-indaco al taglio.

Microscopia[modifica | modifica sorgente]

Spore[modifica | modifica sorgente]

8-10 x 4-8 µm, gialle in massa, ellissoidali, ialine.

Reazioni chimiche[modifica | modifica sorgente]

Ossidazione dell'acido variegatico

Come detto in precedenza, il G. cyanescens, al taglio vira all'azzurro. Tale reazione è dovuta ad una sostanza chiamata acido variegatico che resta incolore fino a che non viene a contatto con l'ossigeno. Ciò avviene quando le pareti cellulari del G. cyanescens, al contatto, si rompono esponendo all'aria tale sostanza. Allora l'enzima ossigenasi converte l'acido in questione nel suo chinone metide possiede una colorazione bluastra.

In altri boleti, in ambiente anaerobico, l'acido variegatico viene invece convertito in variegatorubina, che è responsabile del viraggio al rosso.

Habitat[modifica | modifica sorgente]

Fruttifica in estate-autunno, solitario o gregario, specialmente nei boschi di latifoglia in luoghi aperti e asciutti.

Commestibilità[modifica | modifica sorgente]

Discreta.
Va scartato il gambo negli esemplari adulti perché fibroso. Comunque di qualità leggermente inferiore al congenere Gyroporus castaneus.

Sinonimi e binomi obsoleti[modifica | modifica sorgente]

  • Boletus constrictus Pers., Synopsis Methodica Fungorum (Göttingen) 2: 508 (1801)
  • Boletus cyanescens Bull., Herbier de la France 8: tab. 369 (1788)
  • Boletus lacteus Lév., Annls Sci. Nat., Bot., sér. 3 9: 124 (1848)
  • Gyroporus lacteus (Lév.) Quél., Enchir. fung. (Paris): 161 (1886)
  • Leccinum constrictum (Pers.) Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 647 (1821)
  • Leucoconius cyanescens (Bull.) Beck, Z. Pilzk. 2: 142 (1923)

Nomi comuni[modifica | modifica sorgente]

  • Boleto blu, Boleto fiordaliso.
  • (FR) Bolet bleuissant, Indigotier
  • (DE) Kornblumen-Röhrling

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Dal greco kyanòs =azzurro, per la carne che all'aria vira al colore azzurro.

Specie simili[modifica | modifica sorgente]

  • Gyroporus ammophilus, che cresce nei litorali sabbiosi ed è responsabile di episodi d'intossicazione gastroenterica.
  • Gyroporus castaneus, che ha invece carne immutabile.
  • Boletus pulverulentus (Xerocomus pulverulentus), che ha la carne virante al blu intenso e non all'azzurro, un cappello molto scuro, pori verdi e gambo bruno-rossastro.

Varietà e forme di Gyroporus cyanescens[modifica | modifica sorgente]

  • Gyroporus cyanescens f. lacteus: di colore bianco
  • Gyroporus cyanescens var. sulphureus: di colore giallo verdognolo.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

(EN) Gyroporus cyanescens in Index Fungorum, CABI Bioscience.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia