Guy II de Nesle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blasone[3]

Guy II de Nesle, signore di Mello ed Offemont (... – Mauron, 14 agosto 1352), è stato un militare francese, maresciallo di Francia dal 22 agosto 1348[1] e nipote di un altro maresciallo, Guy I de Clermont[2].

Figlio di Jean I de Nesle, ciambellano del re, e di Marguerite signora di Mello, combatté alla battaglia di Crécy (26 agosto 1346) e fece levare l'assedio a Saint-Omer[4].

Con lettera reale del 30 agosto 1350 fu nominato governatore e capitano generale dell'Artois, del Borbonese e delle Fiandre.

Fu presente alla consacrazione di re Giovanni II.

Fatto prigioniero dagli inglesi il 1º aprile 1351, venne quindi liberato dopo pagamento di un consistente riscatto.

Fu governatore e capitano generale della Bretagna il 22 maggio 1352, e morì, con 140 cavalieri, alla battaglia di Mauron il 14 agosto seguente.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pinard, op. cit.
  2. ^ In quanto figlio di Jean I de Nesle, primogenito di Guy de Clermont, cfr. Anselme, op. cit., pag. 45
  3. ^ Da: Catalogue des maréchaulx de France, Jean Le Féron
  4. ^ Guynemer, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Paul Guynemer, La seigneurie d'Offémont, Compiègne, Impr. du "Progrès de l'Oise", 1912, pag. 37. URL consultato il 27/9/10.