Gustavo d'Assia-Homburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gustavo
Langravio d'Assia-Homburg
In carica 1846-1848
Predecessore Filippo
Successore Ferdinando
Nascita 17 febbraio 1781
Morte 8 settembre 1848
Padre Federico V, Langravio d'Assia-Homburg
Madre Carolina d'Assia-Darmstadt
Consorte Luisa Federica di Anhalt-Dessau
Figli Carolina, Principessa Reuss di Greiz
Principessa Elisabetta
Principe Federico

Gustavo d'Assia-Homburg (Homburg, 17 febbraio 1781Homburg, 8 settembre 1848) fu Langravio d'Assia-Homburg dal 1846 al 1848.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gustavo era il quinto figlio del Langravio Federico V d'Assia-Homburg e di Carolina d'Assia-Darmstadt.

La carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

Il Re Gustavo III di Svezia, parente di Gustavo d'Assia-Darmstadt, nominò Gustavo d'Assia-Homburg, Luogotenente delle Guardie svedesi. A sette anni, Gustavo incominciò quindi la propria carriera militare nell'esercito svedese. All'assassinio del Re di Svezia, egli ritornò nell'Assia-Homburg. Con il fratello Federico in servizio presso l'armata austriaca, Gustavo venne destinato al medesimo esercito. Combatté quindi nel Baden e nel Wurttemberg e nella Bassa Austria. Nel 1801, venne promosso al grado di Comandante e nel 1805 entrò nel reggimento dei cavalleggeri. Si distinse nel corso delle operazioni di ritirata dell'Arciduca Carlo d'Asburgo-Teschen e venne nominato, il 1 dicembre 1805, Luogotenente Colonnello. Dal 1805 al 1809 fu impegnato in operazioni in Ungheria, entrando poi nel reggimento dei Corazzieri Hohenzollern "Kürassieren-Hohenzollern" di cui fu nominato comandante di reggimento. Partecipò alle battaglie di Aspern il 21 ed il 22 maggio 1806 (Essling) e di Wagram il 6 luglio 1809. Gustavo dimostrò un valente coraggio sui campi di battaglia, ed ottenne la medaglia militare di Maria Teresa (decorazione dell'Impero Austriaco). Nel corso di una battaglia, venne gravemente ferito. Partecipò alle guerre per la liberazione della Germania dal dominio napoleonico e si scontrò con le armate francesi nel corso dei Cento giorni.

Il regno[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1840, suo fratello Filippo venne nominato Governatore della fortezza di Francoforte e Gustavo si prese cura ufficialmente degli affari di stato dell'Assia-Homburg per conto del fratello. Alla morte del fratello, nel 1846, sarà Gustavo a succedergli. La rivoluzione del 1848 ebbe ripercussioni anche nel piccolo stato dell'Assia-Homburg, dal momento che i cittadini reclamarono la costituzione che già era stata rifiutata da Filippo. Gustavo accondiscese alla promessa di redigere questa costituzione che venne firmata l'8 settembre 1848. Il suo unico figlio maschio, suo erede al trono, lo precedette nella morte, il 4 gennaio 1848, vittima di un'epidemia a Bonn.

Alla sua morte, Gustavo venne sepolto nella cripta del Castello di Homburg e venne succeduto dal fratello Ferdinando.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 febbraio 1818, Gustavo sposò sua nipote Luisa d'Anhalt (morta nel 1858, figlia di sua sorella Amalia). La sposa soffriva di una pesante forma di sordità che fu la causa del suo isolamento alla corte ed all'interno della coppia.

Questo matrimonio diede tre eredi:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine Militare di Maria Teresa - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Militare di Maria Teresa
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Guelfo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Guelfo
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Alberto l'Orso - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Alberto l'Orso
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi d'Assia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Luigi d'Assia
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Leone d'Oro
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
Predecessore Langravio d'Assia-Homburg Successore
Filippo 1846-1849 Ferdinando

Controllo di autorità VIAF: 80374137

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie