Gustavo Dudamel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gustavo Dudamel

Gustavo Dudamel (Barquisimeto, 26 gennaio 1981) è un violinista e direttore d'orchestra venezuelano, già direttore dell'orchestra sinfonica di Göteborg ed attuale dell'orchestra nazionale del Venezuela e della prestigiosa Los Angeles Philharmonic.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gustavo Adolfo Dudamel è nato in una famiglia di musicisti (il padre è trombonista) impara a suonare, grazie alla scuola venezuelana El Sistema, il violino all'età di dieci anni. Allievo di Rodolfo Saglimbeni e José Antonio Abreu, per quanto riguarda la direzione, riesce a vincere all'età di 23 anni (2004) il concorso per direttori d'orchestra "Gustav Mahler". Viene notato da altri grandi direttori (Simon Rattle, Claudio Abbado ecc.) durante diverse competizioni da lui vinte ed è invitato a dirigere l'orchestra nazionale del Venezuela ("Orquesta Sinfónica Simón Bolívar"). Debutta in seguito con altre e più famose orchestre internazionali come la Philharmonia Orchestra, la Israel Philharmonic, la Los Angeles Philharmonic, la City of Birmingham Symphony Orchestra, la Staatskapelle Dresden, la Stuttgart Radio Symphony Orchestra (con cui ha tenuto il concerto per l'ottantesimo compleanno di Papa Benedetto XVI), i Wiener Philharmoniker, i Berliner Philharmoniker, la San Francisco Symphony e la Royal Liverpool Philharmonic.

Per il Teatro alla Scala debutta dirigendo nel 2002 in concerto la Sinfonica Nazionale Giovanile e Infantile del Venezuela al Teatro degli Arcimboldi, nel 2006 la Filarmonica della Scala in concerto trasmesso da Rai 3, il Don Giovanni di Mozart ripreso dalla Rai, la Sinfonia n. 3 (Mahler) trasmessa da LA7, nel 2008 un concerto con la Filarmonica e La bohème con Matteo Peirone, nel 2009 due prove aperte con Ana María Martínez e la Filarmonica, un concerto con la Sinfònica de la Joventud Venezolana Simón Bolívar e Carmen di Bizet, nel 2010 tre concerti con Pierre-Laurent Aimard e la Filarmonica, nel 2011 un concerto sinfonico e la Sinfonia n. 2 (Mahler) per il Concerto di Natale trasmesso da Rai 1 e nel 2012 un concerto con Daniel Barenboim al pianoforte e la Filarmonica e Rigoletto di Giuseppe Verdi.

Dal 2006 è sotto contratto con la Deutsche Grammophon[senza fonte].

Dal 2007 al 2012 dirige l'orchestra sinfonica di Göteborg.

A Salisburgo dirige nel 2008 un concerto con la Simón Bolívar Youth Orchestra of Venezuela ed uno con Martha Argerich, nel 2009 i Wiener Philharmoniker e nel 2011 un concerto con la Simón Bolívar Symphony Orchestra of Venezuela e la Sinfonia n. 2 (Mahler).

Nel 2009 dopo la sua esibizione con la Simón Bolívar Youth Orchestra of Venezuela a Parigi, Dudamel è stato insignito del titolo di “Cavaliere” dell’Ordine delle Arti e delle Lettere in Francia dal ministro della cultura francese Frédéric Mitterand. Dal 2009 dirige la Los Angeles Philharmonic Orchestra.

Nel 2011 dirige l'Orquesta Sinfonica de Venezuela Simon Bolìvar, nata dal sistema Abreu, a Roma, presso l'Auditorium Parco della Musica.

Al Walt Disney Concert Hall (sede della Los Angeles Philharmonic Orchestra) dirige nel 2011 Turandot e nel 2012 il Don Giovanni, The Gospel According to the Other Mary di John Adams (compositore) e Where the Wild Things Are ("Nel paese dei mostri selvaggi") di Oliver Knussen.

Nel 2012 la rivista Musical America gli ha conferito il premio del 2013 "Musicista dell'anno", che gli è stato consegnato in Dicembre nella cerimonia al Lincoln Center.

Nel 2013 dirige l'Idillio di Sigfrido di Wagner, la Sinfonia n. 96 "Il Miracolo" di Haydn e la Sinfonia n. 3 "Renana" di Schumann all'Accademia di Santa Cecilia a Roma, The Gospel According to the Other Mary di Adams nel Barbican Centre di Londra e Tannhäuser (opera) all'Opera de Colombia di Bogotá.

Discografia parziale[modifica | modifica sorgente]

  • Beethoven, Sinf. n. 3/Egmont/Creature di Prometeo - Dudamel/SBSOV, 2012 Deutsche Grammophon
  • Ludwig van Beethoven: Sinfonie n. 5 e n. 7, Simon Bolivar Youth Orchestra of Venezuela - Direttore Gustavo Dudamel - Settembre 2006 - Deutsche Grammophon - disco d'oro.
  • Brahms: Sinfonia n. 4, Los Angeles Philharmonic & Gustavo Dudamel 2011 Deutsche Grammophon - Grammy Award for Best Orchestral Performance 2012
  • Ciaikovsky, Romeo e Giulietta/Amleto/La tempesta - Dudamel/SBSOV, 2010 Deutsche Grammophon
  • Gustav Mahler: Sinfonia n. 5, Simon Bolivar Youth Orchestra of Venezuela - Direttore Gustavo Dudamel - Maggio 2007 Deutsche Grammophon.
  • Mahler, Sinf. n. 9 (Live, Los Angeles Disney Concert Hall, 2012) Dudamel/LAPO, Deutsche Grammophon
  • Rachmaninov: Piano Concerto No. 3 in D Minor, Op. 30 - Prokofiev: Piano Concerto No. 2 in G Minor, Op. 16 (Live From Centro de Acción Social por la Música, Sala Simón Bolivar, Caracas/2013) - Simón Bolívar Symphony Orchestra of Venezuela/Yuja Wang/Gustavo Dudamel, 2013 Deutsche Grammophon - nona posizione nella Classical Albums
  • Strauss, R., Così parlò Zarat/Till/Don Juan (Live, Berlin Philharmonie) - Dudamel/BPO, 2012 Deutsche Grammophon
  • Stravinsky Revueltas, Sagra della primavera/La noche de los Mayas - Dudamel/SBYOV, 2010 Deutsche Grammophon
  • Dudamel, Dance and waves. Summer Night Concert Schönbrunn 2012 - Dudamel/WPO, Deutsche Grammophon
  • Dudamel, Discoveries. Best of Dudamel - Dudamel/SBYOV/BPO/WPO/Gothenbutg SO, 2006/2008 Deutsche Grammophon - terza posizione in Svezia
  • Dudamel, Fiesta - Dudamel/SBYOV, 2007 Deutsche Grammophon (musiche di Silvestre Revueltas, Alberto Ginastera, Leonard Bernstein) - 2 dischi di platino.
  • Dudamel, Discoveries. Best of Dudamel + Documentario 'The Promise of Music' - Dudamel/SBYOV/BPO/WPO/Gothenbutg SO, 2006/2010 Deutsche Grammophon

DVD & BLU-RAY parziale[modifica | modifica sorgente]

  • Brahms Haydn Beethoven, Variazioni Haydn/Conc. per vlc./Sinf. n. 5 - Dudamel/BPO/Capuçon, 2012 Deutsche Grammophon
  • Mahler, Sinf. n. 8 (Live, Caracas) - Dudamel/LAPO/SBSOV, 2012 Deutsche Grammophon
  • Mendelssohn, Sinf. n. 3 (solo su LP) - Dudamel/WPO, 2011 Deutsche Grammophon

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Grand'Ufficiale dell'Ordine del Liberatore - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine del Liberatore

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Media[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 119576191 LCCN: no2006093465