Gustaf Skarsgård

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gustaf Skarsgård

Gustaf Caspar Orm Skarsgård [1] (Stoccolma, 12 novembre 1980) è un attore, regista e sceneggiatore svedese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio dell'attore Stellan Skarsgård e della dottoressa My Guenther, ha quattro fratelli, Alexander, Bill (entrambi attori), Sam e Valter e una sorella di nome Eija, inoltre è fratello di Ossian (nato nel 2009) e di Kolbjörn (nato nell'agosto 2012), figli del padre e della sua nuova moglie. Il suo padrino è l'attore Peter Stormare.

Inizia a recitare a soli nove anni nel cortometraggio Prima ballerina, nel 2002 ottiene il ruolo da protagonista nel thriller sovrannaturale Den osynlige, l'anno successivo è tra gli interpreti del film di Mikael Håfström Evil - Il ribelle. Negli anni seguenti prende parte a numerose produzioni per il cinema svedese.

Nel 2007 ricopre il ruolo di Canuto I di Svezia nel film Arn - L'ultimo cavaliere e nel successo sequel, basati su una trilogia letteraria di Jan Guillou. Nel 2008 recita nel film a tematica gay Patrik 1,5. Nel 2010 affianca il fratello Alexander nel film Puss e recita per Peter Weir nel film The Way Back.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Attore[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

  • Människor helt utan betydelse (2011)

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

  • Människor helt utan betydelse, regia di Gustaf Skarsgård (2011)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Biography for Gustaf Skarsgård.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 160664882 LCCN: no2011124520