Gush Katif

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Abitazioni presso Neve Dekalim.

Gush Katif (in ebraico: גוש קטיף?, letteralmente "Il Blocco Raccolta") era un blocco di 17 insediamenti israeliani nel sud della Striscia di Gaza. Nell'agosto 2005 gli 8.000 residenti di Gush Katif furono obbligati a lasciare l'area e le loro abitazioni vennero demolite, secondo il Piano di disimpegno unilaterale israeliano.

Gush Katif confinava a sud con Rafah ed il confine egiziano, ad est con Khan Yunis, a nord-est con Dayr al-Balah, e ad ovest e nordovest con mare Mediterraneo.

Gran parte di Gush Katif era situato su dune di sabbia che separavano la costa dal mare.

Insediamenti di Gush Katif[modifica | modifica wikitesto]

Gli insediamenti di Gush Katif erano concentrati in un singolo blocco nella parte sud della Striscia di Gaza, circondanti da una barriera difensiva.

Nel nord della Striscia vi erano altri tre insediamenti (Elei Sinai, Dugit e Nisanit), e un altro al centro (Netzarim).

Argomenti correlati[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Israele Portale Israele: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Israele