Gukanshō

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

I Gukanshō (愚管抄) sono dei testi importanti sulla storia del Giappone, sono composti da sette volumi e sono stati scritti intorno al 1220 dal monaco buddista Jien,[1] figlio del potente statista Fujiwara no Tadamichi. Sono fonte di importanti notizie sulla vita degli imperatori giapponesi di quel tempo e dei tempi antichi.

Contenuto[modifica | modifica sorgente]

Jien, l'autore del Gukanshō (disegno ritrovato all'interno del Hyakunin isshu.)
  • Nei primi due volumi si narra la storia imperiale a partire dal mitologico imperatore Jimmu fino all'imperatore Juntoku
  • Dal terzo al sesto volume vengono analizzati i cambiamenti avvenuti
  • Il settimo volume è una sintesi di quanto succedeva ai tempi della loro stesura.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Brownlee, John. (1991). Political thought in Japanese historical writing: from "Kojiki" (712) to "Tokushi Yoron" (1712). pagg. 92-102.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Brownlee, John S. (1991). Political Thought in Japanese Historical Writing: From Kojiki (712) to Tokushi Yoron (1712). Waterloo, Ontario: Wilfrid Laurier University Press. ISBN 0-889-20997-9
  • (JA) Okami, Masao and Toshihide Akamatsu. (1967). [Jien, c. 1220] Gukanshō. Tokyo: Iwanami Shoten. ISBN 4-0006-0086-9

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

  • Kojiki, cronache degli antichi eventi, scritte attorno al 712
  • Nihongi, antichi annali giapponesi scritti attorno al 720