Guillaume Lekeu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guillaume Lekeu

Jean Joseph Nicolas Guillaume Lekeu (Verviers, 20 gennaio 1870Angers, 21 gennaio 1894) è stato un compositore belga.

Vita[modifica | modifica sorgente]

Il compositore vallone ricevette le prime lezioni di musica dal direttore del conservatorio di musica di Verviers. Nel 1879, i genitori si trasferirono a Poitiers, dove Lekeu frequentò il liceo continuando da autodidatta i suoi studi musicali. È a Poitiers che compose le sue prime opere, all’età di 15 anni.

Nel 1888 la famiglia si stabilì a Parigi, dove Lekeu divenne allievo di César Franck e, alla morte di questo, di Vincent d'Indy.

Nel 1891 arrivò secondo al concorso per il Prix de Rome del Belgio con la cantata Andromeda. Il celebre virtuoso di violino Eugène Ysaÿe gli chiese di comporre una sonata per pianoforte e violino che eseguì nel marzo 1893, sonata che costituisce l'opera più nota del compositore. Lekeu è morto di tifo, si dice, dopo aver gustato un sorbetto fatto con acqua infetta, all'età di 24 anni, lasciando incompiuto al secondo movimento il quartetto con pianoforte, completato poi da Vincent d'Indy, ed è sepolto nel cimitero di Heusy, presso Verviers.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Lekeu ha scritto una cinquantina di composizioni, la maggior parte inedita. L’opera è influenzata da César Franck, Beethoven e Wagner.

  • Andante con variazioni (1885)
  • Marcia d’Ofelia (1887)
  • Prélude pour Barbarine (1889)
  • Primo studio sinfonico (1889)
  • Secondo studio sinfonico (1889)
  • Trio con pianoforte
  • Adagio per quartetto d’orchestra (1891)
  • Tre poemi per canto e pianoforte (1892)
  • Fantasia su due arie popolari dell'Angiò (1892)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2548606 LCCN: n79127796

musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica