Guillaume Briçonnet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guillaume Briçonnet
cardinale di Santa Romana Chiesa
Guillaume Briçonnet, duc de Rheims.jpg
CardinalCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Saint-Malo
Amministratore apostolico di Nîmes
Arcivescovo di Reims
Amministratore apostolico di Tolone
Vescovo di Narbona
Cardinale vescovo di Albano
Cardinale vescovo di Frascati
Cardinale vescovo di Palestrina
Nato 1445, Tours
Creato cardinale 16 gennaio 1495 da papa Alessandro VI con il titolo di cardinale presbitero di Santa Pudenziana
Deceduto 14 dicembre 1514, Narbona

Guillaume Briçonnet, o Guillaume IV Briçonnet o più compiutamente Guillaume Briçonnet du Plessis-Rideau (Tours, 1445Narbona, 14 dicembre 1514), fu un ufficiale reale ed un ecclesiastico (vescovo e cardinale) francese vissuto fra il XV ed il XVI secolo.

Signore di Plessis-Rideau, fu soprannominato "il cardinale di Saint-Malo", "il cardinale di Reims", "il cardinale di Narbonne", a seconda della sede episcopale che occupava. Era figlio di Jean Briçonnet, mercante che fece fortuna grazie al re Luigi XI.

Aveva cinque fratelli fra i quali Roberto, che divenne arcivescovo di Reims e cancelliere di Francia, Giovanni, divenuto generale delle finanze nel Delfinato, Nicola, che fu controllore in Bretagna. Uno dei suoi zii fu il finanziere Jacques de Beaune, barone di Semblançay.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Guillaume Briçonnet incorona Luigi XII nella Cattedrale di Reims

Presto finanziere, divenne ufficiale della Corona di Francia ed occupò la funzione di generale delle finanze della Linguadoca sotto Luigi XI, poi sovrintendente sotto Carlo VIII, del quale divenne consigliere.[2]

Alla morte della moglie (1487) prese gli ordini. Fu nominato consigliere di Anna di Beaujeu, reggente di Francia nel 1488 . Nel 1493 fu nominato vescovo di Saint-Malo, carica che tenne fino alla morte, ed abate commendatario delle abbazie di Saint-Aubin, di Saint-Nicolas nella diocesi di Angers e di quella di Grandmont dal 1496 al 1507.

Raccomandato da Luigi XI al suo successore,[3] fu nominato segretario al Tesoro. Ministro di Stato di Carlo VIII, fu dietro suo consiglio che questi intraprese la conquista dell'Italia[4] nel corso della quale ricevette da papa Alessandro VI la porpora cardinalizia, con il titolo di Santa Pudenziana. Nello stesso anno divenne amministratore apostolico di Nîmes, dopo di che, nel 1497, succedette al fratello Robert nella sede arcivescovile di Reims, e nella veste di arcivescovo di quella città, in ottemperanza alla tradizione, incoronò nel 1498 Luigi XII re di Francia.

Nel contempo gli era stata assegnata l'amministrazione della diocesi di Tolone, che tenne fino al 1501, lasciandola poi al figlio Denis. Nel 1504 divenne abate commendatario dell'Abbazia di Saint-Germain-des-Prés, carica che tenne fino al 1507, allorché la lasciò al figlio Guglielmo.

Nel 1507 lasciò la carica di arcivescovo di Reims e divenne arcivescovo di Narbona e nello stesso anno divenne cardinale vescovo di Albano, carica che lasciò dopo un anno optando per la sede suburbicaria di Frascati e poi ancora per quella di Palestrina Intanto nel 1507 era stato nominato luogotenente generale del re per la Linguadoca.

Nel 1511 la sua partecipazione al concilio di Pisa, indetto dal cardinale dissidente Bernardino López de Carvajal y Sande gli valse la deposizione da cardinal vescovo e la scomunica da parte di papa Giulio II. Con l'ascesa al soglio pontificio di papa Leone X, ricevette nel 1514 il perdono papale ed il reintegro nel titolo di cardinale vescovo ma morì poco dopo.

Mecenate, gli furono dedicate numerose opere letterarie in forma di panegirico[5] tanto da venir soprannominato Oraculum regis e Regni columna.

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica sorgente]

Dal matrimonio con Raoulette de Bearne, morta nel 1487 prima che egli prendesse i voti, nacquero cinque figli:[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Pierre Miquel, Les Guerres de religion
  2. ^ Université internationale de Floride, The Cardinals of the Holy Roman Church - Biographical Dictionary - Consistory of January 16, 1495. En ligne [1]. Consultato l'8 febbraio 2007
  3. ^ Catholic Encyclopedia. Briçonnet. in linea. Consultata l'8 febbraio 2007.
  4. ^ The Cardinals of the Holy Roman Church-Briconnet
  5. ^ Catholic Encyclopedia. Briçonnet. In linea.
  6. ^ Famille Briçonnet p.5 et p.14
  7. ^ Thomas Boyer fece costruire il famoso castello di Chenonceau

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

in lingua francese:

  • Dictionnaire Bouillet
  • Pierre Miquel, Les Guerres de religion, Club France Loisirs, 1980. ISBN 2-7242-0785-8

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

in lingua inglese:

Successioni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Vescovo di Saint-Malo Successore BishopCoA PioM.svg
Pietro di Monfort di Laval
1486 - 1493
1493 - 1513 Denis Briçonnet
1513 - 1535
Predecessore Abate di Grandmont Successore TerritorialAbbotCoA PioM.svg
Antonio I Lallemand
1477-1495
1496-1507 Sigismondo di Gonzaga-Mantova
1507-1513
Predecessore Amministratore apostolico di Nîmes Successore BishopCoA PioM.svg
Jacques de Caulers
in carica
1482 - 1496
1496 - 1514 Michel Briçonnet
1515 - 1554
Predecessore Arcivescovo di Reims Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Robert Briçonnet
1493 - 1497
1497 - 1507 Carlo Domenico del Carretto
1507 - 1509
Predecessore Amministratore apostolico di Tolone Successore BishopCoA PioM.svg
Giovanni VII di Mixon
in carica
1491 - 1496
1497 - 1501 Denis de Briçonnet
in carica
1501 - 1516
Predecessore Abate commendatario di Saint-Germain-des-Prés Successore TerritorialAbbotCoA PioM.svg
Geoffroi III de Floreau
in carica
1484 - 1503
1504-1507 Guglielmo V Briçonnet
1507 - 1534
Predecessore Cardinale presbitero di Santa Pudenziana Successore CardinalCoA PioM.svg
vacante dal 1448 1495 - 1507 Pietro Isvalies
1507 - 1511
Predecessore Vescovo di Narbona Successore BishopCoA PioM.svg
François Guillaume de Castelnau-Clermont-Ludève
in carica
1502 - 1507
1507 - 1514 Giulio de' Medici
1515 - 1523
Predecessore Cardinale vescovo di Albano Successore CardinalPallium PioM.svg
Bernardino López de Carvajal y Sande
1507
1507 - 1508 Domenico Grimani
1508-1509
Predecessore Cardinale vescovo di Frascati Successore CardinalPallium PioM.svg
Bernardino López de Carvajal y Sande
1507 - 1508
1508 - 1509 Domenico Grimani
1509-1511
Predecessore Cardinale vescovo di Palestrina Successore CardinalPallium PioM.svg
Bernardino López de Carvajal y Sande
1508 - 1509
1509 - 1511 Marco Vigerio della Rovere, O.F.M.Conv.
1511-1516

Controllo di autorità VIAF: 65179200 LCCN: nr2006017934