Guido del Giudice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guido del Giudice

Guido del Giudice (Napoli, 14 agosto 1957) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo essersi laureato in medicina all'Università degli Studi di Napoli Federico II nel 1982 inizia a scrivere opere sulla vita di Giordano Bruno.

È membro del comitato scientifico della Nicolas Benzin Stiftung[1].

Nel 2008 l'Accademia Internazionale Partenopea Federico II ha assegnato alla sua opera, La disputa di Cambrai. Camoeracensis acrotismus, il primo posto nel "Premio internazionale Giordano Bruno", quale "migliore opera d'ingegno dedicata al filosofo".[2]

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • WWW. Giordano Bruno, Marotta e Cafiero Editori, Napoli 2001.[3]
  • La coincidenza degli opposti. Giordano Bruno tra Oriente e Occidente, Di Renzo Editore, Roma 2005.[4]
  • Pubblicata una seconda edizione con il saggio: Bruno, Rabelais e Apollonio di Tiana, Di Renzo Editore, Roma 2006.[4]
  • Due Orazioni. Oratio Valedictoria e Oratio Consolatoria, Di Renzo Editore, Roma 2006;[4]
  • La disputa di Cambrai. Camoeracensis acrotismus, Di Renzo Editore, Roma 2008.
  • Il Dio dei Geometri - quattro dialoghi, Di Renzo Editore, Roma, 2009.[4]
  • Somma dei termini metafisici, con il saggio: Bruno in Svizzera, tra alchimisti e Rosacroce, Di Renzo Editore,Roma, 2010.
  • Io dirò la verità. Intervista a Giordano Bruno, Di Renzo Editore, Roma, 2012.
  • Contro i matematici, Di Renzo Editore, Roma, 2014.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nicolas Benzin Stiftung sito.
  2. ^ Premio Bruno su giornalewolf.
  3. ^ Guido del Giudice su ibs.
  4. ^ a b c d Guido del Giudice su lafeltrinelli.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2584486 LCCN: no2005103505