Guido (slang)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Distribuzione degli italoamericani negli Stati Uniti secondo il censimento del 2000
Gruppi etnici maggioritari nei diversi Stati d'America. Gli italoamericani sono il primo gruppo etnico in quattro Stati del nord-est: New Jersey, New York, Connecticut e Rhode Island:

██ Tedeschi

██ Americani

██ Messicani

██ Irlandesi

██ Africani

██ Italiani

██ Inglesi

██ Giapponesi

██ Portoricani

"Guido" (pronuncia inglese: /ˈɡwiːdoʊ/) è un termine gergale che storicamente designava la classe operaia urbana italo-americana. Lo stereotipo del "Guido" ha assunto varie connotazioni nel corso del tempo. In origine, il termine era per lo più usato per indicare in maniera dispregiativa gli italo-americani. Successivamente, ha iniziato ad identificare gli italiani che si comportano come teppisti o che hanno un atteggiamento apertamente maschilista[1]. Il momento esatto in cui ha iniziato ad assumere quest'ultima accezione non è chiaro, ma alcune fonti indicano orientativamente gli anni tra il 1970 e il 1980[2][3][4].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Tale termine trae la propria origine dal nome proprio italiano "Guido" (molto comune tra gli immigrati) o, meno probabilmente, dal verbo italiano "Guidare"[5]. Qualche ricercatore ha ipotizzato che possa essersi sviluppato come insulto nell'ambito stesso della comunità italo-americana, nei confronti dei nuovi arrivati.

L'uso moderno e la reazione degli Italo-americani[modifica | modifica wikitesto]

Il termine è particolarmente diffuso nelle aree metropolitane del nord-est degli Stati Uniti, aree con una numerosa comunità di italo-americani (come Brooklyn, Staten Island, Queens, Bronx, Long Island, Connecticut, South Philadelphia, Little Italy a Baltimora, Federal Hill a Providence, Johnston, Rhode Island e New Jersey)[6]. In altre zone, termini come "Mario" (Chicago) e "Gino" (East Haven, Connecticut, Toronto, Montreal) hanno un significato analogo a Guido[4]. Anche se alcuni italiani identificano se stessi con il termine "Guido", questa parola molto spesso assume una accezione denigratoria, divenendo un vero e proprio insulto etnico[4][7].

Nel 2009, MTV suscitò delle pesanti polemiche per l'utilizzo che fece di tale termine in alcuni spot pubblicitari per il reality show Jersey Shore, che vede protagonista un cast di italo-americani[4]. La protesta fu appoggiata da alcune organizzazioni italo-americane come Unico National, NIAF, l'Ordine Figli d'Italia in America[8][9].

Lo stile stereotipico[modifica | modifica wikitesto]

L'abbigliamento associato alla sottocultura e allo stereotipo del "Guido" include: l'uso di gioielli come le catene d'oro, amuleti d'oro come il corno ("cornicello") o medaglioni dei santi, e anelli da mignolo; l'abbigliamento della classe operaia, canottiere (anche chiamate "guinea t" o "dago t", essendo, "guinea" e "dago", insulti etnici per gli italiani), giacche di pelle, coppole, tute da ginnastica, le camicie eleganti aperte con le canottiere sotto, e abbigliamento per la discoteca. Anche la pompadour e l'uso dei prodotti per i capelli sono associati con lo stile "Guido". Certi aspetti dello stile "Guido" sono simili allo stile stereotipico dei "tamarri" o "truzzi" italiani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Edward Guthmann, 'Guido' Light On Swagger in San Francisco Chronicle, 18 luglio 1997. URL consultato il 30 novembre 2010.
  2. ^ Libby Copeland, Strutting Season in The Washington Post, 6 luglio 2003. URL consultato il 30 novembre 2010.
  3. ^ Maria Miro Johnson, High school: Where the wrong sneakers can turn a Skate Rat into an outcast in The Providence Journal, 28 agosto 1988, pp. E-01. URL consultato il 30 novembre 2010.
  4. ^ a b c d Caryn Brooks, Italian Americans and the G Word: Embrace or Reject? in Time, 12 dicembre 2009. URL consultato il 30 novembre 2010.
  5. ^ Bondanella, P. E., p. 70, 2005.
  6. ^ (EN) Donald Tricario, Guido: Fashioning An Italian-American Youth Style in Journal of Ethnic Studies, vol. 19, nº 1, 1991, pp. 44–66. URL consultato il 30 novembre 2010.
  7. ^ Wayne Parry, NJ beach town mayor sez 'Fuhgeddaboudit!' to blog in USA Today, 19 luglio 2008. URL consultato il 30 novembre 2010. ("he referred to as 'guidos', employing a term widely considered an ethnic slur...")
  8. ^ Robert Allegrini, Lettera di protesta inviata a MTV in seguito agli eventi che hanno interessato il programma Jersey Shore, National Italian American Foundation (NIAF), 24 novembre 2009. URL consultato il 30 novembre 2010.
  9. ^ Joshua Rhett Miller, Italian-American Groups Ask MTV to Cancel 'Jersey Shore' in Fox News, 25 novembre 2009. URL consultato il 30 novembre 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

antropologia Portale Antropologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antropologia