Guglielmo di Wied (1845-1907)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Princely Hat.svg
Guglielmo V di Wied
1845 Wilhelm.JPG
Principe di Wied
In carica 1864 –
1907
Predecessore Ermanno
Successore Guglielmo Federico
Nascita Neuwied, 22 agosto 1845
Morte Neuwied, 22 ottobre 1907
Dinastia Casata di Wied
Padre Ermanno di Wied
Madre Maria di Nassau
Consorte Maria d'Orange-Nassau
Religione Protestantesimo

Guglielmo V di Wied (Neuwied, 22 agosto 1845Neuwied, 22 ottobre 1907) fu principe della Casata di Wied dal 1864 al 1907.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Guglielmo era il figlio secondogenito di Ermanno di Wied (1814–1864, figlio a sua volta di Giovanni Augusto Carlo, ultimo principe territoriale di Wied), e di sua moglie Maria di Nassau (1825–1902), figlia del duca Guglielmo di Nassau e della sua prima moglie, Luisa di Sassonia-Hildburghausen. Per parte di madre egli era discendente di Giorgio II di Gran Bretagna.

La carriera militare[modifica | modifica wikitesto]

Durante la Guerra austro-prussiana nel 1866 egli venne nominato Luogotenente Generale nello staff della 2ª armata prussiana e durante il 1870-71 prese parte anche alla Guerra franco-prussiana sempre tra le fila della Germania.

Tra il 1893 ed il 1897 fu commissario imperiale e capo militare delle infermiere volontarie nell'esercito. Nel 1893 fu inoltre nominato Generale di Fanteria.

L'atteggiamento politico[modifica | modifica wikitesto]

A livello politico, Guglielmo fu uno strenuo sostenitore della politica coloniale dell'Impero di Germania, distinguendosi però tra il 1891 ed il 1892 come consigliere nella commissione di governo contro lo schiavismo. Nel 1897 divenne membro del Consiglio Coloniale il che gli permise di indire esplorazioni nel continente africano e dal 1898 al 1901 fu co-fondatore e presidente della lega marittima tedesca.

Tra il 1875 ed il 1886 egli fu Maresciallo della Provincia del Reno al parlamento tedesco e fu a capo del parlamento provinciale locale per due mandati, dal 1888 al 1894 e dal 1899 al 1901. Dal 1878 divenne anche membro del senato prussiano, del quale fu presidente dal 1897 al 1904.

Matrimonio e figli[modifica | modifica wikitesto]

Guglielmo sposò il 18 luglio 1871 a Wassenaar, la principessa Maria d'Orange-Nassau (1841–1910), figlia minore del principe Federico d'Orange-Nassau (1792–1839), figlio secondogenito di Guglielmo I dei Paesi Bassi e di sua moglie, la principessa Luisa di Prussia (1808–1870), figlia di Federico Guglielmo III di Prussia.

La coppia ebbe in totale sei figli:

  • Guglielmo Federico (27 giugno 1872 – 18 giugno 1945), sposò la principessa Paolina di Württemberg (1877–1965), ebbe discendenza.
  • Alessandro (28 maggio 1874 – 15 gennaio 1877)
  • Guglielmo (26 marzo 1876 – 18 aprile 1945), sposò la principessa Sofia di Schönburg-Waldenburg (1885–1936), fu principe d'Albania nel 1913 ed ebbe poi discendenza.
  • Vittorio (7 dicembre 1877 – 1 marzo 1946), sposò la contessa Gisella di Solms-Widenfels (1891–1976), ebbe discendenza.
  • Luisa (24 ottobre 1880 – 29 agosto 1965)
  • Elisabetta (28 gennaio 1883 – 14 novembre 1938)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze tedesche[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila Nera
Gran Commendatore dell'Ordine Reale di Hohenzollern - nastrino per uniforme ordinaria Gran Commendatore dell'Ordine Reale di Hohenzollern
Cavaliere di I Classe della Croce di Ferro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe della Croce di Ferro

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano (Regno Unito)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Principe di Wied Successore Wied-Grafschaft.PNG
Ermanno 1864 - 1907 Guglielmo Federico
Predecessore Presidente della Camera dei Signori di Prussia Successore Flag of Prussia 1892-1918.svg
Vittorio I di Ratibor 1897 - 1904 Edzard zu Innhausen und Knyphausen

Controllo di autorità VIAF: 47537590